Arredo Bagno Cucina Illuminazione Outdoor
Ufficio Shop

198 Camerette

Con l’arrivo di un figlio, una delle cose a cui si deve pensare è come attrezzare la sua cameretta. Tante sono le soluzioni e le proposte dei brand per le camerette, tanti gli stili, i modelli, le finiture, e per la scelta è bene lasciarsi guidare prima di tutto dai propri gusti, senza trascurare però la qualità e la sicurezza dei materiali e delle finiture. Dato che i mobili delle camerette sono destinati ai più piccoli, si consiglia sicuramente di scegliere arredi fabbricati con materiali naturali e con finiture atossiche, e di prediligere un design dalle linee morbide, studiato apposta per i più piccoli, in cui non solo gli spigoli siano arrotondati per questioni di sicurezza, ma anche in cui l’atmosfera generale sia accogliente e rassicurante.

Come scegliere l’arredo per la cameretta?

La cameretta di un bambino è destinata a cambiare e ad evolversi nel tempo man mano che il bimbo cresce e le sue esigenze cambiano, quindi scegliere soluzioni flessibili e componibili è sempre una saggia decisione. Per i più piccoli, i mobili avranno spigoli arrotondati per evitare spiacevoli incidenti durante i primi passi, mentre per quanto riguarda i colori da usare, sia sulle pareti che sui mobili, soprattutto quando il bimbo è molto piccolo, è meglio prediligere colorazioni dalle tinte tenui e dai toni pastello con complementi ed elementi decorativi che richiamino il mondo naturale e fiabesco, con giochi cromatici tono su tono e una palette dalle sfumature delicate. Per completare l’arredo non possono mancare accessori e decorazioni per bambini, come adesivi per parete o anche carta da parati adatta ai più piccoli, oltre ovviamente a giocattoli ed eventualmente tappeti, cuscini o pouf.

Attrezzare la cameretta di un neonato

Quando il bimbo è appena nato, e fino ai sei mesi di età circa, dormirà in una culla, un arredo che deve avere determinate caratteristiche dimensionali e che deve rispondere a rigorosi standard di sicurezza per tutelare il sonno dei neonati. Molti genitori, almeno per i primissimi periodi, preferiscono tenere la culla nella loro camera da letto, per avere maggiormente sotto controllo il neonato e agevolare l’allattamento nelle ore notturne, ma sono moltissimi i pediatri che suggeriscono di spostare il bimbo nella sua cameretta dopo il compimento del primo anno di età. La cameretta del neonato si completa inoltre con un fasciatoio e un piccolo armadio o una cassettiera per riporre gli indumenti e il necessario per il cambio.

Come si trasforma la cameretta nel tempo

Generalmente dopo il primo anno di età del bambino, la culla viene sostituita da un lettino, eventualmente con una sponda removibile per i primi tempi, per poi passare definitivamente al lettino singolo, e l’arredo della cameretta si arricchisce di vari contenitori, per poter riporre tutti i giocattoli, di una libreria per cominciare a coltivare il piacere della lettura e anche l’armadio sarà da ingrandire, per accogliere indumenti man mano più grandi e più numerosi. In età scolare, inoltre, il bimbo avrà anche bisogno di una scrivania e di una sedia: si può optare per un modello inizialmente di dimensioni ridotte per poi passare ad una scrivania tradizionale, oppure scegliere un modello ad altezza regolabile che possa crescere con il bambino.
Quando pensiamo invece agli adolescenti, le esigenze cominciano a diventare diverse: lo spazio per il gioco si deve ridurre, a differenza di quello per lo studio e per i libri che dovrà necessariamente ingrandirsi. La scrivania e l’illuminazione dovranno essere adatti ad accogliere un computer ad esempio, mentre nella stanza sarebbe perfetta una poltrona o dei pouf per accogliere gli amici. Per attrezzare e arricchire la stanza con complementi e accessori al fine di renderla il più accogliente possibile, dobbiamo tener conto delle passioni dell’adolescente: è uno sportivo o preferisce la lettura? Suona uno strumento musicale o ama dipingere? Ama gli animali o fa collezione di costruzioni? La camera diventerà il loro rifugio per questo è bene interpellare soprattutto i ragazzi e chiedere loro collaborazione nell’arredarla.

Soluzioni salvaspazio: letti a castello, a ponte o a soppalco

Se la stanzetta non è di grandi dimensioni, può non essere semplice sistemare tutti gli arredi necessari, e le aziende vengono incontro a queste esigenze proponendo varie soluzioni salvaspazio: molto comode sono le camerette a soppalco, in cui il letto o la zona studio sono sistemati su una zona rialzata, raggiungibile con comode scalette, oppure le camerette a ponte, in cui alcuni degli elementi contenitori dell’armadio sono posizionati a ponte sopra il letto, fissati al muro, per guadagnare spazio utile da dedicare invece al gioco o alla zona studio.
Nel caso di due o più figli, la cameretta dovrà necessariamente accogliere più letti e questo è facilmente realizzabile grazie a soluzioni con letto estraibile, in cui il secondo o il terzo letto è estratto all’occorrenza e sistemato di fianco a quello principale, mentre di giorno è nascosto all’interno di un cassettone a scomparsa sotto il letto principale. Una soluzione più classica è quella dei letti a castello, in cui si sfrutta lo spazio in altezza e si hanno due letti sempre a disposizione, occupando lo spazio di uno solo, in cui il letto superiore è raggiungibile con una comoda scaletta, che in alcune configurazioni è realizzata in maniera tale da poter accogliere dei comodi cassetti contenitori. ... Altro ... meno
Filtra
198 Prodotti
Ordina per:

Ordina

Salva in:
Salva in: