194 Frigoriferi

"Il mio frigorifero è molto potente. Infatti, ha un collegamento diretto al mio benessere generale." (Kris Carr)
Acquistare un frigorifero prevede una spesa importante, per cui è bene essere informati al fine di scegliere il modello migliore. Come orientarsi tra i tanti modelli disponibili sul mercato? La prima cosa da fare è sapere se stai cercando un frigorifero da incasso o uno a libera installazione, il primo andrà incassato in un modulo dedicato della tua cucina; il secondo invece essendo freestanding potrai posizionarlo liberamente nella stanza. Occhio a verificare lo spazio che hai a disposizione, quindi prendi le misure della larghezza, altezza ed anche profondità, così avrai già una prima idea su che dimensioni deve avere il tuo frigorifero. Appurate le dimensioni, passiamo alla capacità. Tarare bene la capacità vuol dire ottimizzare l’uso del tuo elettrodomestico, perché un frigo troppo grande aumenterà i consumi e non verrà sfruttato, uno troppo piccolo invece costringerà ad incastrare i prodotti pur di farli entrare, creando così disordine e cattiva refrigerazione degli stessi. Per capire che capacità deve avere il tuo frigo, pensa al numero di persone che compongono il tuo nucleo familiare:

- 1 persona: Capacità totale: da 110 a 190 lt | Capacità del vano frigorifero: da 100 a 150 lt | Capacità del vano congelatore: da 10 a 40 lt
- 2 persone: Capacità totale: da 200 a 310 lt | Capacità del vano frigorifero: da 150 a 250 lt | Capacità del vano congelatore: da 50 a 60 lt
- 3 persone: Capacità totale: da 260 a 370 lt | Capacità del vano frigorifero: da 200 a 300 lt | Capacità del vano congelatore: da 60 a 70 lt
- 4 o più persone: Capacità totale: oltre 300 lt | Capacità del vano frigorifero: oltre 250 lt | Capacità del vano congelatore: oltre 70 lt

Occhio all’efficienza energetica! Studi hanno dimostrato che il 70% del consumo elettrico nelle nostre case derivi proprio dall’utilizzo dei grandi elettrodomestici (frigoriferi, forni, lavastoviglie, etc.), quindi occorre prestare particolare attenzione all’etichetta energetica; investire qualche centinaia di euro in più in un frigorifero di classe A, vuol dire assicurarsi un risparmio notevole in bolletta e quindi la spesa sarà facilmente ammortizzata.

Altro fattore di scelta importante è il congelatore. Un frigorifero con congelatore può essere di due tipi: con freezer superiore (frigorifero a doppia porta) o inferiore (frigorifero combinato); il primo consiste in un elemento ad unico vano con anta, in questo caso solitamente lo spazio è ridotto ed i cibi congelati vanno riposti tutti insieme, è alimentato dallo stesso motore del frigorifero quindi vanno gestiti entrambi nella stessa maniera; il secondo modello prevede degli scomparti a cassetti nella parte inferiore del frigo che permettono una miglior razionalizzazione degli spazi ed avere quindi maggiore capienza ed una congelazione più ordinata dei cibi, inoltre i combinati spesso hanno due motori e questo permette di avere in funzione il frezeer e non il frigo, o viceversa.

Quante volte ti è capitato di dover sbrinare il tuo vecchio frigorifero? Questa operazione va fatta ogni qual volta si crea del ghiaccio all’interno del nostro elettrodomestico; questa brina infatti porta con se una serie di problemi, quello più evidente è di ridurre la capacità del nostro frigo o congelatore, ma forse non tutti sanno che porta anche ad un aumento dei consumi elettrici ed ostruisce i condotti di aerazione. Cosa fare allora? Scegliere un frigorifero no frost! La tecnologia no frost, attraverso una ventola che immette un flusso d’aria a temperatura ed umidità controllate, consente un raffreddamento degli alimenti omogeneo e rapido ed evita la formazione della fastidiossima brina.

A metà strada tra i frigoriferi tradizionali ed i nuovi modelli no frost, è possibile trovare anche frigoriferi ventilati: la presenza della ventola fa si che l’aria fredda venga spinta in tutto il frigo così da avere una temperatura omogenea in tutto il vano.Rispetto ai modelli no frost ha il vantaggio di conservare meglio il tasso di umidità dell’aria e quindi gli alimenti più delicati, come frutta e verdura, si conservano meglio.

Se nella tua cucina hai spazio a disposizione, puoi optare per un frigorifero americano (side by side), perfetti per le famiglie numerose, hanno una grande capienza e con le loro due porte ti consentono di avere congelatore nella colonna di sinistra e frigo in quella di destra. Questi modelli sono super tecnologici e pluriaccesoriati, infatti spesso sono corredati da dispenser di acqua e ghiaccio.

Queste sono le caratteristiche principali di un frigorifero, adesso ti sarà più facile orientarti tra i tanti prodotti disponibili su Archiproducts, ma vogliamo darti ancora qualche suggerimento:

Dove posizionare il frigo
La posizione va scelta accuratamente, non può essere dettata solo dalla presenza di prese o dalla composizione della tua cucina, così correresti il rischio di ridurre le performance ed aumentare i consumi del tuo elettrodomestico. Questo infatti non dovrebbe mai essere posizionato vicino ad una fonte di calore, quindi forni, termosifoni, o anche semplici finestre dove entra direttamente il calore/luce del sole. Preferisci punti ventilati e attento a non appoggiare il frigo alla parete, ricorda di lasciare almeno 10 cm di spazio!

Silenzio please!
Opta per un modello silenzioso, considera che il frigo è un elettrodomestico sempre in funzione, quindi sarebbe davvero fastidioso avere un ronzìo 24 ore su 24! Guarda bene le etichette e scegli un modello che non superi i 40 dB di rumorosità .

E se va via la corrente?
In commercio è possibile trovare frigoriferi in grado di garantire il funzionamento per alcune ore anche in caso di corrente saltata. Può sembrare un fattore trascurabile, in realtà si rivela molto utile per preservare la conservazione dei cibi nei casi in cui viene a mancare l’alimentazione e siamo ad esempio fuori casa! Pensaci.

Manutenzione
E’ necessario seguire dei piccoli accorgimenti per garantire al tuo frigorifero la massima efficienza e longevità. Controlla le guarnizioni, verifica che queste sigillino le porte così da evitare dispersioni, una guarnizione rovinata fa si che aumentino i consumi e che vi si creino fastidiose muffe all’interno delle stesse.
Pulisci con regolarità il condensatore, anche una volta al mese va bene.
Se non hai scelto un modello no frost o ventilato, devi aver cura di eliminare la brina ogni qual volta si formi o comunque sempre quando supera i cinque millimetri. ... Altro ... meno
Filtra
Ordina per:
Ordina per:

Filtra

Ordina per: