Matteo Thun & Antonio Rodriguez per Désirée

Semplificazione formale + materiali caldi e naturali. la collezione Arlon

Letto 497 volte
Matteo Thun & Antonio Rodriguez per Désirée
31/05/2018 - Divani componibili e madie frutto della semplificazione formale e della scelta di materiali caldi e naturali. È questa l’essenza della collezione Arlon di Désirée, firmata Matteo Thun e Antonio Rodriguez e presentata al Salone del Mobile 2018. 

I divani di questa nuova collezione, si caratterizzano per elementi quali leggerezza, eleganza e morbidezza. Proprio le imbottiture, la sospensione della seduta - grazie ad una struttura nascosta in metallo e alluminio - e la base, contraddistinta da una decisa personalità, rendono il prodotto estremamente raffinato. 

La flessibilità compositiva permette la massima personalizzazione del prodotto, con la possibilità di aggiungere esili braccioli con cuscini, divani e terminali a pozzetto, elementi, angolo, penisola e pouf. L'elegante base in metallo è disponibile nelle finiture oro opaco o nichel brunito, per rispondere alle diverse esigenze di gusto abitativo. 

La collezione Arlon comprende anche le madie: eleganti mobili contenitori in olmo tinto, creta e legno laccato lucido, impreziositi in ogni dettaglio, anche nella struttura interna in laccato opaco, coordinato con la finitura che ritroviamo nel top. 
Questi contenitori sono disponibili in molteplici dimensioni.

Arlon, come tutti i progetti del duo Thun e Rodriguez, è frutto di un approfondito studio dei materiali, delle tecnologie, del mercato e della committenza di questi designer il cui obiettivo è influire sull’evoluzione dei gesti quotidiani, combinando estetica essenziale e funzionalità immediata. 

Désirée divani su ARCHIPRODUCTS
Lascia un commento

Notizie correlate

Tra agrumi e ulivi secolari sorge Casa Dante
La leggerezza del fiore di Loto come fonte d'ispirazione
Matteo Thun & Antonio Rodriguez per Désirée
Okrezna Attic. Legno di rovere ed elementi total black
Il divano Glow-in di Désirée per il progetto Hortus
Setsu & Shinobu Ito per Désirée
Vai al prossimo articolo
Tra agrumi e ulivi secolari sorge Casa Dante
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google Plus Condividi su Tumblr Condividi su Pinterest