Lema al Salone del Mobile.Milano Shanghai

L'azienda espone una visione d'insieme delle collezioni

Letto 466 volte
Lema al Salone del Mobile.Milano Shanghai
23/11/2018 - Lema partecipa alla terza edizione del Salone del Mobile.Milano Shanghai, in programma dal 22 al 24 novembre. L'azienda si ripresenta con una visione d’insieme della propria offerta, convogliando le diverse collezioni dei designer con cui collabora. 

La casa Lema al Salone del Mobile.Milano Shanghai si apre su una zona living che accoglie le nuove poltrone ALTON di David Lopez Quincoces. Dal carattere scultoreo, si caratterizzano per la struttura in metallo verniciato antracite che ne definisce la forma a semicerchio ad accogliere la sagoma asciutta dello schienale caratterizzato dalla particolare lavorazione sartoriale in corda riavvolta a mano di cuoio naturale invecchiato. A creare un contrasto stilistico, il rigore delle linee esterne si fonde nell’avvolgente seduta, con rivestimento in tessuto o pelle. Un morbido cuscino garantisce comfort di seduta. Alton by David Lopez Quincoces

Alton by David Lopez Quincoces

Completano il set, i tavolini OYDO di Francesco Rota nelle versioni rettangolare in rovere termotrattato e rotondo in laccato lucido Ortica. Oydo by Francesco Roda

Oydo by Francesco Roda

La parete sul fondo ospita gli interpreti di Armadio al Centimetro, il programma sartoriale e versatile che offre libertà costruttiva grazie all’ampia gamma di moduli disponibili e alla possibilità di adattarli in altezza, larghezza, profondità. La parte tecnica del sistema viene declinata in numerose varianti estetiche a seconda dell’anta scelta.  Seryasse by David Lopez Quincoces

Seryasse by David Lopez Quincoces

SERYASSE, nuovo progetto di David Lopez Quincoces, con anta a battente, si definisce nel massello di noce Canaletto scelto per le ante e nella lavorazione a micro doghe da cui anche il nome. Fortemente materica al tatto, l’anta si caratterizza per il telaio verticale perimetrale e l’essenziale maniglia in metallo verniciato bronzo.  Dandy by Officinadesign Lema

Dandy by Officinadesign Lema

DANDY di Officinadesign Lema propone diverse anime dell’anta caratterizzata dal frame perimetrale in metallo verniciato bronzo e dall’ampia scelta dei pannelli disponibili nelle versioni in vetro extrachiaro, come proposto a Shanghai; vetro bronzo riflettente; vetro laccato in 10 colori; vetro bronzo con serigrafia tessuto; rivestimento decorativo tessile. 

La presentazione delle novità prosegue nell’ambiente attiguo. Al centro il nuovo tavolo BULÈ di Chiara Andreatti abbinato alle sedie BEA di Roberto Lazzeroni. Incontro tra Oriente e Occidente, si distingue per il vassoio girevole appoggiato sul piano, perfetta epitome della cultura culinaria orientale fondata sull’orizzontalità della condivisione e della contemporaneità.

Armonico nelle sue forme stilistiche generose, è caratterizzato dal piano e dalla base centrale strutturale nella materica Nero Belgian Blue che riprende le caratteristiche estetiche dell’omonimo prezioso marmo nero. La base è arricchita da modanature in metallo verniciato bronzo patinato. Due le dimensioni mm. 1800/2000x735. Vassoio girevole: 700/900x25 (Øxh). Bulè by Chiara Andreatti

Bulè by Chiara Andreatti

Bea by Roberto Lazzeroni

Bea by Roberto Lazzeroni

Accanto, le vetrine GALERIST di Christophe Pillet nella nuova finitura verniciato bronzo patinato e allestimento con cassetti interni. Galerist by Christophe Pillet

Galerist by Christophe Pillet

Segue SELECTA di Officinadesign Lema con un’ampia composizione angolare. Le ante GLANCE, disponibili in versione a filo e aggettanti, anche doppie e angolari, con telaio anodizzato bronzo e vetro trasparente extra-chiaro, progetto firmato a quattro mani con Matteo Nunziati che riprende lo stile della vetrina e della madia omonime da lui disegnate nel 2016 e nel 2017. 

