415 Illuminazione a binario

L’illuminazione a binario è composta da una serie di luci che scorrono su una struttura metallica o in plexiglass, alla quale vengono agganciati faretti regolabili o lampade a sospensione. Nello specifico, i sistemi di illuminazione a binario più diffusi sono quelli che utilizzano faretti o lampade montati su binari incassati nel soffitto: i binari possono essere realizzati sia in metallo che in materiale plastico e possono essere montati in maniera tale da diventare praticamente invisibili. Su questi binari è possibile montare diverse tipologie di luci contemporaneamente, da direzionare in base alle esigenze, che possono poi essere rimosse con estrema facilità o spostate in altre posizioni. L’illuminazione a binario viene utilizzata spesso nella progettazione illuminotecnica di spazi particolarmente ampi, o per negozi o ambienti per il contract. Il design minimale di questa tipologia di prodotto lo rende particolarmente adatto a contesti contemporanei.

Stili e materiali dell’illuminazione a binario

Come per tutti i tipi di illuminazione, anche nella scelta dell’illuminazione a binario è bene tenere conto dello stile d’arredo delle stanze per poter valutare al meglio il design del modello da inserire nel contesto. In generale questo tipo di illuminazione è particolarmente adatto a contesti dallo stile contemporaneo, per via del design lineare, minimale, high-tech.
Per ambienti dallo stile moderno si potrà giocare con il metallo e scegliere sistemi di illuminazione a binario in alluminio o sistemi di illuminazione a binario in acciaio. Soluzioni abbastanza utilizzate sono anche sistemi di illuminazione in plastica, nello specifico in tecnopolimero, policarbonato e ABS.
In realtà però anche in contesti dallo stile un po’ più classico, l’illuminazione a binario crea una piacevole atmosfera, senza essere invadente, in quel caso sarà bene scegliere il corpo illuminante di una forma e di un colore che si adatti allo stile dell’arredamento. Per esempio, per un arredamento in stile vintage, si rivelano una scelta interessante i sistemi di illuminazione a binario in ottone e in rame. Un altro materiale in grado di inserirsi bene all’interno di questa tipologia d’arredo è il vetro: diffusi sono, infatti, sistemi di illuminazione in cristallo, per creare atmosfere di luce e trasparenze particolari.

Risparmiare con le luci a binario a LED

Sono diverse le fonti di luce dei sistemi di illuminazione a binario. Negli allestimenti moderni la soluzione più diffusa è rappresentata da sistemi di illuminazione a LED, che consumano circa l’80% in meno rispetto alle normali lampadine, oltre al fatto che il flusso della luce prodotto dai faretti a LED può essere direzionato verso la zona desiderata, senza disperdere inutilmente l’energia luminosa in altre direzioni. In questo modo aumenta la qualità della luce, e contemporaneamente si ha anche un notevole risparmio energetico.
Un altro modello di illuminazione molto diffuso è l’illuminazione a binario alogena. Non è rara, infatti, la scelta di arredare le stanze con binari di faretti alogeni e regolabili. Le lampadine alogene sono considerate un classico, ma anche gli impianti di illuminazione a binario fluorescente si dimostrano un’alternativa eccellente.

Il design dell’illuminazione a binario

L’illuminazione è parte fondamentale dell’arredamento. Con un buon sistema di illuminazione è possibile svolgere al meglio ogni tipo di attività, soprattutto se si sceglie per ogni stanza un’illuminazione diversa e adeguata all'ambiente.
L’illuminazione a binario è sicuramente la scelta preferita per ambienti molto grandi ma che necessitano di punti luce differenziati ma soprattutto dove è necessaria ampia flessibilità. Illuminazione ideale quindi nei musei, per illuminare dall’alto le varie opere esposte, oppure nei negozi, per creare diversi punti luce da direzionare sulla merce esposta. L’illuminazione a binario permette poi di modificare la direzione e la posizione dei faretti, adattandosi quindi ai continui cambiamenti che ambienti come musei e negozi subiscono.
In contesti lavorativi, come un ufficio organizzato a open space, l’illuminazione a binario è ovviamente una scelta intelligente, perché permette di direzionare la luce sulle singole postazioni di lavoro e di cambiarne la configurazione adattandosi ad eventuali cambiamenti dell’arredamento, sia per riunioni estemporanee che nel caso di riorganizzazioni più importanti dei gruppi lavorativi.
Per una clientela più esigente, o per ambienti architettonici di un certo valore, molti designer e progettisti scelgono un’illuminazione a binario di design, che si distingue per la forma più elegante dei corpi illuminanti, per la scelta di materiali esclusivi ma anche per il fatto che il binario stesso può diventare un elemento decorativo, disegnando percorsi particolari, che sottolineano volontariamente alcuni profili oppure spariscono nell’architettura, lasciando spazio solo al design della luce.

Illuminazione a binario per ogni ambiente

Anche in casa l’illuminazione a binario costituisce una scelta vincente, soprattutto in alcuni ambienti. La cucina, per esempio, è tra le stanze che più necessitano di un’illuminazione ben studiata: oltre a prevedere un ingresso per la luce naturale, devono essere ben studiate le sorgenti artificiali, per un’illuminazione ottimale delle aree di lavoro. Un binario LED è un’ottima soluzione perché garantisce una buona illuminazione diretta sul piano di lavoro e sull’area di cottura, ma al tempo stesso garantisce una diffusione della luce in maniera omogenea in tutto l’ambiente.
Anche nella zona giorno l’illuminazione a binario può essere un’ottima opzione: con i faretti installati su binario possiamo creare differenti zone luminose, sul divano, sul tavolo da pranzo, oppure per un angolo lettura o ancora per suonare il pianoforte. Il vantaggio di utilizzare l’illuminazione a binario in ambienti grandi è quello di poter concentrare la luce direttamente dove serve, senza dispersione, con un vantaggio anche economico, soprattutto se scegliamo faretti a LED. Un altro importante vantaggio da non sottovalutare è che l’installazione di un binario, su cui posizionare i vari punti luce, consente di avere zone illuminate diversamente anche in caso di un unico attacco elettrico, a differenza dell’illuminazione tradizionale che ha bisogno di vari attacchi elettrici, a soffitto e a parete. ... Altro ... meno

Filtra/Ordina

Filtra per

Salva in:
Seguici sui social
Salva in: