Menzione d’Onore ADI per Milano Contract District

La piattaforma che abbina servizi di marketing per il Real Estate ai brand di interior e home design

Letto 589 volte
Menzione d’Onore ADI per Milano Contract District
02/07/2018 - La piattaforma Milano Contract District conquista la Menzione d’Onore nell’ambito della XXV edizione del Premio Compasso d’Oro ADI, il più antico e più autorevole premio di design, conferito durante la recente cerimonia di premiazione tenutasi nella cornice del Castello Sforzesco di Milano. 
 
Istituito nel 2016, Milano Contract District è la Design Platform che abbina strategie e servizi di marketing per il Real Estate ai migliori brand di interior e home design, uniti per la prima volta con l’obiettivo di fare sistema. Un progetto nato da un’idea di Lorenzo Pascucci, che si sviluppa sulle solide basi del Contract System ma evoluto per offrire un pacchetto di servizi costruiti sulle esigenze del mercato immobiliare residenziale e coniugati con il frammentato mondo di chi produce design. 

Uno spazio polifunzionale di oltre 1.700 mq, nel cuore di Milano, dotato di una solida struttura logistica interna ed un team di più di 45 professionisti, per servire i developers, connettendoli con i progettisti, architetti e interior designers della piattaforma MCD, allo scopo di integrare sotto un’unica regia, il processo arredativo con quello costruttivo. 

Oggi per proporre un oggetto residenziale è importante poter abbinare alla mera proposta immobiliare dei servizi di marketing e di vendita capaci di stimolare la domanda e la preferenza dell’immobile in una fase di lancio e, poi, di sostenerne coerentemente la scelta durante il lungo periodo che separa il compromesso dal rogito', dichiara Lorenzo Pascucci, General Manager di Milano Contract District. 

'Il District si pone quindi non solo come una piattaforma di brands di assoluta e riconosciuta qualità, ma anche come unica realtà in grado oggi di abbinare all’unicità dei prodotti di home design una “customer experience” capace di mantenere la ‘promessa del sogno di casa’ attraverso un percorso di personalizzazione inedito. Il ‘prodotto nuova casa’ è infatti l’unico ad avere un tempo di consegna al cliente che, a differenza di qualunque altro mercato, può durare dai mesi agli anni. Per poter perseguire l’obiettivo di chi sviluppa immobili di vendere quanto più possibile sulla carta - prosegue il General Manager di MCD – è divenuto quindi necessario garantire a coloro che scelgono in fiducia e in largo anticipo, un percorso esperienziale di customizzazione della propria abitazione che sappia tramutare l’attesa della consegna dell’abitazione in un viaggio senza stress fatto di consulenza, eventi e molteplici possibilità di personalizzazione interamente coordinate e implementate in cantiere da un’unica regia a monte. Questa è la forza di Milano Contract District” – conclude Pascucci. 
 
Dalla sua inaugurazione ad oggi, Milano Contract District ha in attivo partnership su oltre 55 cantieri della città di Milano e non solo con un portafoglio di oltre 1.300 unità abitative che andranno in consegna tra la fine di quest’anno ed il 2020. Tra i clienti e i progetti più significativi citiamo Citylife con Generali, Bnp Paribas RE, Savills, Nexity, Reale Immobili (la divisione RE di Reale Mutua), i fondi di investimento Polis, InvestiRE sgr, le imprese Rusconi, Borio Mangiarotti, Mangiavacchi e Pedercini e molti altri importanti players nazionali e internazionali. Menzione d’Onore ADI per Milano Contract District

Menzione d’Onore ADI per Milano Contract District

Menzione d’Onore ADI per Milano Contract District

Menzione d’Onore ADI per Milano Contract District

Lascia un commento
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google Plus Condividi su Tumblr Condividi su Pinterest