Arredo Bagno Cucina Illuminazione Outdoor
Ufficio Shop

257 Bicchieri

Il bicchiere rappresenta uno degli oggetti più comunemente e quotidianamente utilizzato. Il suo scopo, essenzialmente legato all’azione fondamentale del bere, nel tempo ha portato ad una magnifica evoluzione di questo comune oggetto. Oggi esistono moltissimi tipi di bicchieri, con caratteristiche differenti in relazione soprattutto al tipo di bevanda che si intende servire. I bicchieri sono testimoni di ritrovo, unione e svago, ed è per questo che devono essere pratici, eleganti o colorati in base all’occasione.

I protagonisti della tavola: i bicchieri da vino o acqua

La tavola è uno dei punti di ritrovo principale tra amici e familiari e apparecchiarla diventa un rito e un momento speciale della giornata. Protagonisti della tavola sono i bicchieri da acqua, ovvero i classici bicchieri pratici in vetro e i bicchieri da vino, con caratteristiche più specifiche.
I bicchieri da acqua in una casa non devono mancare mai, e ormai non sono più solo in vetro trasparente ma li troviamo colorati, decorati, texturizzati, tondi o dalle forme più strane. Nella maggior parte dei casi, per l’acqua, la scelta ricade spesso su bicchieri molto semplici, senza particolari dettagli, ma un bicchiere dal design ricercato, rende unico anche un gesto naturale come il bere. Dopo l’acqua, il vino è la bevanda storicamente più presente a tavola. Per gli amanti dell’arte della degustazione, bisognerà scegliere con cura il giusto bicchiere per ogni tipo di vino. Una scelta corretta e di design, assicura la qualità dei materiali e la correttezza della forma senza che l’eleganza dell’aspetto ne rimanga compromessa. I bicchieri e i calici da vino dovranno quindi avere alcuni requisiti fondamentali: la trasparenza, per consentire di apprezzare le note cromatiche e il fondo; devono essere realizzati con un materiale sottile come il vetro o il cristallo; la forma deve preferibilmente essere a stelo, in quanto consente di impugnare il bicchiere tenendo la mano distante dal suo contenuto, evitando che si scaldi e che ci siano contaminazioni di odori. Esiste, poi, la regola del bicchiere da vino per il bianco e uno grande per il vino rosso. Un bicchiere in vetro grande e rotondo consente agli aromi di diffondersi perfettamente in bocca. Il vino bianco, invece, non ne ha bisogno, un'apertura stretta, quindi, manterrà gli aromi nel bicchiere. Nel caso di brindisi, e quindi di spumanti, prosecchi o champagne il flûte in vetro dall’alto gambo è l’ideale.

Un bicchiere per ogni occasione

Quando si trascorre del tempo libero con i nostri amici o familiari, a casa o in un locale, è piacevole accompagnare chiacchiere e risate bevendo e mangiando insieme. In relazione alla location, al contesto e al tipo di evento, che sia in discoteca, in pizzeria o in un pub, i bicchieri da cocktail o long drink, piuttosto che i bicchieri da vino e quelli da birra, non potranno mancare.
Chiara o scura, per la birra il bicchiere adatto è quello che ne valorizza gusto, aroma, e schiuma. Ai classici boccali, anche i bicchieri da birra di design occupano il loro territorio, rendendo il gesto del bere un piacere anche per lo sguardo.
Se invece di una birra, vogliamo sorseggiare un mojito, un Martini o uno dei tantissimi long drink esistenti, la scelta del bicchiere, e in particolare la sua forma, ne influenza l’esperienza ma anche il gusto. Nel caso dei cocktail, a seconda delle sue caratteristiche, i bicchieri potranno essere sferici, dritti, svasati, con o senza manico o ancora, profondi o superficiali. Solitamente, anche in questo caso, si predilige la trasparenza, per apprezzare anche l’aspetto visivo e cromatico della bevanda.
Ultimi ma non meno importanti, i bicchieri da liquore accompagnano una tranquilla chiacchierata e spesso la conclusione di una cena. La degustazione di amari, grappe, rum o liquori invecchiati, si abbina a bicchieri dall’aspetto classico e dalla forma contenuta e studiata per esaltare al meglio le note del liquore.

Le nuove tendenze dei bicchieri: tra materiali, forme e design

Il design dei bicchieri si sbizzarrisce su tutti i fronti. Rikke Hagen, ad esempio, ha disegnato Cognac Glass per Normann Copenhagen, un bicchiere realizzato considerando che esso deve contenere aroma, temperatura e volume.‎ La forma del bicchiere aumenta l'esperienza intima di bere cognac accentuando la profondità del colore e il movimento del liquido.‎
In particolare nel campo dei cocktail, la nuova tendenza della multisensorialità e dei bicchieri di design impazza nei lounge bar. Non solo bere, ma vivere il drink attraverso il gusto, l’olfatto e il tatto, è diventato un must tra i bartender. Bicchieri con serpentine, clessidre, calici dalle forme più disparate, o bicchieri all’interno di altri bicchieri o con cannucce integrate, vengono esaltati dai forti e vivaci colori dei drink, stimolando la vista e rendendo il bere un cocktail un’esperienza entusiasmante e memorabile. Il vetro è, quindi, il re assoluto tra i materiali adoperati per la realizzazione di bicchieri, qualsiasi sia lo scopo per cui sono stati creati. Il vetro, che sia soffiato, borosilicato, in cristallo, colorato o decorato, è un materiale che rappresenta la risposta più frequente e pertinente alle caratteristiche che un bicchiere deve avere: sottile, dalle forma curve e in alcuni casi articolate, trasparente, leggero ed elegante. Il vetro è imbattibile in questo settore ma la plastica, in particolare plexiglass e policarbonato, la ceramica e il metallo rappresentano l’alternativa più frequente: chi in casa non ha una scorta di bicchieri in plastica a portata di mano, per aperitivi o cene numerose. Bicchieri in ceramica e in metallo associati a smalti, stampe e decorazioni, in molti casi rievocano uno stile vintage, audace e all’avanguardia. ... Altro ... meno
Salva in:
Salva in: