Le porte di sicurezza Oikos per un progetto architettonico in Azerbaijan

Dreamland Complex: ville e appartamenti tra lusso e comfort

Letto 246 volte
Le porte di sicurezza Oikos per un progetto architettonico in Azerbaijan
21/09/2018 - A pochi chilometri dal centro di Baku e dall’aeroporto internazionale, nasce il lussuoso complesso residenziale e commerciale Dreamland Complex

Dotate di ogni comfort, le ville del complesso rispecchiano il gusto tipicamente russo per gli arredi caldi e ricchi, conferendo ad ogni ambiente un’atmosfera di lussuosa rilassatezza. E proprio a questo comfort e sicurezza contribuisce la scelta delle porte blindate Oikos Venezia

La porta esterna_Evolution
Imponente e maestosa, la porta blindata Evolution è stata scelta per proteggere queste ville. In perfetta sintonia con le sfumature di grigi che caratterizzano la facciata esterna, il grigio piombo della finitura (linea Legno Vivo Classica) contribuisce a conferire all’intera costruzione un tocco di solidità e leggerezza. 
Per il colore e le dimensioni, il cui effetto è amplificato dalla presenza di sopra luce ad arco e fianco luce destro e sinistro, la porta cattura l’attenzione dirigendola proprio verso il punto d’accesso, elemento strategico dell’abitazione.

Verso gli ambienti interni
I toni caldi, morbidi ed eleganti degli arredi, dei velluti, dei tessuti damascati, delle pareti e dei pavimenti, le cui tinte spaziano dal color cammello al color crema, dall’oro all’intramontabile bianco, vengono valorizzati dal contrasto con il più deciso e austero grigio piombo della porta d’entrata. Il trait d’union sembra essere affidato a un piccolo ma significativo dettaglio: la maniglia in ottone lucido.

Evolution, una garanzia di sicurezza
Evolution è la porta blindata che soddisfa ogni richiesta di personalizzazione: essa può essere realizzata infatti a disegno, con inserimento del vetro blindato, essere multi anta, accompagnata da un fiancoluce o sopraluce (vetri con doppia certificazione antiproiettile e antimazza, con vetrocamera e doppio vetro anti-infortunio). In ogni caso, sono garantite le massime prestazioni in termini di sicurezza (classe 3, classe 4 su richiesta), isolamento termico (1.8, espandibile fino a 1.4-1), isolamento acustico (40 dB, fino a 45 dB con kit acustico) , resistenza aria (2), acqua, vento (C4), espandibili rispettivamente a 4, 5A, C5 con Kit Mose.

Dallo stile più moderno e contemporaneo, per gli appartamenti situati nell’area del Golf Club sono stati scelti colori neutri, intramontabili, oltre a finiture e dettagli di pregio. 

Project
In questo caso, però, è la porta blindata per interni Project a garantire sicurezza, protezione, ed estetica. Una porta che grazie al suo rivestimento a settori finitura Materici pino lagos, si fonde con l’ambiente circostante. 
Project è la porta di sicurezza per interni che, grazie alla sua versatilità, diventa un vero e proprio arredo d’interni, in grado di trasformare un ambiente comune in una stanza di sicurezza o in una panic room. 
La speciale cerniera brevettata da Oikos, registrabile e a scomparsa, consente a Project un’apertura a 100° e la totale complanarità con la parete, il tutto con elevate performance antieffrazione (3 di serie), termica (1,8) acustiche (36 dB di serie o 40 dB a richiesta), e di resistenza al fuoco (resistenza certificata EI30). 

Oikos su ARCHIPRODUCTSLe porte di sicurezza Oikos per un progetto architettonico in Azerbaijan

Le porte di sicurezza Oikos per un progetto architettonico in Azerbaijan

Le porte di sicurezza Oikos per un progetto architettonico in Azerbaijan

Le porte di sicurezza Oikos per un progetto architettonico in Azerbaijan

Le porte di sicurezza Oikos per un progetto architettonico in Azerbaijan

Le porte di sicurezza Oikos per un progetto architettonico in Azerbaijan

Le porte di sicurezza Oikos per un progetto architettonico in Azerbaijan

Le porte di sicurezza Oikos per un progetto architettonico in Azerbaijan

Lascia un commento

Prodotti correlati

Notizie correlate

Vai al prossimo articolo
Sicurezza e design. Synua di Oikos Venezia
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google Plus Condividi su Tumblr Condividi su Pinterest