Guardia, una protezione contro l'elettrosmog

Il nuovo rivestimento per schermare le pareti dalle radiazioni elettromagnetiche

Letto 1265 volte
Guardia, una protezione contro l'elettrosmog
27/10/2020 - Una nuova carta da parati in grado di schermare le pareti di un ambiente dalle radiazioni elettromagnetiche che dominano le nostre case. Si tratta di Guardia - Scudo elettromagnetico, prodotto della ditta Carta da parati degli anni 70 ed è pensata per due usi principali: proteggere le case dall’elettrosmog ed evitare interferenze nei locali commerciali o negli uffici.

Esistono diversi studi che valutano la pericolosità delle radiazioni a bassa frequenza per l’uomo e una quantità sempre crescente di persone segnala mal di testa o problemi alla pelle dovuti alla cosiddetta ipersensibilità elettromagnetica. Guardia è stata inizialmente concepita per schermare le radiazioni elettromagnetiche negli ospedali, in ambienti dove sono eseguite elettroencefalografia e la tomografia a risonanza magnetica. Il suo utilizzo è stato esteso alle ambasciate e alle strutture di ricerca di tanti i tipi di aziende in Germania, per la sua capacità di impedire azioni di spionaggio industriale grazie alla sua schermatura magnetica.

Ora è disponibile per l’utenza privata e commerciale. Guardia sembra una normalissima carta da parati grigia, non particolarmente spessa o pesante. Le sue caratteristiche di schermatura sono ottenute grazie all'aggiunta di fibre di carbonio che trasformano le radiazioni ad alta frequenza in calore. La capacità di schermatura non diminuisce nel tempo, in quanto si basa su un effetto fisico. Grazie a queste fibre Guardia è in grado di bloccare fino al 99% delle radiazioni elettromagnetiche. Può essere ridipinta o ritappezzata se si vuol ottenere un effetto decorativo diverso, ed è raccomandata particolarmente per le camere da letto dei bambini.
Guardia viene inoltre sempre più spesso utilizzata in ambienti commerciali, particolarmente in centri commerciali dove lo spazio è generalmente molto limitato con il magazzino situato direttamente dietro le aree di vendita.

Quasi tutte le etichette dei prodotti sono state gradualmente convertite dai tradizionali codici a barre alle moderne etichette RFID, che comunicano attivamente con il terminale del punto vendita dell’esercizio commerciale. Se il magazzino è situato troppo vicino al terminale POS, si possono verificare errori di visualizzazione e tecnici che rallentano il sistema di pagamento. Schermando le aree di stoccaggio con Guardia previene questo genere di problemi e anche le scomode interferenze con i negozi adiacenti che utilizzano etichette RFID.

Notizie correlate


Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Tumblr Condividi su Pinterest
Seguici sui social
Salva in: