Sperimentazione e leggerezza. Alias a Colonia

Un loft di 140 mq accoglie una ‘libreria’ di collezioni

Letto 1603 volte
Sperimentazione e leggerezza. Alias a Colonia
11/01/2018 - Una struttura autoportante, modulare, leggera e completamente smontabile raccoglie il mondo Alias a imm cologne 2018. Il progetto dello stand è firmato dagli architetti Renato Stauffacher e Andrea Sanguineti, brand manager dell’azienda. Si tratta di un elemento strutturale che accompagna Alias in ogni fiera, di volta in volta riadattato allo spazio grazie a un concept componibile ed ecosostenibile che supera il concetto dello stand usa e getta.
 
Realizzato da TensoForma, l’impianto reticolare unisce solidità strutturale e leggerezza visiva, diventando un supporto su cui inserire sistemi di illuminazione, dettagli d’arredo e pannelli che dividono gli spazi o li chiudono a seconda delle esigenze. In occasione di Imm 2018, Alias ha puntato su elementi traslucidi che, a seconda dei punti di vista, appaiono trasparenti o completamente opachi. L’estetica dello stand è affidata così all’essenza dei materiali.
 
L’esperienza dell’abitare di Alias a Colonia è un loft di 140 metri quadrati dove le collezioni, firmate da designer internazionali, trovano spazio in una serie di scaffalature, e sono così presentate come una vera e propria libreria di prodotti.
 
Lo spazio invita all’esplorazione e alla sperimentazione: una grande area living vede protagonisti il divano okome  contract di Nendo, proposto anche nella versione più raccolta; la poltrona twelve di PearsonLloyd e il tavolo zero di Ron Gilad. Di fronte, le sedute eleven high back di PearsonLloyd e gran kobi di Patrick Norguet. E ancora, il tavolo hiwood di Gabriele e Oscar Buratti, presentato con le sedute twig, nella variante comfort, e la meetingframe 52 di Alberto Meda nella versione soft.
 
Protagonista della zona notte è okome bed, il nuovo letto disegnato da Nendo, che riprende le forme morbide della collezione e rende omaggio alla perfezione dei ciottoli levigati dall’acqua.
 
Un’area più intima è dedicata all’home office con il tavolo frametable, con il piano in marmo; la seduta slim conference, la poltrona e il pouf della collezione di PearsonLloyd completano lo spazio. Infine, le librerie a soffitto aline di Dante Bonuccelli suddividono gli ambienti dello stand.


Alias su ARCHIPRODUCTSSperimentazione e leggerezza. Alias a Colonia

Sperimentazione e leggerezza. Alias a Colonia

Sperimentazione e leggerezza. Alias a Colonia

Sperimentazione e leggerezza. Alias a Colonia

Sperimentazione e leggerezza. Alias a Colonia

Sperimentazione e leggerezza. Alias a Colonia

Sperimentazione e leggerezza. Alias a Colonia

Sperimentazione e leggerezza. Alias a Colonia

Sperimentazione e leggerezza. Alias a Colonia

Sperimentazione e leggerezza. Alias a Colonia

Sperimentazione e leggerezza. Alias a Colonia

Sperimentazione e leggerezza. Alias a Colonia

Sperimentazione e leggerezza. Alias a Colonia

Sperimentazione e leggerezza. Alias a Colonia

Sperimentazione e leggerezza. Alias a Colonia

Sperimentazione e leggerezza. Alias a Colonia

Lascia un commento

Prodotti correlati

Notizie correlate

A Barcellona uno spazio di lavoro dinamico e non convenzionale
Alias alla Stockholm Furniture & Light Fair
Legno massello sottile come un foglio
Alberto Meda + Alias. Purezza formale
Alias per il 'Fiore di Pietra' di Mario Botta
Tavolo Zero by Ron Gilad
'Un piano di supporto e un contenitore nel quale sembra liquefarsi'
Alias al Design District 2017
Alias + Fujimoto, Nendo, Gilad, Buratti
Linee leggere, profili sottili, morbide imbottiture
Vai al prossimo articolo
Legno massello sottile come un foglio
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google Plus Condividi su Tumblr Condividi su Pinterest