Piero Lissoni e Porro

La collaborazione avviata nel 1987, la storia e i nuovi progetti

Letto 2919 volte
Piero Lissoni e Porro
23/04/2019 - Piero Lissoni e Porro: due sensibilità complementari, quella del sarto e dello stilista, due punti di vista con una sola visione. Il designer racconta il percorso di ricerca avviato con il brand nel 1987, quando 'Porro era un'azienda che lavorava molto con le mani, ma con poca tecnologia. Oggi lavora ancora tantissimo in modo artigianale ma con degli step tecnologici evoluti. Uomo e tecnologia lavorano fianco a fianco'. Un’energia e un’intesa che si traduce anche quest'anno in soluzioni spaziali e famiglie di arredi in cui 'la chiave progettuale sta nel cercare l'errore e trasformarlo in punto di forza'. 



Piero Lissoni immagina la casa Porro 2019 in modo aperto: i muri svaniscono e gli arredi diventano architettura e matrice degli spazi, grazie all’ibridazione dei sistemi esistenti con nuove funzioni.  Kite Sofa + System

Kite Sofa + System

Il sistema di librerie e pareti attrezzate System si eleva a doppia altezza per lasciare libera la “fascia vita”, un volume vuoto quasi contemplativo, ottenuto grazie al nuovo vano Frame Grande Luce, da regalare all’uso desiderato: esporre un quadro, accogliere delle sedute o lasciare entrare il paesaggio dalla finestra. Modern

Modern

Il sistema di contenitori Modern si presenta in nuove colorazioni, come il vibrante arancio zucca, per ottenere una soluzione ogni volta diversa e personale all’insegna di vivacità e leggerezza. Storage

Storage

Bestseller Porro, il sistema di armadi Storage si alleggerisce, sostituendo il montante 25x45mm con un nuovo profilo 25x25mm per una sensazione più aerea che regala maggiore spazio interno. Il nuovo profilo rende inoltre possibile l'integrazione tra Storage e Storage Air, permettendo la libera alternanza di vani completamente trasparenti in cristallo, con altri parzialmente o completamente chiusi, in un gioco di pieni e vuoti. Impreziosisce l’armadio Storage Battente la nuova maniglia in legno Oslo ricavata a scasso per rimanere perfettamente a filo dell’anta.

Inoltre debutta il nuovo melamminico cherry white, la cui mano setosa simula il legno a poro chiuso del ciliegio sbiancato, riprendendone la venatura ma stemperandone la colorazione rosata in una tinta più neutra. 

Il lavoro di quest’anno abbraccia anche lo studio di nuovi arredi industriali indirizzati ai mondi della casa e del contract.  Pascal

Pascal

Tra i nuovi prodotti il sistema di tavoli Pascal, una sintesi perfetta fra qualità strutturale e contenuto progettuale. Pascal si contraddistingue per la leggerezza visiva della gamba a sezione alare in pressofusione di alluminio, legata senza soluzione di continuità alla struttura portante orizzontale, su cui poggia il piano disponibile in svariati materiali, creando un gioco di sovrapposizioni e doppio spessore. Prodotto dall’anima industriale che consente di raggiungere inedite lunghezze in piena luce, è allo stesso tempo pezzo scultoreo dalla natura plastica. Per l’ufficio, il contract e la casa, Pascal è un teorema, da svolgere in tutte le sue possibili declinazioni. Byron

Byron

Debutta invece nella zona notte il nuovo letto Byron. La testata in legno di ciliegio sbiancato cherry white si spezza a delineare un basamento, su cui poggia un sommier in tessuto e due ampie cuscinature in piuma ripiegate sul bordo superiore a creare un morbido schienale. Una delicatezza visiva a cui fanno da contrappunto gli accessori che completano il suo disegno: un tavolino orientabile in metallo e una morbida panca. Offshore

Offshore

La serie di contenitori Offshore evoca la pittura astratta sprigionando il sapore vintage dei mobili orientali. Realizzati in legno di frassino con piani a 45°, queste madie si contraddistinguono per la finitura pastosa ottenuta attraverso ripetuti passaggi manuali, grazie ai quali la venatura, prima scurita con i toni del nero, affiora in superficie in affascinanti cromie, dal rosso al blu. Insolita anche la modalità di apertura grazie ad una maniglia in negativo: un foro interamente placcato in metallo, alla riscoperta di sensazioni tattili. Frank Lounge

Frank Lounge

Infine la sedia Frank modifica le sue proporzioni per diventare una club chair perfetta per l’attesa e il relax.

Porro su ARCHIPRODUCTSByron

Byron

Offshore

Offshore

Modern

Modern

Storage

Storage

Offshore

Offshore

Pascal

Pascal

Piero Lissoni e Porro

Piero Lissoni e Porro

Lascia un commento

Prodotti correlati

Notizie correlate

Vai al prossimo articolo
Visioni complementari e nuovi orizzonti
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Tumblr Condividi su Pinterest
Salva in: