Nuova modularità per Kubic

Il sistema di sedute componibili firmato Désirée si completa con elementi per sedute e braccioli

Letto 358 volte
Nuova modularità per Kubic
14/10/2020 - Nato nel 2002 sulla relazione tra dimensioni originate da multipli e sottomultipli di tre, secondo un atteggiamento progettuale liberamente ispirato ai canoni classici dell’antica Grecia, il sistema-divano Kubic firmato Désirée si arricchisce di nuove modularità. Kubic_Ludwig

Kubic_Ludwig

A distanza di 18 anni (anch’esso un multiplo di tre), il sistema di sedute componibili che Roberto Gobbo ha ideato per Désirée presenta nuovi elementi per sedute e braccioli, che sviluppano armoniche geometrie generando soluzioni per spazi con caratteristiche dimensionali e fisiche diversificate.  Kubic_Ludwig

Kubic_Ludwig

Il sistema, componibile in più forme – in linea, ad angolo, bifacciale o a penisola -, si arricchisce di una nuova profondità da 123 cm, che ne trasforma l’uso: se scegliendo i classici 99 cm si ha un divano da conversazione, con la nuova misura si ottiene infatti una seduta da relax, sulla quale è possibile anche distendersi. Infine, i cuscini imbottiti con morbida piuma, che dona maggior fluidità, o in poliuretano e Dacron per una seduta più strutturata e formale, ora possono essere impreziositi a richiesta da un nuovo elegante e discreto bordino in tono di colore.  Kubic_Ludwig

Kubic_Ludwig

Kubic può essere coordinato per forme e modularità con Ludwig, altro divano di Roberto Gobbo per Désirée caratterizzato da una seduta sostenuta da elementi a slitta metallici, impreziosita da una trapuntatura passo 24 cm completamente sfoderabile. Insieme ai nuovi tavolini della linea omaggio al grande maestro Ludwig Mies Van Der Rohe, Kubic e Ludwig esprimono un interessante dialogo degli opposti pieno e vuoto.

Désirée su ArchiproductsKubic_Ludwig

Kubic_Ludwig

Kubic_Ludwig

Kubic_Ludwig

Kubic_sofa

Kubic_sofa

Prodotti correlati

Notizie correlate


Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Tumblr Condividi su Pinterest
Seguici sui social
Salva in: