BROKIS

Horní Dubenky / Rep. Ceca

Contatta
Sito Web
Condividi con...
Il marchio d’illuminazione Brokis viene fondato in Repubblica Ceca nel 2006 dall’imprenditore e ingegnere Jan Rabell, assertore convinto che il design contemporaneo svolga un ruolo importante nella conservazione della tradizione boema del vetro soffiato. Le lampade Brokis, progettate da designer e artisti cechi e internazionali – tra i quali Lucie Koldova, Dan Yeffet, Boris Klimek e il duo Alfredo Chiaramonte e Marco Marin – combinano il vetro soffiato a bocca dai maestri vetrai con altri materiali di qualità, come il legno e il metallo forgiato a mano. Un approccio che ha consentito a questi prodotti di ottenere riconoscimenti internazionali e di vincere numerosi premi di design sia in patria sia all'estero. Oggi l’azienda Brokis conta cento dipendenti e beneficia di una rete di vendita che coinvolge settanta paesi nel mondo.

Lampade Brokis, tradizione boema e tecnologia contemporanea

Il legame tra Jan Rabell e il mondo dell’illuminazione inizia nel 1997 con l’acquisizione della Janštejn Glassworks, manifattura storica del vetro fondata nel 1809 nella regione di Vysocina, poco distante da Praga. L’intento perseguito era di contribuire alla conservazione della tradizione della soffiatura del vetro sviluppatasi in Boemia e Slesia, due regioni i cui confini in seguito si sciolsero nell'attuale Repubblica Ceca. Storicamente infatti, il Cristallo di Boemia, un vetro trasparente e incolore che i soffiatori boemi riuscivano ad ottenere già nel XVI secolo, con caratteristiche di maggiore stabilità e qualità rispetto a quello italiano, era considerato un materiale prezioso al pari dell’oro. Dopo aver modernizzato la fabbrica per riportarla al suo antico splendore e aver ridato slancio alle tecniche di lavorazione tradizionali del vetro, Rabell ha fondato Brokis costruendo nuovi forni italiani, introducendo nuove procedure produttive, abbandonando alcune tecniche, come la molatura e la pittura del vetro, e rinnovandone altre, come la soffiatura, la formazione di vetri ottici e la produzione del vetro dipinto, oggi caratteristica del brand. Queste antiche tecniche sono state poi applicate alla produzione di lampade di design contemporaneo che combinano l’allure midcentury con l’audacia concessa dalle nuove tecniche. Ad esempio, la complessa tecnologia applicata nella produzione della collezione Night Birds, disegnata da Boris Klimek e ispirata alla libertà espressa dal volo degli uccelli, ha richiesto due anni di sperimentazioni per affinare la fusione del vetro nello stampo e la sua successiva curvatura attraverso la quale si ottengono le delicate sfumature nella forma delle ali.
La costante ricerca tecnologica ha anche l’obiettivo di rendere la produzione sempre più sostenibile dal punto di vista ambientale. In quest’ottica, dalla collaborazione tra Brokis e Janštejn Glassworks è nato Brokisglass, un nuovo materiale decorativo disponibile in quindici colorazioni di base realizzato con frammenti di vetro derivanti dallo scarto di produzione delle collezioni dei due brand. Con Brokisglass sono state realizzate le lampade a sospensione Geometric di Lenka Damova e Boris Klimek, in cui la forma geometrica rotonda, ovale o quadrata valorizza per contrasto la composizione animata, quasi scultorea, del vetro; ma anche le collezioni di accessori per la tavola e decorazioni per il settore hospitality e domestico OVO e STRING.

Brokis: lampade icona e nuove forme di luce

Tra le ultime novità di Brokis ci sono le collezioni Bonbori e Awa disegnate da Fumie Shibat e le lampade a sospensione Sfera di Lucie Koldova, art director del brand dal 2014: Bonbori è una lampada da tavolo che irradia luce soffusa evocando le tradizionali lanterne di carta giapponesi; Awa è una lampada a sospensione che rimanda a una sfera d’aria fluttuante; Sfera è una luce da soffitto composta da un globo in vetro opalino con un taglio netto sulla parte superiore. Il prodotto più rappresentativo di Brokis resta la lampada da tavolo Muffins, progettata da Lucie Koldova e Dan Yeffet e caratterizzata da un ampio paralume in vetro soffiato a bocca, dalle curvature morbide, una base in legno massello e una lampadina a filamento, per un effetto di grande presenza scenica. Alla coppia Lucie Koldova e Dan Yeffet si deve anche un’altra lampada famosa di Brokis, Balloons: una famiglia di lampade da tavolo che affascina per le volumetrie ampie raggiunte dal vetro soffiato e per l’elegante riflettore in metallo che aleggia all'interno. Tecnicamente, l’effetto è ottenuto mediante due sezioni di vetro indipendenti che danno l’impressione di essere un tutt’uno. Tra i bestseller di Brokis c’è anche Memory, una collezione di lampade da parete e da soffitto disegnata da Boris Klimek che, con le sue forme di palloncini gonfiati con tanto di corda che serve per accenderle e spegnerle, risveglia l'immaginazione e le memorie d’infanzia. ... Altro ... meno

Incontra BROKIS a:

Prodotti BROKIS

Filtra
51 Prodotti
Salva in:
Seguici sui social