Usa il codice ARCHISPRING15 e risparmia il 15% fino a domenica!

Illuminazione per interni

Illuminare bene una stanza è fondamentale, tanto quanto scegliere i giusti arredi. La luce consente di poter godere appieno degli spazi, di creare suggestive atmosfere e svolgere anche nelle ore serali le attività preferite, come leggere un buon libro, cucinare, ritrovarsi attorno ad un tavolo. A volte l'illuminazione perfetta può trasformare l'anima degli spazi modellandoli. Giocando con differenti punti di luce, si può separare visivamente un ambiente da un altro, e differenziare la destinazione d’uso anche senza doverli dividere fisicamente. Inoltre posizionare il perfetto apparecchio luminoso nel punto giusto dell’ambiente, può permettere di dare risalto ad un dettaglio, riempire uno spazio vuoto, armonizzare i mobili presenti, enfatizzare un arredamento moderno o addirittura sottolineare un design classico.

Come scegliere la lampada perfetta?

Le lampade per interni oltre ad assolvere la loro funzione, sono sempre più vicine al concetto di pezzi di design che diventano punti focali dell'ambiente, riempiendolo di carattere. Pertanto, divengono degli oggetti unici e ricchi di stile in grado di arredare e allo stesso tempo propagare la luce, ma anche di conferire un segno distintivo, innovativo e personale alla casa, all’ambiente di lavoro o horeca.
Dunque, la scelta delle lampade diventa un modo per esprimere il proprio gusto, la propria personalità e la propria creatività. In questo processo decisionale, i primi aspetti da considerare sono l’ambiente in cui si collocherà il punto luce, la posizione e la funzione che dovrà assolvere.
A questo punto diventa fondamentale definire la tipologia. Le proposte sono innumerevoli: è possibile spaziare tra splendide sospensioni, innovative lampade da parete o da tavolo, illuminazione da incasso o faretti, o funzionali lampade da terra.
Definito ciò, si può dare libero sfogo alla propria fantasia scegliendo tra lampade che differiscono per design, stili, forme, praticità, funzionalità, colorazioni, e materiali di realizzazione. La ricercatezza del design darà letteralmente nuova luce all'arredamento dell’ambiente ed evidenzierà il proprio stile.

L’accoglienza delle lampade da parete

Ogni ambiente richiede un’analisi attenta che conduca alla scelta del tipo di illuminazione più appropriata: dal tipo di apparecchio al suo corretto posizionamento; dalla giusta temperatura di colore della lampada, alla valorizzazione di alcune zone rispetto ad altre. Sia l’ingresso, una zona di filtro con l’esterno e anche la prima stanza che si vede quando si varca la porta, che il corridoio devono essere adeguatamente illuminati per consentire un’entrata e un passaggio sicuro. Per cui l’ideale è avere una luce diffusa ottenibile attraverso il posizionamento di lampade da parete. Queste sono capaci di irradiare la luce senza però togliere spazio alle stanze, in quanto faretti e applique pur arredando la parete, non ingombrano e non ostacolano i movimenti. Si può scegliere tra quelle con stile classico o moderno, tra un materiale naturale o high tech, dai colori più discreti che si mimetizzano con quelli delle pareti, a quelli più estrosi che richiamano l’attenzione. Ancora, è possibile spaziare dalla lampade con una forma minimal, pulita ed essenziale, a quelle più imponenti che creano dei giochi visivi nello spazio. Per i corridoi e scale interne sia di abitazioni civili, ma anche di locali commerciali, la soluzione luminosa ideale è rappresentata dai segnapasso. Questi, con la loro presenza discreta ma significativa, sono capaci di creare un percorso luminoso e di garantire la piena sicurezza dei movimenti.

Dar luce a piatti gustosi con le lampade da soffitto

In cucina, dove la luce diventa strumento di lavoro oltre che arredo, si deve ricercare il giusto equilibrio tra estetica e funzionalità. Sia che la cucina abbia delle dimensioni piuttosto importanti sia che sia una stanza molto piccola se non, un vero e proprio angolo cottura, le lampade da soffitto rappresentano la scelta ideale per dare rilevo a questo ambiente. Esse risultano meno ingombranti delle lampade a sospensione, ma permettono allo stesso modo di dar vita a suggestive atmosfere luminose. Se si vuole ricreare delle sensazioni particolari, giocando con luce ed ombra, si può installare un’unica plafoniera; oppure si possono disegnare delle forme sul soffitto posizionandole in gruppi.

Il cuore della casa illuminato dalle lampade a sospensione

La sala da pranzo, spesso rappresenta il cuore di una casa, e quindi cosa c’è di meglio di una lampada a sospensione centrale per esaltare il tavolo intorno al quale si riunisce la famiglia?
Che siano delle semplici lampadine pendenti o dei veri e propri lampadari, scendendo direttamente dal soffitto, forniscono una visione chiara con una luce che illumina tutto l'ambiente in modo perfetto. Sono delle fonti luminose molto versatili che si adattano a tutte le esigenze vantando una gamma vastissima con modelli di ogni dimensione e forma, con una moltitudine di finiture e materiali e stili che vanno da quelli più classici, a quelli contemporanei con linee pulite e ridotte.
Per illuminare tutti i punti della stanza, le lampade a sospensione possono essere accostate ad altre fonti luminose come faretti, piantane e lampade da tavolo.

