Il legno secondo Potocco

Quattro arredi tra leggerezza e resistenza, flessibilità e versatilità

Letto 345 volte
Il legno secondo Potocco
27/06/2018 - Essenziale nella sua naturalezza, il legno è un materiale pieno di fascino. Tramite lavorazioni da alta ebanisteria, Potocco da’ vita ad arredi che combinano tradizione e innovazione,  leggerezza e resistenza, flessibilità e versatilità.

AVANT - design Gabriele e Oscar Buratti 
Un volume rigoroso che vive del calore e delle vibrazioni date dal movimento naturale del frassino, materiale vivo scelto per disegnare le forme della famiglia di contenitori AVANT. Declinato nella versione credenza, con gambe in due altezze, e madia, Avant è una proposta minimale ma caratterizzata da dettagli curati e sofisticati: la parte superiore delle ante battenti e dello schienale dei mobili, realizzata in massello di frassino, sovrasta leggermente il piano disponibile in marmo o vetro retroverniciato, creando una sorta di vassoio. 

Il bordo massellato non è solo elemento funzionale ma rappresenta una vera e propria caratteristica estetica distintiva di Avant: la venatura del legno che sulle ante è verticale, risulta girata in orizzontale in corrispondenza del massello, una lavorazione artigianale di altissimo pregio. Completa il progetto il dettaglio delle essenziali gambe in ottone brunito.

WOOD_Y - design Chiara Andreatti 
Un sorprendente déjà-vu che reinterpreta in chiave contemporanea degli arredi classici e senza tempo, coniugando perfettamente tradizione e concept innovativo. Chiara Andreatti disegna per Potocco la collezione WOOD_Y composta da consolle free-standing e consolle a muro, pensate per arricchire la zona living, l’ingresso o il corridoio con un arredo funzionale ma al tempo stesso dal design innovativo. 

Nella versione scrittoio, è perfetto per l’home office, con l’opzionale dettaglio del cassetto sotto piano nella stessa finitura del mobile. L’intera struttura è realizzata in faggio con una morbida finitura laccato nero opaco effetto velvet, arricchita da piccoli dettagli di pura sofisticazione: i piedini e le teste delle viti di fissaggio, entrambi con finitura ottone brunito, ne ritmano la linearità. 

SCHEGGIA - design Mario Ferrarini
Geometrie che dialogano in un perfetto equilibrio di eleganti curvature e forme affusolate caratterizzano la poltrona lounge SCHEGGIA. Un’impronta stilistica che emerge anche dal nome, volto a richiamare una seduta dal profilo dinamico e rigoroso.

Lo schienale, i braccioli e le gambe in massello di noce canaletto prendono idealmente forma da una linea continua, il cui calibrato disegno dal segno deciso è dettato dalle venature stesse del legno, con una lavorazione da alta ebanisteria, facendo di Scheggia un prodotto emblematico dell’incredibile maestria artigianale dell’azienda. Il disegno della poltroncina che risulta rastremato ai bordi e la cura minuziosa di ogni dettaglio, trasmettono una sensazione di leggerezza e al tempo stesso di austerità che si stempera nel disegno intrecciato della seduta realizzata in cordino “Gassa” color testa di moro e sapientemente avvolta intorno alla struttura. Disponibile a scelta un cuscino di seduta rivestito in tessuto o pelle.

OTAB - design Gabriele e Oscar Buratti
OTAB è un progetto che nasce da un pensiero ben preciso con cui Gabriele e Oscar Buratti, rivolgendosi in particolare al mercato orientale, propongono un tavolo tondo di grande dimensioni, un monolite materico che nasce dall’accostamento di due forme pure e geometriche, il cerchio e il cilindro. 

Semplice nel disegno ma sofisticato nelle lavorazioni e nelle connessioni creative tra materiali, Otab è una proposta giocata sulle proporzioni: al volume imponente, secco e preciso della base, fa da contrappunto l’essenzialità del piano al quale può essere abbinato, a scelta, un vassoio girevole in marmo o frassino da posizionare al centro. La base scultorea in frassino si accosta ad un sottile top in marmo oppure in frassino per una versione total look che si caratterizza per il particolare disegno della massellatura che, creando un motivo decorativo, incornicia il piano e per la lavorazione del legno che lo raccorda in modo fluido al basamento.

Potocco su ARCHIPRODUCTSIl legno secondo Potocco

Il legno secondo Potocco

Il legno secondo Potocco

Il legno secondo Potocco

Il legno secondo Potocco

Il legno secondo Potocco

Il legno secondo Potocco

Il legno secondo Potocco

Il legno secondo Potocco

Il legno secondo Potocco

Lascia un commento

Hot Topics

potocco

Prodotti correlati

Notizie correlate

Potocco. Lo spazio esterno diventa estensione di quello interno
Dai contenitori di Chiara Andreatti agli imbottiti di David Lopez Quincoces
Le proposte Potocco per il living
Potocco ad Hong Kong
Potocco per indoor e outdoor. Parola d'ordine: convivialità
Potocco arreda il lounge bar dell’Hotel Falkensteiner a Jesolo
Legno, marmo, metallo e tessuto
Loom. Ispirazione anni ’50
Vai al prossimo articolo
Potocco. Lo spazio esterno diventa estensione di quello interno
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google Plus Condividi su Tumblr Condividi su Pinterest