Share

CENCI LEGNO SISTEMI CNP (Cenci,Noseda,Piazza)®

Get directly in touch with CENCI LEGNO

More on Brand

Overview
Name of product/article

SISTEMI CNP (Cenci,Noseda,Piazza)®

Type

Further details

 Indicazioni generali per il calcolo strutturale

La compatibilità degli adesivi XEPOX con gli elementi in legno, in acciaio ed in cemento armato è assoluta. I valori di resistenza dei sistemi CNP sono notevolmente superiori rispetto a quelli singolarmente sopportabili dal legno e suoi derivati e dallo stesso calcestruzzo, con i quali ci si confronta. Per di più, la struttura molecolare degli adesivi strutturali XEPOX è immodificabile nel tempo. Nel praticare le tecniche di giunzione CNP, vengono osservate scrupolosamente le normative specifiche di settore del legno, dell'acciaio e del cemento armato, con tutte le limitazioni e cautele imposte.
Con i sistemi CNP si conseguono meccanismi di connessione rigidi (incastro), purchè si utlizzino gli idonei adesivi XEPOX. La resina XEPOX viene fatta percolare dall'alto e bagna le superfici dei fori e degli intagli, contenstualmente inviluppando gli elementi metallici che concorrono alla ripresa delle forze e le trasmettono all'altro (o altri) elementi collegati. Per la verifica dell'interfaccia legno-resina ci si confronta con il massimo valore ammissibile a taglio attribuibile al legno, essendo il legno assai più debole rispetto agli adesivi XEPOX. Per le verifiche dei collegamenti CNP si possono interpellare gli uffici tecnici delle carpenterie del legno che adottano gli adesivi XEPOX; oppure è possibile interpellare direttamente l'ufficio tecnico della Cenci Legno sas.

 Voci di capitolato sui sistemi CNP (Cenci, Noseda, Piazza)®

Fornitura e posa in opera di struttura in legno lamellare con giunzioni e collegamenti eseguiti con le tecniche CNP (Cenci, Noseda, Piazza) con inserti metallici a totale scomparsa e resine strutturali epossiamminiche bicomponenti del tipo Xepox, il tutto come rappresentato nelle tavole ..... del progetto architettonico redatto dal ..... e rappresentato in dettaglio nelle tavole ..... del progetto statico redatto dal ..... (1). Gli elementi lamellari principali ..... (2) dovranno corrispondere alle classi BS 11/ 14/ 16/ 18 (3) e prodotti in uno stabilimento europeo in possesso della certificazione di idoneità alla fabbricazione di travi per grandi luci, ad esempio: Attestato A di idoneità ad incollare strutture portanti in legno secondo DIN 1052 rilasciato dall'Istituto di Ricerca e Prove sui Materiali Otto Graf di Stoccarda. Le lamelle dovranno essere costituite da tavole di abete rosso piallate nello spessore finito di mm 33/40 e corrispondere alle classi S7/ 10/ 13 e classi MS 7/ 10/ 13/ 17 (4). Le sollecitazioni ammissibili sono quelle indicate nella prima tabella finale che completa questa voce di capitolato (5), (6).

Le giunzioni e collegamenti saranno realizzati con la tecnica CNP (Cenci, Noseda, Piazza) con inserti in acciaio completamente a scomparsa nel legno; indicativamente: barre ad aderenza migliorata FeB44k; barre tipo Dywidag; piastre in lamiera Sendzmir preforate a quinconce, piastre in lamiera striata trattate con sabbiatura SA3 con zincatura inorganica spessore 40µ. Tali inserti dovranno risultare perfettamente sgrassati e puliti (7).
I fori ed intagli strutturali e quelli con funzione di condotto per la percolazione della resina dovranno essere praticati nelle dimensioni previste dal progetto e ripuliti da ogni frammento ligneo e quant'altro e mantenuti asciutti e protetti prima della resinatura. I bordi di contatto tra i vari elementi in legno, nelle posizioni interessate dalla resinatura, dovranno essere perfettamente sigillati con silicone neutro (8).
Le confezioni contenenti i componenti A e B della resina vanno conservati nel periodo estivo in luogo fresco e sempre tenuti all'ombra e durante il periodo invernale conservati a temperatura non inferiori ai 10°C. La loro miscelazione dovrà essere effettuata solo nell'imminenza dell'operazione di resinatura ed il prodotto sarà fatto percolare velocemente e con cura. In vicinanza delle rispettive giunzioni della struttura vanno preparati piccoli campioni dell'adesivo, al fine di costatare l'indurimento. E' consentito rimuovere i puntelli e movimentare la struttura solo dopo la constatazione del perfetto indurimento dell'adesivo. Le tensioni a rottura ed i moduli di elasticità degli adesivi da utilizzarsi non dovranno essere inferiori a quell indicati nella seconda tabella finale.(9)

(1) aggiungere, togliere o modificare come ritenuto necessario; (2) oppure "tutte le travi lamellari", o altra indicazione; (3) lasciare solo la classe pertinente; vedasi tabella nella sezione "capitolato lamellare", visitando il sito www.cenci.com; (4) lasciare solo le classi pertinenti; visitare il sito già sopra indicato; si precisa che "S" sottointende la classificazione a vista e "SM" la classificazione fatta a macchina; (5) la tabella è consultabile nel sito www.cenci.com; (6) a discrezione del progettista, secondo la specificità dell'opera, può essere opportuno aggiungere su: a) collanti per lamellare; b) tolleranze dimensionali di lavorazione e montaggio; c) certificati/autocertificazioni da prodursi; (7),(8),(9) consultare la sezione "capitolato generale";





Esempi di realizzazioni di solai in legno-cemento
Palestra di Malgrate (Lc)
Copertura lamellare:
G. E G. GALLI LEGNAMI
Prog.: arch. G. Amigoni
Strutturistica in legno: geom. Giovanni Cenci
Xepox 26+Xepox 70 gel

Giunti CNP per le travi

Altra immagine delle operazioni di giunzione

In copertura solaio Luxsol® con KVH
(sistema autocontroventante senza travetti
e croci di sant'Andrea)

Vista dell'interno finito

Il giorno dell'inaugurazione
Centro sportivo univ.
San Miniato - Siena
Progetto architettonico:
arch. Giancarlo De Carlo
Progetto strutturale:
geom. Giovanni Cenci e
ing. Giovanni Noseda P.

Vista esterna

Vista interna
Impresa generale
e produttore:
COST srl
Bastia Umbra (Pg)
Strutturista esecutivo:
ing. Luigi Tomassini
Adesivo Xepox 40

Vista interna

Vista esterna

Nuove Cantine di Montalcino (Si)
Progetto generale:
ing. Corrado Prosperi
Strutt.: geom. G. Cenci
Costrutt: HOLZBAU SpA
Sist. CNP e Xepox 26

Scarpa in lamiera striata da
posizionare in sommità ai pilastri

Pilastro di supporto
delle travi principali


Vista della bottaia interrata

Continuità strutturale lamellare-C.A.

Vista interna senza catene
(continuità strutturale)

Chiesa S. Lucia
a Perugia
Progetto generale:
ing. Danilo Lucarelli
Strutt.: geom. G. Cenci
Costrutt: HOLZBAU
Sist. CNP e Xepox 35

Costruzione del grande anello d'acciaio

L'anello con le tasche
per l'incastro delle travi


Posizionamento delle prime travi

Completamento del pacchetto di copertura

Vista interna della chiesa

Aquilone di Chicco - Artsana - Grandate
Progetto: arch. G. Lucini
Strutturistica legno: geom. Giovanni Cenci
Costrutt: HOLZBAU
Sist. CNP e Xepox 35

Glulam European Award 1999

Glulam European Award 1999


Assemblaggio a terra di una delle piastre

Fase di resinatura del giunto

Il giunto "a mezzo legno" resinato


Sollevamento di una delle 4 grandi piastre

Fase di posizionamento di una piastra

Una fase dell' assemblaggio


Assemblaggio

Vista esterna

Collaudo statico


Collaudo statico

Vista interna

Vista esterna

Fondazione
Don Gnocchi a Milano

Prog. arch. Consulich
Strutt. in legno: G. Cenci
Costruttore:
HOLZBAU SpA
Sist. CNP e Xepox 35

