Archiproducts Design Awards 2017: la giuria

40 studi internazionali di architettura valuteranno i prodotti candidati alla nuova edizione dei premi

Letto 1937 volte
Archiproducts Design Awards 2017: la giuria
29/06/2017 - Gli Archiproducts Design Awards, i premi dedicati al design internazionale con al centro la “cultura del progetto”, tornano per la seconda edizione con una giuria composta da 40 tra i più interessanti studi internazionali di progettazione e alcuni fotografi di architettura tra i più affermati nel mondo.
 
A valutare le proposte sarà una commissione composta per la maggior parte da Architetti. Sono infatti questi ultimi i veri giudici del prodotto, poiché sono loro che ne studiano a fondo le caratteristiche per poter valutare di volta in volta la scelta delle soluzioni e dei materiali più adatti ad un progetto.
 
Ed ecco i primi nomi dei giurati che partecipano agli Archiproducts Design Awards 2017.
Mario Bellini: 8 volte Compass Award Winner, con 25 dei suoi lavori esposti al MoMA e una fama internazionale, è uno degli Architetti italiani più conosciuti e apprezzati nel mondo. A seguire Ben Van Berkel, l’architetto olandese fondatore di UNStudio, con sede ad Amsterdam, Shangai e Hong Kong, e lo studio norvegese Snøhetta.
 
Partecipano per la prima volta come giurati lo studio milanese Piuarch, l’architetto giapponese Satoshi Kurosaki, fondatore di Apollo Architects e maestro dell’ “innovative architecture”, il torinese Carlo Ratti, l’architetto italiano che pone il focus sull’impatto delle tecnologie digitali nella progettazione, lo studio spagnolo Cruz y Ortiz Arquitectos e Clemens Kusch dello studio tedesco gmp architekten.
 
Riconfermano la presenza nella giuria anche per questa edizione lo studio genovese 5+1aa, il brasiliano Marcio Kogan, l’architetto israeliano Pitsou Kedem, lo spagnolo Fran Silvestre, il duo torinese Marcante-Testa dello studio UdA Architetti e Masquespacio, lo studio spagnolo che unisce alla passione per l’interior design le competenze del Marketing.
 
E ancora: lo studio olandese i29 interior architects, l’architetto Primo Orpilla dello studio o+a - ideatore delle sedi di Facebook, Microsoft, Samsung e Levi Strauss - e lo studio milanese multidisciplinare Studiopepe.
 
Ma non ci sono solo studi di progettazione nella giuria degli ADA 2017. Tra i 40 giurati, anche quest’anno a giudicare i prodotti candidati ci sono alcuni tra i migliori fotografi internazionali di architettura. Fernando Guerra - portoghese, fondatore insieme al fratello Sergio dello studio fotografico Últimas reportagens - è tra questi, insieme a Fernando Alda - fondatore dello studio di fotografia spagnolo Fernando Alda Fotografía - e Roland Halbe, co-fondatore di Artur Images, un archivio online di immagini di architettura e interior design con circa 200 fotografi internazionali registrati.
 
Questi i primi nomi della giuria della seconda edizione degli Archiproducts Design Awards. Una giuria indipendente che agisce autonomamente online e senza condizionamenti. Totalmente imparziale, ogni membro attribuirà al prodotto un punteggio dopo averlo analizzato e valutato. Un’analisi attenta ai minimi dettagli, che studi e fotografi condurranno sulle proposte di ciascun brand.
 
I prodotti ritenuti meritevoli verranno premiati con il titolo di “Winner” per 14 categorie - Arredo, Bagno, Cucina, Outdoor, Ufficio, Contract, Illuminazione, Decor, Finiture, Rivestimenti, Edilizia, Tech, Materiali da costruzione - e riceveranno un oggetto di Design realizzato appositamente in occasione degli Archiproducts Design Awards 2017.
 
Le candidature dovranno essere inviate entro e non oltre l’8 settembre 2017.
 
Ogni brand può candidare da 1 a 5 prodotti.
 
I “Winners” verranno annunciati ad Ottobre 2017.
Lascia un commento
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google Plus Condividi su Tumblr Condividi su Pinterest