Inediti anche i terminali a giorno con ripiani in vetro o ancora i nuovi ripiani in legno con illuminazione integrata dal minimo ingombro (mm 11) in aderenza allo schienale laccato salvia, per un gradevole effetto soffuso.  Selecta by Officinadesign Lema

Selecta by Officinadesign Lema

Sul lato opposto dello stand, la zona notte presenta il letto VICTORIANO e i comodini VIC laccati lucidi Talpa di Roberto Lazzeroni. Victoriano by Roberto Lazzeroni

Victoriano by Roberto Lazzeroni

Vic by Roberto Lazzeroni

Vic by Roberto Lazzeroni

Davanti al letto, le nuove poltrone FANTINO di Gordon Guillaumier. Dalle forme compatte, grazie alla sinuosità delle linee, richiama la forma di una sella da cavallo montata sulla base in frassino tinto rovere termotrattato. L'imbottitura morbida ma asciutta riduce il volume complessivo, bilanciando le proporzioni, pur mantenendo inalterato il comfort. Un progetto senza tempo che pone al centro i valori della cultura manifatturiera di Lema come sottolinea la profilatura in gros grain che corre lungo la cucitura dei rivestimenti in tessuto o pelle. Fantino by Gordon Guillaumier

Fantino by Gordon Guillaumier

Dietro al letto, armadio DANDY di Officinadesign Lema con frame perimetrale in metallo verniciato bronzo e ante in cuoio color caffè. L'armadio è dotato del dispositivo brevettato LEMA AIR CLEANING SYSTEM che conferisce all’armadio un ruolo attivo nella sanificazione di indumenti e calzature. Grazie all'interazione di una nanotecnologia con speciale lampada UV genera una reazione fotochimica che permette di distruggere con un principio attivo naturale le sostanze inquinanti, batteri e muffe, depurando così l'interno dell'armadio e abbattendo in misura superiore al 90% i cattivi odori presenti su indumenti e scarpe che vi sono riposti.

Disponibile come accessorio, viene posto alla sommità degli armadi del programma Armadio al Centimetro nelle versioni con ante a battente, pieghevoli e complanari.  Faroe by Gordon Guillaumier

Faroe by Gordon Guillaumier

La presentazione si chiude con FAROE di Gordon Guillaumier, articolato progetto che reinterpretando il tema del contenimento ha dato vita ad una collezione di contenitori e sedute freestanding, trasversali nella loro funzione. Isole da personalizzare ed organizzare in diverse composizioni, giocando con elementi imbottiti, sedute e braccioli, con rivestimenti in pelle o tessuto e cassettiere disponibili in più altezze e allestimenti interni, da posizionare liberamente a centro stanza, sia essa una zona giorno, una camera da letto, una cabina armadio, dove il concetto di isola si svela già nel nome ispirato al fascino dell’omonimo arcipelago danese.

Dal rigoroso equilibrio progettuale, la collezione si caratterizza per la leggera cornice sospesa in metallo laccato che accoglie e sostiene le parti in essenza proposte in rovere termotrattato e quelle imbottite. La cornice è disponibile in due finiture: l’intenso laccato Mango e il più classico metallo verniciato bronzo. Si aggiungono al progetto anche i top in vetro temperato. Faroe by Gordon Guillaumier

Faroe by Gordon Guillaumier

Intorno  sistemi modulari con la cabina armadio HANGAR di Piero Lissoni. La collezione è progettata per accogliere gli oggetti del quotidiano, razionalizzando lo spazio, ma anche assecondando le idee più diverse su come organizzarlo. Un sistema funzionale, strutturato sui bisogni di chi lo abita, per le infinite soluzioni progettuali possibili, dove i diversi elementi e gli accessori si inseriscono lungo i montanti metallici pavimento/soffitto che concorrono a sorreggere il peso delle attrezzature. Hangar by Piero Lissoni

Hangar by Piero Lissoni

Lema su ARCHIPRODUCTS
Lascia un commento

Prodotti correlati

Notizie correlate

Vai al prossimo articolo
Apre una nuova casa Lema nel cuore di Madrid
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google Plus Condividi su Tumblr Condividi su Pinterest
Salva in: