Richard Sapper

Designer

Monaco di Baviera / Germania

Sito Web
Condividi con...
Richard Sapper (Monaco di Baviera, 1932 - Milano, 2015) è stato uno dei designer più influenti della sua generazione. Nella sua lunga e prolifica carriera ha progettato oggetti a 360°, dalle automobili ai televisori, dai telefoni agli arredi, dagli accessori per cucina alle biciclette, vincendo ben 11 Compassi d’Oro ADI. Di origine tedesca, si trasferisce però in Italia, per raggiungere inizialmente lo studio di Gio Ponti a Milano. Parallelamente, Sapper lavora a progetti per l’azienda tedesca Telefunken, per l’azienda italiana di macchine per cucire Necchi e per la Lorenz, con la quale vince il suo primo Compasso d’Oro, grazie al progetto dell’orologio Static (1960). Sapper non aprirà mai uno studio, preferendo lavorare nelle sue case di Milano e di Musso, sul lago di Como. Il suo design è riconoscibile per la semplicità e per il rigore formale, dietro i quali si celano soluzioni tecniche di altissimo livello.

Durante la collaborazione con il Centro Design dei grandi magazzini La Rinascente, ha occasione di conoscere l’affermato designer Marco Zanuso. L’incontro segna l’avvio di un lungo sodalizio, dal quale nascono oggetti che hanno rivoluzionato radicalmente il design. Entrambi si impegnano in una collaborazione con Brionvega, marchio italiano di elettronica, per il quale progettano leggendari apparecchi radio e TV, come la televisione Doney (1962) premiata con il Compasso d’Oro, la radio TS 502 (1963), il televisione portatile Algol (1964), il televisore Black (1970), il televisore Algol seconda versione (1976), la radio TS 505 (1977), tutti oggetti oggi esposti al MoMA di New York. Sempre in coppia con Zanuso, progetta la sedia Lambda per Gavina, il telefono Grillo per Siemens, Compasso d’Oro 1966, e la rivoluzionaria sedia impilabile per bambini K-1340 per Kartell, considerata la prima sedia realizzata interamente in plastica e premiata con il Compasso d’Oro nel 1964. Nel 1972 il loro prototipo Mobile Housing Unit viene incluso nell’esposizione « Italy: The New Domestic Landscape » al MoMA di New York. Sempre nel 1972, progetta la lampada Tizio per Artemide, un altro capolavoro che gli vale il quinto Compasso d’Oro, oltre all’IF Product Design Award e alle medaglie d’oro della XV Triennale e del BIO di Lubiana.

Nel 1978 lavora ad una serie di prodotti per Alessi, tra i quali possiamo citare la caffettiera 9090 (1979) premio Compasso d’Oro, il bollitore 9091 (1983), la serie di pentole La cintura di Orione (1987) e la macchina per caffè Cobàn, premio Compasso d’Oro nel 1997. Nel 1980 inizia la sua collaborazione con il colosso americano IBM, per il quale progetta diversi computer, tra cui il primo thinkpad 700C (1992). Contattato anche da Apple, rifiuta l’offerta per via della richiesta di trasferirsi in California. Sapper progetta anche sedie per Knoll, il sistema di mobili da ufficio Dalle nove alle cinque per Castelli, Compasso d’Oro nel 1987, la sedia impilabile Aida per Magis, la maniglia per porte Laser per Olivari. ... Altro ... meno

Prodotti by Richard Sapper

Salva in:
Seguici sui social