Marco Casentini + Sikkens

Il colore trasforma l'Istituto Penitenziario San Vittore

Letto 128 volte
Marco Casentini + Sikkens
08/10/2018 - Sikkens ha presentato l’opera murale permanente, realizzata in collaborazione con l’artista Marco Casentini, all’interno dell’Istituto Penitenziario di Milano San Vittore. 
 
Il progetto per San Vittore ha avuto per obiettivo la riqualificazione del corridoio del I° raggio, passaggio obbligatorio verso l’area detentiva, un ambiente grigio ed anonimo diventato ora, grazie all’opera di Marco Casentini realizzata con i colori di Sikkens, colorato e più a misura d’uomo per tutte le persone che vivono e lavorano nella Casa Circondariale. 
 
L’esecuzione del lavoro ha coinvolto oltre al personale di Akzo Nobel anche alcuni detenuti che hanno potuto così migliorare l’ambiente in cui vivono e cimentarsi in una vera e propria attività formativa. 
 
Giacinto Siciliano, Direttore Casa Circondariale di Milano San Vittore, spiega perché iniziative come queste possono aiutare i detenuti a pensare al carcere in modo diverso: “C’è l’incontro con la città e con la comunità esterna con cui si possono fare delle cose insieme per migliorare e per lavorare insieme sul carcere. C’è l’attività che ha coinvolto i detenuti e che in qualche modo li ha resi protagonisti di qualcosa che rimane. C’è il colore che è un modo diverso per intendere il carcere. Entrando qui dentro ho pensato che fosse una trasgressione perché siamo completamente fuori da quelli che sono i parametri e gli stereotipi del carcere. Penso che questo sia estremamente importante perché può aiutare i processi di cambiamento. Vedere qualcosa di diverso aiuta a pensare e a vedere le cose in modo diverso”. 
 
Aggiunge l’artista Marco Casentini, “La pena detentiva viene associata alla privazione del colore, io con quest’opera ho voluto ridare a chi frequenta questo luogo di sofferenza, un momento di ritorno alla realtà, un angolo del carcere dove il colore prevale su tutto”. 
 
“Il ruolo dell’Azienda in questo progetto è stato non solo fornire le pitture e i colori per realizzare il progetto nel 1° raggio ma è stato anche quello di fare formazione per i detenuti che si sono affiancati alla nostra assistenza tecnica per la pitturazione dei muri” ha dichiarato Roberto Meregalli, Direttore Marketing di Akzo Nobel Coatings SPA.  
 
Un importante esempio di come pubblico, privato ed arte si possono incontrare per portare colore nella vita delle persone anche in un carcere. 

Akzo Nobel Coatings - SIKKENS su ARCHIPRODUCTSMarco Casentini + Sikkens

Marco Casentini + Sikkens

Lascia un commento

Hot Topics

sikkens
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google Plus Condividi su Tumblr Condividi su Pinterest
Salva in: