Cultura del Progetto e trasversalità. Snaidero a Eurocucina

Quattro progetti firmati Pininfarina, Marcon, Andreucci & Hoisl, Iosa Ghini

Letto 1514 volte
Cultura del Progetto e trasversalità. Snaidero a Eurocucina
13/03/2018 - Cultura del Progetto intesa come ricerca di qualità tangibili, autentiche, inedite in ambienti domestici che vogliono essere e raccontare la passione di Snaidero per l’eccellenza progettuale: sarà questo il filo conduttore della proposta per la prossima edizione di Eurocucina 2018. Cinque progetti con quattro diversi designers, che abbinano al talento creativo italiano l’esperienza e la capacità trasformativa di Snaidero.

Snaidero e Pininfarina
Due marchi, protagonisti della storia del design industriale italiano, stupiscono ancora con un progetto che fa del segno e della tecnologia le linee guida estetiche e stilistiche. Un progetto ad alto impatto estetico accompagnato da una grande ricerca sui materiali e da un ampio utilizzo della tecnologia in cucina. Una proposta esclusiva e raffinata dedicata a quel pubblico che ama lo status symbol rappresentato da un oggetto esclusivo dello spazio cucina, così da renderlo espressione della propria personalità e del proprio modo di vivere la domesticità. 

Snaidero e Michele Marcon
Hera, il nuovo progetto di Michele Marcon per Snaidero è chiara espressione dello stile “classico contemporaneo” ovvero quella progettazione che re-intepreta elementi che appartengono alla tradizione dell’arredo con una funzionalità ed un’estetica di raffinata modernità. Caldo, rassicurante, di memoria, il progetto si presenta con una classica anta telaio, declinata in chiave moderna grazie alla combinazione con dettagli d’ispirazione moderna.

Snaidero e Andreucci & Hoisl
Uno spazio liberato dall’eccesso dei segni, ispirato al rigore della geometria e basato su un attento studio delle modalità di utilizzo degli spazi operativi. Il progetto, segna l’inizio della collaborazione degli architetti Andreucci & Hoisl con il marchio e rappresenta un concept totale di progettazione degli spazi operativi, che enfatizza le capacità industriali di Snaidero, un concept di progetto prima che di stile, basato su ergonomia e funzionalità operativa intesa come sintesi di pochi dettagli perfetti, inconfondibili, tecnologici, in un perfetto equilibrio, per un vero timeless. 

Snaidero e Massimo Iosa Ghini
Eleganza e raffinatezza, calore e personalità: il progetto disegnato per Snaidero da Massimo Iosa Ghini è raffinata espressione di un immaginario domestico di tendenza neo-chic, che cita e riattualizza anche in chiave funzionale, alcuni elementi iconici della progettazione classica come l’anta telaio, interpretata con apertura con gola, e l’utilizzo di laccature lucide e opache per valorizzare con discrezione la preziosità delle superfici. Una cucina che parla un linguaggio di classe, con una visione molto internazionale.

Way Materia
Col progetto Way Materia, Snaidero continua la ricerca sui materiali e sulle contaminazioni materiche. Questa particolare versione di Way Materia, lanciata in anteprima da Snaidero nel mercato americano, è un’interpretazione elegante ed esclusiva che si caratterizza per la nuova finitura ceramica effetto metallo profondo di colore liquirizia che conferisce al progetto un risultato dall’effetto monolitico. L’abbinamento con l’essenza rovere a spacco naturale enfatizza il mood fortemente naturale della composizione.

Snaidero su ARCHIPRODUCTS
Lascia un commento

Prodotti correlati

Notizie correlate

Vai al prossimo articolo
Il nuovo showroom Snaidero nel centro di Torino
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google Plus Condividi su Tumblr Condividi su Pinterest