Montaggio pensiline del Centro Girola

Altra vista

Palestra sull'isola di Mazzorbo - Venezia
Progetto generale:
arch. Giancarlo De Carlo
Strutt.: geom. G. Cenci
Costrutt: HOLZBAU SpA
Sist. CNP e Xepox 40

Assemblaggio dei portali

Particolare di una giunzione strutturale


Vista d'insieme

Vista esterna dei portali assemblati

Vista interna della struttura completata

Palestra/Tennis
a
Nesso (Co)
Progetto generale:
arch. Rodolfo Vaccarella
Strutt.: geom. G. Cenci
Costrutt: HOLZBAU SpA
Sist. CNP e Xepox 26


Assemblaggio dei portali a piè d'opera

Vista interna della struttura assemblata

Polifunzionale
a Seveso (Mi)

Progetto generale:
arch. Caimi e Asnaghi
Strutt.: geom. G. Cenci
Costrutt: HOLZBAU SpA
Sist. CNP e Xepox 26

Costruzione delle travi principali binate

Posizionamento delle travi principali


Posizionamento di una trave secondaria

Travi secondarie aggettanti
(con sciabole)

Collaudo statico

Salone parrocchiale
a Castelmarte (Co)

Progetto generale:
arch. Carlo Mauri
Strutt.: geom. G. Cenci
Costrutt: HOLZBAU SpA
Sist. CNP e Xepox 26


Vista del "castello" provvisorio sotto il giunto


I pettini FeB44K armano il giunto centrale


Ristrutturazione villa
a Monza (Mi)

Progetto generale:
arch. Faglia e Grassi
Strutt.: geom. G. Cenci
Costrutt: HOLZBAU SpA
Sist. CNP e Xepox 40

Le catene delle capriate
sono anche travi dell'impalcato

Armatura delle catene / impalcato


Inserimento dei tubi porta impianti

Vista d'assieme delle capriate assemblate

Particolare del giunto al colmo

Passerella pedonale
a Maccagno (Vb)
Progetto e struttura legno lamellare:
geom. Giovanni Cenci
Costrutt: HOLZBAU SpA
Sist. CNP e Xepox 26

Varo della passerella

"Pettini" di armatura del giunto centrale


Fase di avvicinamento dei due tronchi

Fase di avvicinamento dei due tronchi

Accostamento dei due tronchi di passerella

Palestra Extrafit a Mariano Comense
Progetto generale:
ing. PierLuigi Marzorati
Strutt.: geom. G. Cenci
Costrutt: HOLZBAU SpA
Sist. CNP e Xepox 40

Vista esterna

Vista interna delle travi di copertura

Pontificia Università Lateranense - Roma
Progetto generale:
arch. Angelo Molfetta
Strutt.: geom. G. Cenci
Costrutt: HOLZBAU SpA
Sist. CNP e Xepox 26

Travatura in C.A. di frontespizio

Attacchi metallici per le travi principali lignee


Posizionamento delle travi sui pilastri in C.A.

Solaio aule professori appeso al tetto

Vista esterna dell'assito sopra le travi

Chiesa a Loseto
di Bari

Progetto generale:
arch. Ottavio Di Blasi
Strutt.: geom. G. Cenci
Costrutt: HOLZBAU SpA
Sist. CNP e Xepox 35

Assemblaggio a terra di un "petalo"

Altra vista dell'assemblaggio a terra


Scarpe metalliche perimetrali

Resinatura di un nodo perimetrale

Vista di nodo metallico pluridirezionale


Sollevamento di un "petalo"

Vista dall'altro della struttura di copertura

Vista interna

Tettoia reticolare spaziale mq 1000
a Bregnano (Co)

Prog.: arch. Carlo Rivi
Strutt.: geom. G. Cenci
Costrutt: CENCI LEGNO
Sist. CNP e Xepox 40


Assemblaggio della tettoia durante l'inverno

Vista dall'interno della struttura


Una fase del sollevamento

Traslazione della tettoia

Inserimento della tettoia nel vano in facciata



You might also like...
Recently Viewed