Intreccio. Il marmo diventa leggero

Il lavabo freestanding in marmo antoniolupi firmato Paolo Ulian

Letto 1007 volte
Intreccio. Il marmo diventa leggero
01/03/2019 - Intreccio è il lavabo freestanding interamente realizzato in marmo che gioca sul rapporto tra leggerezza del segno e solidità del materiale utilizzato. Questo nuovo progetto antoniolupi rappresenta la naturale evoluzione del percorso intrapreso più di un anno fa con Paolo Ulian per indagare il rapporto tra un materiale antico come il marmo e le nuove tecniche di lavorazione.

 
La leggerezza del segno di Paolo Ulian si rivela nella solidità del blocco di marmo: il lavabo è composto da layer concentrici e sovrapposti che determinano un gioco di chiaroscuri, pieni e vuoti ottenuto unicamente dalla variazione della luce sulle forme concave o convesse.

"A me piace realizzare oggetti che abbiano un senso, formale o etico", racconta Paolo Ulian. "In questo progetto il senso risiede nel profondo rispetto della materia. Tutto quello che nasce dopo - la forma, gli spessori, la scelta degli elementi concentrici - è la conseguenza di questo concetto: consumare una quantità minima di materiale."
Antoniolupi, Intreccio

Antoniolupi, Intreccio

Tecnologia e poesia
Intreccio nasce da un blocco di marmo sul quale sono stati ottimizzati i tagli per ricavare tutte le parti necessarie a dar vita a un volume tridimensionale. Le tecnologie di lavorazione a controllo numerico hanno permesso di ottenere forme curvilinee e sottili, leggere quasi come se fossero di un altro materiale e non di marmo.
Antoniolupi, Intreccio

Antoniolupi, Intreccio

Con Intreccio la ricerca di antoniolupi indaga un tema tanto caro all’azienda che è quello del risparmio delle risorse e dei materiali. Un unico blocco di marmo viene tagliato in 4 dai quali vengono ricavati 4 lavabi. Gli anelli che compongono Intreccio sono concentrici perché devono essere ricavati uno dentro l’altro dal blocco di marmo riducendo drasticamente gli scarti prodotti dal taglio.
 
Senza dimenticare la leggerezza perché da sempre il peso è un fattore rilevante nella realizzazione di manufatti in marmo. Intreccio pesa “solo” 55 kg. Leggerezza, tecnologia che diventa espressione estetica e risparmio di materiale sintetizzano al meglio un progetto di grande impatto.

Antonio Lupi Design® su ARCHIPRODUCTS© antoniolupi

© antoniolupi

© antoniolupi

© antoniolupi

Antoniolupi, Intreccio

Antoniolupi, Intreccio

Antoniolupi, Intreccio

Antoniolupi, Intreccio

Antoniolupi, Intreccio

Antoniolupi, Intreccio

Antoniolupi, Intreccio

Antoniolupi, Intreccio

Antoniolupi, Intreccio

Antoniolupi, Intreccio

Antoniolupi, Intreccio

Antoniolupi, Intreccio

Antoniolupi, Intreccio

Antoniolupi, Intreccio

Antoniolupi, Intreccio

Antoniolupi, Intreccio

Antoniolupi, IntreccioAntoniolupi, Intreccio

Antoniolupi, IntreccioAntoniolupi, Intreccio

Antoniolupi, Intreccio

Antoniolupi, Intreccio

Antoniolupi, Intreccio

Antoniolupi, Intreccio

Antoniolupi, Intreccio

Antoniolupi, Intreccio

Antoniolupi, Intreccio

Antoniolupi, Intreccio

Antoniolupi, Intreccio

Antoniolupi, Intreccio

Antoniolupi, Intreccio

Antoniolupi, Intreccio

Lascia un commento

Notizie correlate

Vai al prossimo articolo
Geometrie Volanti: forma, volume, colore
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Tumblr Condividi su Pinterest
Salva in: