Condividi

DEPURECO DEPURECO 1000

Impianto di depurazione a flocculazione elettrolitica

Contatta direttamente DEPURECO

Scopri il Brand

DEPURECO

Bari, Italia
Informazioni
Nome prodotto/articolo

DEPURECO 1000

Tipologia

Impianto di depurazione a flocculazione elettrolitica

DEPURAZIONE A RICICLO CONTINUO Gli impianti DEPURECO 1000 utilizzano la flocculazione elettrolitica, una tecnologia esclusiva che garantisce un completo riutilizzo delle acque. Ideale per:
– Autolavaggi
– Acque di lavamento piazzali depositi carburanti
– Acque collaudo bombole gas
– Officine meccaniche

Approfondimento
IL PROCESSO ELETTROLITICO
All’interno della cella elettrolitica, l’acqua da trattare funge da elettrolita tra anodi in lega di alluminio antipassivante e catodi in acciaio. Mediante l’applicazione di una tensione continua agli elettrodi si provoca la dissoluzione degli anodi sotto forma di idrossido di alluminio secondo la reazione: Al + 3H2>O - Al(OH)3 + 3e- + 3H+ L’idrossido di alluminio è una sostanza colloidale amorfa provvista di carica positiva, che tende spontaneamente a legarsi con le sostanze inquinanti disperse o emulsionate, formando fiocchi facilmente sedimentabili. Con il processo elettrochimico si realizza anche l’abbattimento dei cationi di metalli pesanti, eventualmente presenti, senza dover ricorrere a variazioni del pH ma grazie alla deposizione elettrolitica sui catodi della cella.
RICICLO CONTINUO DELL’ACQUA
La Depureco utilizza un collaudato metodo di flocculazione ottenuto mediante dissoluzione di anodi in lega di alluminio che, a differenza dei tradizionali impianti chimico-fisici, non incrementa il contenuto salino dell’acqua, consentendo così:
– di rientrare ampiamente nei limiti di legge.
– di riciclare completamente un effluente praticamente privo di inquinanti e non arricchito di sali che lo renderebbero, ben presto, corrosivo, (come avviene negli impianti tradizionali)
– l’abbattimento dei metalli pesanti, grazie alla deposizione elettrolitica sui catodi della cella.
GESTIONE SENZA PRODOTTI CHIMICI
L’elettro flocculazione del sistema Depureco 1000 elimina l’impiego dei consueti additivi chimici. Ne derivano i seguenti vantaggi:
– nessuna manipolazione dei pericolosi reagenti acidi, dei relativi dosatori e dei dispositivi di controllo
– un solo intervento funzionale consistente nella semplice sostituzione periodica degli elettrodi. – conduzione facilitata dell’intero impianto che può essere effettuata da personale non specializzato e senza particolari precauzioni.
RISPARMIO CANONI ACQUA E FOGNA
Il sistema Depureco 1000 consente una completa autonomia sia per l’approvigionamento idrico (occorre solo reintegrare la parte evaporata), sia per l’allacciamento alla rete fognante che può essere evitato. Si ottengono così:
– taglio delle spese per la fornitura idrica
– taglio dei costi di allacciamento alla rete fognante
– eliminazione rischio di sospensioni dell’attività lavorativa decretata dalle ASL per scarichi fuori norma
– assoluto rispetto del divieto di usare, nel periodo estivo, acqua potabile per il lavaggio dei mezzi.
MINORE PRODUZIONE FANGHI
Gli Impianti Depureco 1000 producono fanghi in quantità notevolmente ridotta e consentono: – minore frequenza del periodico scarico dei fanghi rispetto agli impianti di tipo chimico-fisico; – semplicità dell’operazione di scarico che si effettua a mezzo di apertura e chiusura di poche valvole che immettono i sedimenti in sacchi omologati per lo smaltimento; – ridotto stoccaggio e smaltimento dovuto alla bassa quantità di fanghi residuati. I fanghi prodotti sono palpabili e rispettano le normative sullo smaltimento dei rifiuti speciali.
COSTI DI DEPURAZIONE RIDOTTI
I costi di gestione dei sistemi di depurazione Depureco serie 1000 sono particolarmente ridotti e si limitano a pochi costi fissi (anodi, carboni, energia elettrica). Non c’è infatti, bisogno dei reagenti in uso sugli impianti tradizionali (cloruro fenico, soda, acido polielettrolita) che, oltre al costo di acquisto necessitano di manodopera e manutenzione dei dispositivi di dosaggio e controllo. Il costo di energia elettrica è poi, notevolmente contenuto essendo più basso l’assorbimento dell’intero impianto.
IL RIUTILIZZO DELLE ACQUE
Dal punto di vista funzionale, questi impianti, opportunamente dimensionati, consentono una resa depurativa conforme a quella richiesta per lo scarico nei corpi idrici ricettori e possono anche consentire, sia pure parzialmente, il recupero delle acque depurate per il riutilizzo ad uso industriale. Ciò avviene per attività di grandi dimensioni, dove l’incidenza del costo del fattore acqua è determinante nella economia della azienda.
L’acqua proveniente dal lavaggio delle autovetture viene raccolta da un sistema di griglie e, per libera pendenza, viene raccolta in una vasca di ripresa dalla quale viene prelevata da una pompa idonea al sollevamento delle acque cariche di solidi in sospensione e avviata al sistema di filtrazione. Tale sistema è costituito da una colonna a carboni attivi granulare del diametro di 550 mm e altezza di 1600 mm. Il carbone attivo esercita azioni di assorbimento degli inquinanti presenti nel liquame da trattare in particolare sui tensioattivi ed eventuali olii presenti. Il carbone attivo, presentando numerosi pori di piccole dimensioni e superficie specifica elevata, è particolarmente idoneo alla rimozione del contenuto organico del liquame (COD). La sua efficienza dipende dalla cosiddetta curva di esaurimento del carbone caratteristica dipendente dalla tipologia delle acque in ingresso. Periodicamente dovranno essere effettuati dei controlavaggi con acqua pulita per miscelare il carbone presente nel filtro e “risciacquarlo” dalle impurità trattenute. Tali acque di controlavaggio saranno collettate nei pozzetti di decantazione precedentemente descritti. Per ottimizzare la qualità dell’acqua in uscita è possibile trattare ulteriormente la stessa attraverso una stazione pre-montata sul filtro atta a micro-filtrare le acque attraverso cartucce a coalescenza sostituibili. Le acque trattate verranno inviate nel pozzetto di ispezione al di fuori dell’autorimessa per essere poi collettate per gravità in pubblica fognatura. Sulla mandata dello scarico al pozzetto di ispezione sarà previsto l’innesto di una diramazione per il prelievo del campione di acqua per effettuare eventuali analisi chimico-fisiche dell’effluente e per verificare il rendimento del processo di trattamento.
OPERAZIONI DI MANUTENZIONE
Le operazioni di manutenzione sono effettuate periodicamente in funzione della qualità delle acque in ingresso. Tali operazioni verranno concordate con il ns. personale previo avviamento dell’impianto.
– Controlavaggio del filtro
– Sostituzione cartucce coalescenti.
SERVIZIO MANUTENZIONE
La Depureco offre, su tutto il territorio nazionale, anche i seguenti servizi:
– servizio di manutenzione programmata
– manutenzione straordinaria
– ripristino impianti con ricambi originali
– analisi, a norma di legge, delle acque
– caratterizzazione, a norma di legge, dei fanghi.
OPERE EDILI DA REALIZZARE
Gli interventi edili necessari al posizionamento dell’impianto sono a cura del Cliente:
– Realizzazione di una vasca di disoleazione e defangazione primaria (optional);
– Realizzazione di una vasca di accumulo e di sollevamento degli scarichi;
– Basamento di appoggio con le varie foronomie per consentire il deflusso delle acque trattate e
del controlavaggio;
– Rete di scarico in fognatura pubblica.

Potrebbe interessarti anche...
Gli ultimi prodotti visitati...