Il frassino 'scolpito' da Guillaume Delvigne

Eora, la seduta in legno e tessuto disegnata per Monolithe

Letto 517 volte
Il frassino 'scolpito' da Guillaume Delvigne
12/02/2018 - Sembra nascere da un unico pezzo di legno massello, tornito e intagliato in modo da accogliere una morbida scocca rivestita in tessuto o pelle. Si tratta di Eora, la sedia disegnata per il brand francese Monolithe da Guillaume Delvigne, il cui segno rimanda ad una lavorazione artigianale, come se si trattasse di un oggetto scolpito a mano.

“Monolithe desiderava una seduta con una forte personalità. Una seduta comoda e confortevole, dalle linee decise, quasi iconiche, ma al tempo stesso rassicuranti e che potesse essere utilizzata in ambienti contract ma anche domestici.”

La struttura in frassino a vista è il cardine del progetto di Guillaume Delvigne. Un tratto marcato che richiama il “primitivo”, quasi fosse un oggetto scolpito a mano, a creare un trespolo che accoglie la seduta rivestita con i tessuti del brand danese Gabriel, specializzato nella lavorazione di tessuti in lana. Nuance decise che evidenziano il dettaglio in legno della struttura in frassino naturale, tinto noce o tinto nero.

L’intero lavoro di Guillaume Delvigne è influenzato dall’opera visionaria di Ettore Sottsass e Andrea Branzi, da cui eredita l’arte attenta del dettaglio, sia esso poetico, sopra le righe, radicale e mai arbitrario.

Monolithe Edition su ARCHIPRODUCTSIl frassino 'scolpito' da Guillaume Delvigne

Il frassino 'scolpito' da Guillaume Delvigne

Il frassino 'scolpito' da Guillaume Delvigne

Il frassino 'scolpito' da Guillaume Delvigne

Il frassino 'scolpito' da Guillaume Delvigne

Il frassino 'scolpito' da Guillaume Delvigne

Lascia un commento

Prodotti correlati

Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google Plus Condividi su Tumblr Condividi su Pinterest