Porro

Montesolaro / Italia

Contatta l'azienda
Sito Web
Condividi
Fondata nel 1925 in Brianza, culla italiana della produzione del mobile di qualità, Porro è oggi tra i marchi più apprezzati nel mondo dell’arredo per la ricerca sulle finiture, la raffinatezza delle linee e la qualità tecnica dei dettagli negli arredi e nei complementi. Porro si contraddistingue per la capacità di scegliere e lavorare il legno, proponendo una gamma di finiture particolarmente ampia e accurata, facendo ricorso alle più recenti tecnologie per le laccature così come a pregiate tecniche di lavorazione riportate alla luce dal passato. Vero e proprio patrimonio aziendale, la selezione delle essenze viene rinnovata di anno in anno ed è curata personalmente dalla famiglia Porro, memoria storica e profonda conoscitrice del materiale, insieme a Piero Lissoni, art director dal 1989, che con la propria sensibilità di architetto e designer suggerisce spunti ed utilizzi sempre nuovi.

Sistemi per gli ambienti giorno e la zona notte, per il mondo della casa e quello dell’ufficio, nei quali il valore del progetto è in primo piano. Un progetto attento alla cura del particolare come le cerniere invisibili e meccanismi di apertura push-pull. Alcune tecnologie sono state brevettate per dare ancora più consistenza e valore all’identità del prodotto.

La produzione Porro si completa con armadi e cabine armadio, letti, librerie, sedie, tavoli e complementi, che per la loro neutralità non solo dialogano in perfetta armonia con il resto della produzione Porro, ma si sposano bene con tutti gli ambienti.

Porro: storia di un successo

Nella frazione Montesolaro di Carimate, in Brianza, i fratelli Giulio e Stefano Porro aprono nel 1925 il loro laboratorio volto alla produzione di arredi in stile destinati alla nuova borghesia milanese. Il passaggio alla seconda generazione Porro, con i cugini Carlo, Arturo e Silvio, segna negli anni '50 la svolta al moderno, anche grazie alla fruttuosa collaborazione con l'architetto Giulio Moscatelli, che nel 1955 disegna il nuovo laboratorio vicino alla casa di famiglia. Negli anni ‘60 la trasformazione in industria richiede un nuovo polo produttivo, aperto nel 1968.

L’azienda si lega fin dalle sue origini ad alcune delle più importanti firme del design italiano come Bruno Munari, che nel 1966 viene chiamato a progettare il logo aziendale: è sua l’idea di trasformare le due lettere O della parola Porro in due viti viste da sopra, racchiudendo nel simbolo di un’azienda votata alla trasformazione del legno il proprio strumento di lavoro più rappresentativo.

Dalla metà degli anni '80 con l’ingresso in azienda della terza generazione, il design assume un ruolo trainante: comincia in questo momento la collaborazione con Piero Lissoni, che firma negli anni alcune delle icone aziendali come il tavolo Ferro (1994), un pezzo scultoreo che riflette alla perfezione la pulizia formale del brand. La partecipazione alla fiera del Mobile di Colonia, la collaborazione con i designer tedeschi Werner Aisslinger e Wolfgang Tolk e l'ingresso nel mercato tedesco, sono le prime tappe di un processo di internazionalizzazione che si consolida negli anni '90, con la creazione di una rete di agenti mondiale, e la partecipazione ad esposizioni nei 5 continenti.

La successiva apertura a designer esterni, tra cui Christophe Pillet, Jean Marie Massaud, le Front, Alessandro Mendini, Soda Designers, GamFratesi, ha ulteriormente arricchito il catalogo Porro. Oggi Porro conta sulla collaborazione di più di 100 dipendenti e più di 600 punti vendita nel mondo, con una quota di export pari al 50% del fatturato.

Filosofia del marchio Porro

Il progetto Porro è immediatamente riconoscibile per un linguaggio essenziale che predilige la semplificazione delle geometrie e delle forme, senza perdere di vista la semplicità anche nei processi produttivi più complessi. Persino i sistemi, per la loro stessa natura molto complessi, nascono da una visione esteticamente molto semplice, lavorando per coerenza, per semplificazione, per semplicità, senza abbandonare mai la strada della qualità.

Porro: premi e riconoscimenti

Porro ha saputo negli anni reinterpretare in una visione moderna e astratta tradizioni importanti come l’intaglio, il legno curvato, l’intarsio e l’accostamento di listelli di legno, dando vita a progetti di qualità, come dimostra l’EDIDA, ELLE DECO INTERNATIONAL DESIGN AWARDS, assegnato sia alla sedia Gentle “Best Seating 2013” che alla madia Mikado “Best Furniture 2014”. Tra i designer che hanno dato il loro contributo, Piergiorgio Cazzaniga, Front, Gamfratesi, Piero Lissoni, LucidiPevere, Alessandro Mendini, Neri&Hu, Elisa Ossino, Christophe Pillet, Soda Des/gners. ... Altro ... meno

Scarica la App