LafargeHolcim Awards 2017 Regione Europa

Sostenibilità sistematica e multifunzionale. I progetti vincitori

Letto 912 volte
LafargeHolcim Awards 2017 Regione Europa
12/10/2017 - I giorni in cui la sostenibilità di un progetto di costruzione era una questione di misure ad hoc sono trascorsi – ora l’edilizia sostenibile è diventata sistematica e specifica. Ciò è stato ampiamente testimoniato dai risultati dei LafargeHolcim Awards nella regione Europa: il primo premio è stato condiviso da due progetti a Bruxelles, entrambi eccellenti in termini di multifunzionalità.

I LafargeHolcim Awards vanno ben oltre la bellezza degli edifici. Si distinguono come la competizione più significativa al mondo per l’edilizia sostenibile. I criteri per l’assegnazione dei 2 milioni di dollari sono impegnativi quanto l'obiettivo della sostenibilità stessa. Il concorso è aperto a progetti che si trovano in una fase avanzata di progettazione, ma non sono finiti. Si cercano progetti che vanno al di là degli standard attuali, mostrano risposte sostenibili a questioni tecnologiche, ambientali, socioeconomiche e culturali che interessano l’edilizia moderna e forniscono soluzioni nuove, sorprendenti e veramente visionarie rispetto al modo in cui costruiamo abitualmente.
 
Dalla pianificazione urbana all'innovazione tecnica
La nozione di sostenibilità si è radicalmente evoluta, spiega il professor di architettura Marc Angélil, membro del consiglio di LafargeHolcim Foundation: 'Sostenibilità in passato voleva dire che si era arricchito un progetto con componenti sostenibili, come ad esempio i pannelli solari. Oggi la sostenibilità è vista in modo molto più completo; la costruzione sostenibile è diventata molto più sistematica e specifica '.

Lo spettro dei 792 progetti validi dalla regione Europa è ugualmente esteso dal design urbano all'innovazione tecnica. Alla fine, la giuria di esperti, guidata da Harry Gugger, professore di architettura presso la EPFL di Losanna (Svizzera), ha deciso di assegnare un ex aequo a due concorrenti. Questi progetti rappresentano una nuova era nell’edilizia sostenibile perché non sono caratterizzati da misure stand-alone ma da concetti olistici che integrano aspetti tecnici, sociali, economici e ecologici in modo equilibrato. Entrambi i progetti si trovano in un distretto di Bruxelles per il quale è stato sviluppato un masterplan urbano - il canale Willebroek. Questo masterplan supporta la conservazione della diversità dell'uso del territorio all'interno del distretto industriale e cerca quindi di mantenere Bruxelles come città diversificata e vibrante. Come centro di un'Europa dinamica, è un obiettivo particolarmente adatto per la capitale belga.
 
Gold ex aequo: Gestione intelligente dei rifiuti a Bruxelles, Belgium
Con il suo progetto, il team di TETRA architecten di Bruxelles intende integrare le esigenze di una società di smaltimento rifiuti con il rapido sviluppo del distretto dei canali: all'interno della struttura è reso disponibile spazio per usi pubblici come ad esempio aree verdi. L'edificio accuratamente equilibrato consente future trasformazioni e lascia aperte le opzioni di sviluppo - un'interpretazione particolarmente intelligente del termine 'sostenibilità'. 'Portando in primo piano lo scheletro infrastrutturale il progetto unisce aspetti economici ed estetici, offrendo una forma di architettura resiliente che trasforma i limiti in vantaggi qualitativi', ha elogiato la giuria.
 
Gold ex aequo: Integrazione di un impianto di calcestruzzo of a Bruxelles, Belgium
Il progetto complementare degli architetti e dello studio BC di Bruxelles propone soluzioni adeguate per integrare un impianto esistente in un contesto urbano in espansione e impedire così la perdita di un pezzo significativo del tessuto industriale della città. Anche qui, la permeabilità è un aspetto centrale. 'La gamma di movimenti architettonici dà credito all'ambizione di combinare ciò che a prima vista potrebbe sembrare improbabile: la convivenza letterale di funzioni altrimenti incompatibili', ha commentato la giuria. Urban integration of an existing concrete mixing facility, Brussels, Belgium

Urban integration of an existing concrete mixing facility, Brussels, Belgium

Bronze: Posti auto abitati a Londra, United Kingdom
Come in molte grandi città, la capitale britannica ha una grave mancanza di alloggi a prezzi accessibili. ZEDpods a Londra vuole risolvere questa situazione. Il progetto prevede di utilizzare l'impronta di posti auto esistenti per creare spazi residenziali tramite impilamento verticale per i pendolari, gli studenti e gli altri stakeholder - tutti realizzati con elementi locali che possono essere rapidamente assemblati in 'appartamenti impilati' sostenibili. Lo spazio multiuso è nuovamente in prima linea. L'autore del progetto ha 'una visione di un'architettura socialmente responsabile, ecologicamente sana e economicamente accessibile', dichiara la giuria. Adaptable structure for a garbage collection company, Brussels, Belgium

