LOVE DESIGN | Risparmia il 15% fino al 19.02

Doccette

La doccetta è un soffione doccia di dimensioni ridotte azionabile in maniera manuale, da collegare al muro o al miscelatore per mezzo di un flessibile. La doccetta viene appoggiata su appositi sostegni collocati sull’asta saliscendi o ancorati alla parete del box doccia o della vasca da bagno.
La collocazione sull’asta saliscendi è particolarmente comoda e funzionale: il doccino viene solitamente bloccato ad un’altezza inferiore rispetto a quella del classico soffione, indicativamente tra i 100 e i 120 cm da terra, più vicino al miscelatore, con il vantaggio di poterne regolarne l’altezza a proprio piacimento.
La doccetta è un elemento della rubinetteria caratterizzato da un equilibrio perfetto tra tecnologia, qualità e design.
Oltre ad assicurare l'esperienza di doccia desiderata, le doccette daranno un tocco di originalità al vostro bagno.

Come scegliere la doccetta perfetta: modelli e materiali

La doccetta è uno degli accessori che caratterizza l'angolo doccia del bagno ed è quindi importante che venga scelta in linea con gli altri elementi del gruppo rubinetteria, richiamandone forme e finiture.
Sul mercato sono disponibili doccini di diverse forme e dimensioni, dai classici modelli a telefono, pratici e funzionali, alle doccette di design, dalle forme più pulite e squadrate, adatte ai bagni più moderni.
Oltre al design, è fondamentale considerare anche le caratteristiche tecniche di questo prodotto quali il materiale, il tipo di attacco e le dimensioni.
Le doccette in ottone cromato sono tra le più diffuse sul mercato, soprattutto per chi cerca un ottimo compromesso tra costo e qualità del prodotto, sono perfette per chi preferisce modelli dalle forme più elaborate, anche classiche o rotondeggianti.
Chi invece preferisce finiture più pregiate e un’estetica minimale dalle forme pulite e lineari, sicuramente troverà tra le doccette in acciaio inox quella più adatta alle proprie esigenze. L’acciaio inoltre non subisce l’utilizzo costante dei detergenti e, essendo inossidabile, non arrugginisce.

Doccette e numero di getti

Una differenza sostanziale tra i diversi modelli di doccette disponibili sul mercato è il numero di getti. La doccetta a getto fisso è la tipologia più semplice, essa fornisce appunto un solo tipo di getto verticale, solitamente a pioggia.
Le doccette a 2 getti rappresentano una prima evoluzione del prodotto in quanto consentono combinare il getto a pioggia con quello a cascata.
Nelle doccette a 3 getti, arrivando fino ai 4 getti, è addirittura possibile avere getti combinati e scegliere funzioni massaggianti di diverso tipo, per un relax totale.
Nei modelli tecnologicamente più avanzati, l’erogazione dell’acqua è regolata direttamente dalla manopola: una breve pressione del dito sui pulsanti sul dorso dell’erogatore sono sufficienti per scegliere il getto che si preferisce. Nei modelli shut-off è possibile chiudere il getto d'acqua direttamente da questi comandi.
In tutti i casi, a prescindere dalle dimensioni e dal design della doccetta, la disposizione di ciascun ugello di erogazione è accuratamente studiata per garantire un getto abbondante ed uniforme.

Portata delle doccette: come evitare lo spreco d'acqua

Come i soffioni, le doccette hanno portata variabile a seconda della pressione di rete. Per ogni doccetta, i diagrammi di portata riportati nelle schede tecniche specificano la portata limite, sotto la quale non è possibile garantire un getto omogeneo e confortevole. Sul mercato è oggi disponibile un'ampia scelta di doccette a portata ridotta grazie alla loro conformazione oppure a dispositivi specifici come i limitatori di portata o di flusso, posti al loro interno. Per i modelli più smart, il consumo dell'acqua si riduce fino a 4 l/min, con un notevole risparmio economico.

Manutenzione e pulizia del doccino

Per evitare la formazione di aloni e l'accumulo di batteri, è prima di tutto importante cercare di pulire la doccetta dopo ogni utilizzo, anche semplicemente con un panno morbido per poi asciugare il tutto alla perfezione.
Il problema che maggiormente colpisce le doccette è però l'accumulo di calcare che, se non trattato correttamente, può arrivare ad impedire la fuoriuscita del normale flusso d'acqua dagli ugelli del doccino.
Si tratta di un inconveniente comune, che può presentarsi più o meno frequentemente a seconda della durezza dell'acqua, cioè del quantitativo di sali solubili e metalli in essa presenti.
Una pulizia ordinaria della doccetta rallenta sicuramente il depositarsi delle particelle di calcare, ma se questa non è sufficiente, è opportuno ricorrere a prodotti anticalcare chimici o naturali (come l'aceto o il limone).
Nelle doccette con sistema anticalcare gli ugelli sono realizzati in silicone per semplificare l’eliminazione del calcare accumulato, assicurando una durabilità maggiore del prodotto. La piastra è facile da pulire e comoda da rimuovere in caso di manutenzione o sostituzione. ... Altro ... meno

Filtra/Ordina

Filtra per

Prezzo

$
$
Salva in:
Seguici sui social