Carrello
MyProducts

Climatizzatori fissi

(158 prodotti)
Il climatizzatore fisso è l’elettrodomestico principale per difendersi dal caldo e migliorare la qualità di vita nelle nostre abitazioni. E’ importante scegliere quello più adatto alle tue esigenze e all’ambiente da climatizzare; per fare questo occorre innazitutto capire se desideri una macchina che rinfreschi soltanto, o che ti permetta di avere anche emissione di aria calda durante i mesi invernali; in questo secondo caso devi optare per un climatizzatore a pompa di calore.Inoltre è indispensabile capire dove deve essere posizionato, in quanto proprio la disposizione può far variare la sua efficacia, scegli quindi un punto dell’abitazione che non abbia barriere e dalla forma regolare, permetterai così all’aria fresca di poter circolare liberamente e quindi diffondersi senza problemi.
Altro aspetto importante è il giusto dimensionamento dell’impianto: in base al volume dell’ambiente da rinfrescare si sceglierà il fabbisogno di BTU (unità di misura della potenza dei climatizzatori). Per un calcolo indicativo si può moltiplicare per 100 il volume della stanza, ad esempio per un locale di 30mq (quindi circa 90mc) occorre prevedere una macchina che abbia una potenza di 9.000 BTU.
Si parla di climatizzatori monosplit, quando ad un’unità esterna corrisponde una ed una sola unità interna, i climatizzori multisplit invece collegano ad un’unita esterna, due o più split interni. Questo sistema permette di poter avere in ogni stanza della casa un climatizzatore da gestire in maniera indipendete. Tutti gli split sono collegati all’unità esterna attraverso un impianto canalizzato.
Un’altra importante differenza tra i vari climatizzatori è la tecnologia, esistono infatti sul mercato climatizzatori con sistema inverter e climatizzatori con sistema on-off, vediamo le caratteristiche.
Un climatizzatore con sistema on-off eroga aria fresca (o calda) a potenza costante, quando l’aria nell’ambiente raggiunge la temperatura desiderata l’apparecchio si spegne (se dotato di termostato) e si riaccende non appena viene rilevato un nuovo aumento di temperatura. Questo accendi spegni richiede un picco iniziale che consuma molta energia. Il sistema ad inverter invece prevede che la potenza del climatizzatore si regoli automaticamente una volta raggiunta la temperatura desiderata, questo permette un notevole risparmio di corrente elettrica, si parla del 30% di riduzione dei consumi.
Non dimenticare l’importanza della funzione Dry o di deumidificazione, questo sistema consente di migliorare la qualità dell’aria presente nella stanza e solitamente è sufficiente a far scendere la temperatura nell’abitazione senza quindi azionare ulteriori funzioni di raffrescamento.
Come tutti gli altri elettrodomestici occhio all’etichetta energetica, prediligi un modello in classe A, ti garantirai così consumi più contenuti. Inoltre ricorda che per non sprecare energia è importante utilizzare consapevolmente il climatizzatore: chiudi porte e finestre per evitare inutili dispersioni, non scendere sotto i 26°, imposta un timer per la notte e quando è possibile utilizza solo la funzione Dry.
Pagina di 3