Adaptable structure for a garbage collection company, Brussels, Belgium

Premi di riconoscimento: Portare il passato nel presente
Nelle cerimonie regionali dei LafargeHolcim Awards, quattro progetti in ciascuna regione ricevono un premio di riconoscimento. Il team di Ascociata Culturala Grivita 53 vuole dare a Bucarest in Romania, il suo primo teatro indipendente da diversi decenni, attraverso l'abile utilizzo di una struttura esistente. Gli architetti AGi di Madrid vogliono sviluppare un sito archeologico di scavo a Pontevedra, in Spagna; anche qui, la multi-funzionalità svolge un ruolo chiave. Karamuk Kuo Architekten di Zurigo hanno utilizzato un sistema di flessibilità sostenibile nella progettazione di un centro di scavo presso il sito archeologico romano Augusta Raurica in Svizzera. E il NP2F a Parigi sta progettando un centro ricreativo a Bordeaux, in Francia, che sia tanto spazioso quanto originale.
 
I premi Next Generation: il futuro è nelle loro mani
Quattro premi sono stati assegnati nella categoria Next Generation per studenti e professionisti fino a 30 anni. Questa categoria è diventata sempre più popolare e cerca progetti visionari e idee audaci, e dà ai giovani professionisti visibilità e una piattaforma per ricevere dei riconoscimenti. Per la prima volta nella storia dei LafargeHolcim Awards, sono stati presentati più progetti nella categoria Next Generation rispetto alla categoria principale. I due premi più importanti della categoria Next Generation europea sono andati in Polonia. Malgorzata Mader ha in piano di trasformare un vecchio edificio industriale situato a Lodz in un nuovo spazio abitativo a uso flessibile. Jakub Grabowski ha vinto il secondo premio; ha pianificato il restauro e il riutilizzo flessibile di un complesso storico di edifici in Otyn. Anna Andronova dalla Russia ha ricevuto il terzo premio per un modello virtuale basato su Kazan che mira a spingere la sostenibilità nel regno digitale. Il quarto premio è andato a Frédéric Bouvier della Svizzera. Ha proposto una struttura che potrebbe aiutare a combattere gli incendi boschivi nella regione di Collobrières in Francia. Zero Energy Development units on parking lots, London, United Kingdom

Zero Energy Development units on parking lots, London, United Kingdom

Dal progetto alla realtà per gli studiosi francesi
Questa è la quinta edizione del concorso LafargeHolcim Awards e più di 200 progetti sono stati premiati in tutto il mondo. Più della metà sono o saranno presto costruiti o sono stati completati. Questo dimostra che i LafargeHolcim Awards non riguardano castelli in aria, ma misure tangibili che portano progressi nel mondo dell’edilizia. Questo elemento di cambiamento reale è sottolineato da un premio che viene assegnato per la prima volta nel 2017: il 'LafargeHolcim Building Better Recognition'. Viene assegnato ad un progetto vincente di una precedente edizione, che è stato costruito e che è stato nel tempo la prova e un esempio particolarmente efficace di edilizia sostenibile. In Europa, questo riconoscimento è stato assegnato a Gilles Delalex e alla sua squadra di Muoto Architecture Studio di Parigi. Gli architetti sono stati brillanti nell’organizzare infrastrutture per otto università sotto il tetto di un edificio economicamente efficiente. Il progetto vinse il premio LafargeHolcim Awards Silver nel 2014. L'edificio è stato completato nel 2016 e costituisce la prova che la teoria può effettivamente esistere nella pratica.
 
I premi contribuiscono a diffondere il senso comune della sostenibilità
Il grande interesse degli architetti, degli ingegneri, dei progettisti urbani e dei progettisti dimostra che la sostenibilità è diventata una questione di 'buon senso' nell'industria delle costruzioni. Il quinto ciclo del concorso ha attirato più di 5.000 progetti da autori in 121 paesi. 3.606 sono state ritenute valide, e più della metà di sono passate alla fase di pre-screening. Sono quindi state valutate da cinque giurie esperte indipendenti nelle regioni di Europa, America del Nord, America Latina, Africa Medio Oriente e Asia Pacifico. I giudici hanno valutato i progetti basandosi sui cinque 'target issues' per l’edilizia sostenibile stabiliti da LafargeHolcim Foundation - principi che definiscono l’edilizia sostenibile in modo olistico. I vincitori di oro, argento e bronzo di ciascuna regione competono per il Global LafargeHolcim Awards nel 2018.

Holcim (Italia) su ARCHIPRODUCTSRoman settlement excavation center Augusta Raurica, Augst, Switzerland

Roman settlement excavation center Augusta Raurica, Augst, Switzerland

Converting a factory into housing, Lodz, Poland

Converting a factory into housing, Lodz, Poland

Neighborhood recreation center, Bordeaux, France

Neighborhood recreation center, Bordeaux, France

Urban integration of an existing concrete mixing facility, Brussels, Belgium

Urban integration of an existing concrete mixing facility, Brussels, Belgium

Monastery conversion for a behavioral addictions rehabilitation facility, Otyn, Poland

Monastery conversion for a behavioral addictions rehabilitation facility, Otyn, Poland

Lascia un commento

Scopri il Brand

Holcim-italia

Merone, Italia
Contatta l'azienda
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google Plus Condividi su Tumblr Condividi su Pinterest