L'outdoor si ispira al Metabolismo giapponese

Quadrado, la nuova collezione Minotti firmata Marcio Kogan

Letto 1686 volte
L'outdoor si ispira al Metabolismo giapponese
24/07/2018 - L’architetto brasiliano Marcio Kogan firma Quadrado, la nuova collezione di sedute outdoor Minotti ispirata all’architettura Metabolista giapponese degli anni Cinquanta e Sessanta.

Come gli edifici Metabolisti, composti da moduli aperti che crescono e si adattano all’ambiente e all’evoluzione umana in quanto concepiti come organismi biologici in continua modificazione, così Quadrado crea composizioni sempre diverse e articolate, che trasformano la modularità in una forte componente estetica.

Con un linguaggio progettuale ispirato al verde della sua terra, ai colori chiari e alle linee pulite delle sue architetture, Kogan crea sedute organiche, che dialogano con lo spazio circostante.

Il punto di partenza è un sistema di piattaforme squadrate sospese che riprendono lo schema del carabottino - un grigliato in teak utilizzato nella nautica per favorire il deflusso dell’acqua – con cui l’architetto brasiliano disegna composizioni leggere e flessibili. Gli elementi seduta si susseguono, talvolta intervallati da piani in legno corredati da vassoi o portacandele, da posizionare a piacere in un gioco di incastri, pieni e vuoti.
 
Le basi in legno accolgono comodi cuscini imbottiti retti da schienali in fibra intrecciata di tonalità irregolari con effetto midollino color Fango o in tinta unita color Liquirizia.

Minotti su ARCHIPRODUCTS

 L'outdoor si ispira al Metabolismo giapponese

L'outdoor si ispira al Metabolismo giapponese

L'outdoor si ispira al Metabolismo giapponese

L'outdoor si ispira al Metabolismo giapponese

L'outdoor si ispira al Metabolismo giapponese

L'outdoor si ispira al Metabolismo giapponese

L'outdoor si ispira al Metabolismo giapponese

L'outdoor si ispira al Metabolismo giapponese

L'outdoor si ispira al Metabolismo giapponese

L'outdoor si ispira al Metabolismo giapponese

Lascia un commento

Prodotti correlati

Notizie correlate

Vai al prossimo articolo
In conversazione con Roberto Minotti a Colonia
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google Plus Condividi su Tumblr Condividi su Pinterest