Rigore minimale e geometria organica per l'Haesley Nine Bridges

Secco Sistemi per il progetto firmato Kyeong Sik Yoon e Shigeru Ban

Letto 1021 volte
Rigore minimale e geometria organica per l'Haesley Nine Bridges
18/05/2018 - Una location ricettiva di 16.000 metri quadrati, annessa a un prestigioso campo da golf a Yeoju-gun in Corea del Sud, a un’ora da Seoul; un’inedita struttura lignea costituita da colonne ramificate dall’inusuale forma “ad albero” circondate da una scatola trasparente che di notte si illumina come una lanterna magica di grande fascino. La Clubhouse dell’Haesley Nine Bridges Country Club si sviluppa su quattro piani, un livello interrato e tre fuori terra. L’edificio principale ospita una hall VIP, una zona relax con suite private e uno spazio per eventi e congressi. Si tratta di un doppio quadrato di 36 x 72 m complessivi di estensione, con una struttura in legno e pareti continue in vetro e acciaio, setti murari in pietra naturale. 

L’astratta trasparenza del perimetro vetrato e l’ampiezza dello spazio libero all’interno sono enfatizzate, per contrasto, dalla materia e dalla forma della struttura portante: da pavimento a solaio colonne in legno di abete prendono una forma organica ad albero e si diramano nelle volte della copertura. Sono le mutanti geometrie complesse calcolate con un nuovo software prodotto appositamente e un procedimento costruttivo tutto computerizzato a riprodurre il fascino dei soffitti floreali in ferro e vetro dell’art nouveau. Il basamento dell’edificio è invece in pietra ed è costituito da un muro irregolare, costruito secondo la tecnica tradizionale coreana. 

Per quanto riguarda la struttura di sostegno procedendo per successivi allineamenti, è stato sviluppato un innovativo sistema in grado di soddisfare i requisiti statistici e degli standard anti-incendio. A livello costruttivo, si puntava a poter realizzare un intreccio utilizzando esclusivamente collegamenti legno-legno, scegliendo accuratamente le dimensioni della sezione in modo da ottenere uno standard di resistenza al fuoco di 60 minuti. Tale risultato è stato ottenuto utilizzando un sistema a coppie di giunti sovrapposti, un sistema che prevede l’uso di due barre in legno con diversi valori di trasmissione energetica e di rigidità, a seconda della direzione. La principale peculiarità della struttura della copertura, generata dallo sviluppo delle colonne senza soluzione di continuità, è la definizione di una maglia esagonale interamente realizzata in legno.

Il sistema costruttivo utilizzato risolve in maniera integrata i molteplici aspetti funzionali richiesti, assolvendo al contempo a compiti di carattere statico, architettonico e impiantistico.

Lo sviluppo della struttura lignea infatti sorregge l’involucro edilizio, consente un’elevata luminosità naturale e artificiale degli ambienti interni e si prefigura come elemento di canalizzazione dei movimenti naturali di aria. La struttura stessa, nella sua essenzialità ed eleganza, crea la luce e il colore degli ambienti interni definendo pertanto l’atmosfera degli spazi e l’identità dell’architettura.

Rigore e funzionalità per le soluzioni Secco Sistemi
L’unicità e il fascino della hall sono garantiti da vetrate ininterrotte dalle ampie campiture, scandite dai profili in acciaio zincato verniciato EBE 65 e 4F 2 dalle dimensioni contenute.

EBE 65 è un sistema versatile, con il quale dare vita a geometrie e profili diversi, che ben si inserisce in contesti storici ma anche in edifici contemporanei grazie alla capacità di dare forma al pensiero architettonico dialogando con gli altri materiali ed elementi compositivi della facciata. nei quali riesce a reinterpretarne l’essenza valorizzandone i caratteri architettonici. Dal punto di vista tecnologico, EBE 65, con profondità dei profili di 65mm nei quali alloggiare vetri isolanti fino a 48mm, sormonto interno e complanarità esterna tra anta e telaio, è un sistema con elevate prestazioni di isolamento e tenuta. Performance garantite dalla tecnologia della giunzione a taglio termico, in poliammide e poliuretano che permette a Secco sistemi di sviluppare profili strutturali forti con sezioni contenute. 

EBE 65 garantisce funzionalità e prestazioni oltre a consentire di interpretare le diverse esigenze progettuali. Combinando infatti l’ampia scelta delle tipologie di apertura alla completa gamma di accessori, i profili EBE propongono numerose possibili varianti al design del serramento, impreziosite dalla qualità assoluta dei materiali disponibili: acciaio inox, acciaio zincato, acciaio corten e ottone brunito. 

Per realizzare le pareti continue trasparenti che definiscono l’involucro della Clubhouse dell’Haesley Nine Bridges Country Club è stato impiegato anche il sistema 4F 2, la facciata continua a taglio termico si Secco Sistemi applicabile a sottostruttura portante. 4F2 è un sistema di facciata riportata, che fornisce un elemento di riconoscibilità per le facciate vetrate grazie alla possibilità di combinare materiali diversi e differenti tipologie di apertura. Inoltre l’utilizzo di montanti e traversi di grande inerzia e sezione contenuta, consente di costruire facciate con ampie superfici vetrate, mentre la completa gamma di profili e guarnizioni, offre soluzioni su misura per l’applicazione di vetri performanti di qualsiasi tipo e spessore. L’utilizzo di 4F2 in questo progetto ha permesso una trasparenza totale della superficie e una permeabilità visiva assoluta tra interno ed esterno che valorizza la specificità dello spazio e del contesto nel quale si inserisce.

SECCO SISTEMI su ARCHIPRODUCTSRigore minimale e geometria organica per l'Haesley Nine Bridges

Rigore minimale e geometria organica per l'Haesley Nine Bridges

Rigore minimale e geometria organica per l'Haesley Nine Bridges

Rigore minimale e geometria organica per l'Haesley Nine Bridges

Rigore minimale e geometria organica per l'Haesley Nine Bridges

Rigore minimale e geometria organica per l'Haesley Nine Bridges

Rigore minimale e geometria organica per l'Haesley Nine Bridges

Rigore minimale e geometria organica per l'Haesley Nine Bridges

Rigore minimale e geometria organica per l'Haesley Nine Bridges

Rigore minimale e geometria organica per l'Haesley Nine Bridges

Rigore minimale e geometria organica per l'Haesley Nine Bridges

Rigore minimale e geometria organica per l'Haesley Nine Bridges

Lascia un commento

Prodotti correlati

Notizie correlate

Vai al prossimo articolo
Secco Sistemi per il padiglione diffuso della Santa Sede
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google Plus Condividi su Tumblr Condividi su Pinterest