Il legno secondo Pedrali

Richiami allo stile Windsor per Nym; ispirazione industrial per Arki-Stool

Letto 1060 volte
Il legno secondo Pedrali
14/07/2017 - Resistenti e confortevoli. Queste le caratteristiche delle collezioni in legno di Pedrali, costituite da sedute, tavoli e complementi d’arredo sviluppati con l’idea di utilizzare le essenze più pregiate come il rovere, il frassino e il noce, abbinando materiali plastici e metalli e studiando soluzioni di incastro ed incollaggio ottimali.  

Tra le ultime creazioni realizzate con questo nobile materiale e presentate all’edizione 2017 del Salone del Mobile di Milano rientra la collezione di sedute in massello di frassino Nym, disegnata da Cazzaniga Mandelli Pagliarulo.

Una famiglia caratterizzata da profili ellittici e che si ispira alla tradizione delle sedute Windsor pur distanziandosi da essa, rivisitando in chiave contemporanea e dando nuova linfa vitale a linee entrate nella storia del design. Sedia e poltroncina sono disponibili con gambe in frassino, slitta in tondino d’acciaio o base girevole con meccanismo di ritorno.  

Ad arricchire la famiglia Arki ci ha invece pensato lo sgabello Arki-Stool, caratterizzato da un look industrial reinterpretato in chiave funzionale. Il sedile e le gambe, quest’ultime abbracciate da un poggiapiedi in acciaio, sono in massello di rovere. La versatilità è garantita dall’alzata a gas che consente di variare comodamente l’altezza da 650mm a 755mm.  

Le collezioni Nym e Arki-Stool sono state realizzate all’interno della sede produttiva di Manzano, inaugurata nel 2005 e situata in provincia di Udine, nel cuore del Distretto della Sedia. La divisione legno dell’azienda italiana dispone di macchine a controllo numerico di ultima generazione per la fresatura e la contornatura, oltre a presse per l’incollaggio del massello, del multistrato e di tamburatura. La verniciatura avviene mediante un impianto robotizzato che utilizza vernici all’acqua, garantendo ottime performance di resistenza chimica e fisica e limitando l’emissione di sostanze volatili nocive per l’uomo e l’ambiente.   

Dal 2013 l’unità produttiva di Manzano può contare sulla certificazione FSC™C114358 per la Catena di Custodia del legno, che garantisce la provenienza della materia prima da foreste gestite in maniera corretta e responsabile secondo rigorosi standard ambientali, sociali ed economici. 

L’impegno per la sostenibilità ambientale è parte integrante del sistema di valori dall’azienda e si traduce concretamente nell’ottenimento di importanti certificazioni internazionali, tra le quali la  certificazione di prodotto GREENGUARD, che fornisce la garanzia che i prodotti progettati per l’utilizzo in ambienti interni rispettino severi limiti di emissioni chimiche, e di processo come ISO 9001, che certifica il Sistema di Gestione Qualità dell’azienda italiana. Inoltre, nel corso dell’edizione 2017 del Salone del Mobile di Milano, Pedrali ha ricevuto la certificazione ISO 14001 per il Sistema di Gestione Ambientale, che attesta il rispetto delle pratiche a protezione dell’ambiente, prevenendo l’inquinamento, riducendo l’entità dei rifiuti, il consumo di energia e dei materiali. 
 

PEDRALI su ARCHIPRODUCTSIl legno secondo Pedrali

Il legno secondo Pedrali

Il legno secondo Pedrali

Il legno secondo Pedrali

Lascia un commento

Prodotti correlati

Scopri il Brand

PEDRALI

Mornico al Serio, Italia
Contatta l'azienda

Notizie correlate

Pedrali partecipa ad Host
Pedrali per Bohem La Stazione
Pedrali arreda il Pyrgos Restaurant di Santorini
BimBamBum: a Tirana un nuovo spazio dedicato all’infanzia
Pedrali: Summer Inspirations
Solid Geometry by Pedrali
Pedrali sbarca a Londra con 'Olivo'
Spring calling
Pedrali a Versailles
Vivace versatilità: Pedrali a Stoccolma
Relax, convivialità, versatilità. Pedrali a IMM
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google Plus Condividi su Tumblr Condividi su Pinterest