P+F BOX, il nuovo headquarter milanese di Parisotto + Formenton Architetti

Un 'contenitore' dedicato al progetto, alla creatività e al networking

Letto 1156 volte
P+F BOX, il nuovo headquarter milanese di Parisotto + Formenton Architetti
15/06/2018 - Parisotto+Formenton Architetti, studio di progettazione multidisciplinare con oltre 25 anni di esperienza internazionale, apre il nuovo headquarter milanese, P+F BOX, in Via Archimede 6 (spostandosi dalla precedente sede di Via Marcona 3): un contenitore dedicato al progetto, alla creatività e al networking creato dagli architetti per ospitare al suo interno anche la lounge milanese di True Design, Piavevetro e ArchimedeTech, partner in co-branding del progetto.

P+F BOX oltre ad essere principalmente la sede manageriale ed operativa dello studio di Parisotto+Formenton Architetti - in affiancamento all'ufficio storico di Padova - accoglie le tre aziende partner - True Design, Piavevetro e ArchimedeTech - per le loro attività di relazioni e di marketing, e le attività di PR/Media Relations del network The Link PR. È inoltre un luogo aperto al pubblico, in occasione di incontri dedicati alla formazione, alla cultura e ad iniziative trasversali al mondo del design, dell'arte e dell'architettura. 

P+F BOX è un laboratorio di interconnessione e scambio tra mondi affini ed è la concretizzazione di una poetica progettuale di cui questo luogo si fa quasi manifesto: i lavori di Parisotto+Formenton sono caratterizzati da un approccio umanistico che vede le persone al centro e la “misura d’uomo” come parametro progettuale. Questo spazio di lavoro – e di vita - è concepito per il benessere delle persone, che vi trascorrono gran parte delle loro giornate: la scansione degli ambienti, i colori, la luce e gli arredi (che accolgono anche elementi di carattere più domestico): ogni elemento è studiato per concorrere alla determinazione di un’atmosfera di vivibilità che sia di stimolo alla creatività e alla produttività a dimensione umana.  photo: Leo Torri

photo: Leo Torri

Lo spazio
Situato all’interno di un tipico building post-industriale che conserva molti caratteri dell’originaria destinazione produttiva, P+F Box si è insediato nei locali (oltre 400mq) che prima ospitavano una casa di moda. L’edificio, da sempre indirizzo di riferimento per eccellenze italiane di moda e design, ospita quasi unicamente showroom del Made in Italy, alcuni dei quali progettati dagli stessi Parisotto+Formenton. 

Il progetto
La riqualificazione degli ambienti è stata guidata dalla volontà di liberare lo spazio dalle frammentazioni interne che si erano stratificate negli anni, riportando fuori l’impianto originario e portando più luce possibile all’interno grazie alle grandi vetrate su più affacci.  L’approccio stilistico dei due progettisti si riflette nel grande rigore, nella coerenza, nella cura per i dettagli e nella scelta dei materiali.

L’articolazione dei vari spazi rispecchia la dinamicità delle attività che si svolgono dentro P+F Box, con aree destinate alla progettazione e alla creatività. Gli spazi sono fluidi e flessibili, si riversano l'uno nell'altro in maniera dinamica e connessa e si prestano per attività diverse: l’atelier - fulcro del lavoro dello studio degli architetti; la ricca materioteca; la gallery che include un’ampia area Kitchen, destinata ai momenti di pausa, brainstorming e incontri informali. Altre aree sono dedicate alle relazioni e al networking: il lab pensato come spazio di lavoro per l’interazione con i partner di progetto; la sala meeting e la lounge personalizzata da True, destinata ad incontri e presentazioni.                                
Nel progetto, il bianco domina nella grande “L“ centrale che accoglie l’atelier - scandito dal ritmo dei passaggi dalle grandi imbotti che lo connettono alla gallery - il lab e la materioteca. L’ambiente è invaso di luce naturale che entra dagli affacci sui due cortili contrapposti. Più materico e caldo l’aspetto degli altri ambienti quali l’head office e la sala riunioni principale dove il pavimento in Cimento Sai dialoga con le superfici verticali trattate con gli intonaci naturali di Matteo Brioni, che è intervenuto anche sulle superfici del grande cubo nero all’ingresso, elemento di cerniera che ospita funzioni tecniche, e nella zona dei servizi. All'ingresso di P+F BOX trova spazio la nuova lounge di True Design - marchio di arredi per spazi di lavoro, ospitalità, luoghi pubblici, di cui Aldo Parisotto è Art Director dal 2014 - caratterizzata da arredi leggeri, nomadi e flessibili che creano ambienti fluidi dove lavorare, vivere, incontrarsi.photo: Leo Torri

photo: Leo Torri

photo: Dario Breggiè

photo: Dario Breggiè

photo: Leo Torri

photo: Leo Torri

Lascia un commento
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google Plus Condividi su Tumblr Condividi su Pinterest