Le lampade da terra, moderne sculture per il soggiorno

In soggiorno, per creare un’atmosfera calda e accogliente si può optare per una lampadario studiato per sorprendere e stupire anche a luci spente; ma ceratamene le vere protagoniste sono le lampade da terra.
Queste non sono semplicemente intese come oggetti funzionali ma diventano il punto focale della stanza andando a definire l'ambiente contraddistinguendone l'atmosfera. Essendo soluzioni mobili, consentono di essere spostate e di aggiungere un’illuminazione dove si preferisce. Grazie alla loro versatilità possono dare valore anche agli angoli dimenticati della stanza creando un inaspettato punto luce. La lampada da terra diviene una lampada di design che da spenta definisce l'ambiente circostante come se fosse una scultura, ma una volta illuminata lo arrochisce e impreziosisce.

Studiare e lavorare con le lampade da tavolo

Nelle camere da letto si predilige un’illuminazione diffusa, con sorgenti luminose dirette in corrispondenza di alcuni specifici punti, come ad esempio sui comodini. Lo stesso accade in uno studio dove è necessaria una fonte luminosa diretta sul piano di lavoro. Con una buona illuminazione si ottiene un aumento dello stimolo lavorativo, si accresce la capacità di concentrazione e si ritarda l’insorgere della stanchezza. Quindi diventa fondamentale scegliere la corretta lampada da tavolo. Che si prediliga la tradizionale abat-jour, con base fissa e paralume in tessuto, o le più moderne lampade orientabili dalle linee semplici, l’importante è che rispecchi il proprio stile e si adatti alle proprie esigenze. Per arredare con gusto anche le camerette, si può optare per le lampade da comodino dalle forme animali o umane che donano quel pizzico di fantasia che i bambini amano.
Anche in una stanza come il bagno la scelta delle luci deve essere sempre molto oculata. Si può optare per la classica plafoniera, soluzione apprezzata soprattutto nei bagni più spaziosi, o per le applique funzionali e accattivanti, oppure si possono prediligere delle lampade da specchio che garantiscono il corretto apporto luminoso per fruire in maniera corretta dello spazio. Ma qualunque lampada da bagno si voglia scegliere l’importante è che rispecchi il proprio gusto ed esalti la bellezza dell’ambiente.

Condizionanti psico-fisici legati alla luce

L’illuminotecnica dimostra come la luce, oltre ad essere un elemento vitale per l’uomo è un fattore che incide sul suo benessere. L’illuminazione artificiale influenza gli aspetti fisiologici e psicologici dell’uomo e la sua percezione di comfort negli ambienti da lui abitati. Per cui, vi sono vari parametri tecnici da tenere in considerazione nella scelta della lampadina, come il flusso luminoso emesso, l’efficienza energetica, la tonalità della luce. A seconda della tipologia di sorgente luminosa scelta (LED, alogena, fluorescente), cambiano i parametri citati, in particolar modo la tonalità della luce. Quest’ultima è determinante per stabilire quale sarà l'atmosfera di un ambiente, quale sensazione accoglierà chi entrerà nella stanza e che caratterizzerà il tempo che si trascorrerà lì. Ogni persona, infatti, può gradire tonalità e livelli d’illuminamento diversi in base al temporaneo stato d’animo e fisico, o all’attività che sta svolgendo. E quindi, chi vuole ricreare un’atmosfera morbida, accogliente e avvolgente allora prediligerà delle lampadine dalla luce calda. Invece chi vuole trasmettere delle sensazioni di ordine e pulizia, sceglierà una luce fredda. In generale, una luce fredda e quindi forte e diretta sarà perfetta, ad esempio, in cucina, dove aiuterà a tenere tutto in ordine, a preparare i piatti migliori e a gioire dell'espressione soddisfatta di chi li assapora; negli studi o uffici dove è importante focalizzarsi sui dettagli ed essere concentrati. Al contrario una luce calda e soffusa sarà invece una cornice irrinunciabile per accompagnare in piena serenità i momenti di relax nelle camere da letto o nei salotti.

Illuminare nel rispetto dell'ambiente

Per chi è attento al tema della sostenibilità, vi sono numerosi progetti di illuminazione che utilizzano sistemi all'avanguardia a Led o con lampadine fluorescenti e alogene che garantiscono il massimo rispetto dell'ambiente. Questo è garantito anche dalla cura che dimostrano molti designers nel progettare lampade ecologiche, eco-sostenibili e realizzate in legno naturale, acciaio, plastica, vetro o altri materiali non tossici e certificati. Scegliere una lampada con queste caratteristiche, non solo garantisce un risparmio energetico, economico e la longevità della stessa, ma anche conferisce all’ambiente un surplus di qualità e bellezza che si riflette automaticamente su chi lo abita. ... Altro ... meno ... Altro ... meno

Naviga per Brand

Focus

Prodotti consigliati

Filtra/Ordina

Filtra per

Brand

Salva in: