CEDIT presenta la mostra-installazione 'Ambienti'

Fino al 23 giugno a Campo Santo Stefano, nel cuore di Venezia

Letto 646 volte
CEDIT presenta la mostra-installazione 'Ambienti'
Nella cornice di Campo Santo Stefano, cuore di Venezia, CEDIT – Ceramiche d’Italia presenta la mostra-installazione “AMBIENTI”, che reinterpreta il senso dell’abitare attraverso grandi lastre ceramiche firmate da Formafantasma, Giorgio Griffa, Franco Guerzoni, Zanellato/Bortotto e Zaven.

Le cinque collezioni d’autore presentate, disegnate in esclusiva per CEDIT, connotano e definiscono gli ambienti interni come luoghi dove l’elemento ceramico, con la propria espressività poetica di grande impatto, il suo valore decorativo e la sua presenza dimensionale, diventa protagonista.

Mediante questa installazione, CEDIT ribadisce alcuni dei propri valori fondanti: storia, artigianalità e arte che, legati insieme dal filo conduttore distintivo del saper progettare e realizzare proprio della creatività italiana, restituiscono senso all’idea di abitare, intesa come pratica di qualità che pone in relazione l’uomo con lo spazio architettonico in cui vive.

La mostra-installazione – aperta al pubblico in occasione della Biennale Architettura 2018 – è organizzata da Florim e si inserisce nel contesto degli appuntamenti del Design Festival DESIGN.VE. Florim, in questa occasione, ha scelto di proporre un progetto realizzato dal proprio marchio CEDIT – Ceramiche d’Italia, nella convinzione che il percorso di ricerca e sperimentazione di questa realtà, associato al prestigio degli autori proposti, sia in perfetta sintonia con lo scenario prefigurato dalla 16a Mostra Internazionale di Architettura.

Informazioni e orari:
CEDIT presenta “AMBIENTI”
Campo Santo Stefano, San Marco 2828/A, Venezia
Dal 23 maggio al 23 giugno 2018
Orari apertura: tutti i giorni 10.00-18.00




CEDIT - Ceramiche d’Italia su ARCHIPRODUCTSph. Vanni Borghi

ph. Vanni Borghi

ph. Vanni Borghi

ph. Vanni Borghi

Lascia un commento

Hot Topics

cedit

Notizie correlate

Vai al prossimo articolo
La ceramica si ispira al metallo ossidato e alterato dal tempo
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google Plus Condividi su Tumblr Condividi su Pinterest