150 Lampade acustiche a sospensione

Oggi si tende a rendere gli ambienti di lavoro dei loghi sempre più vivibili; fortunatamente la tecnologia ci viene incontro e diventa sempre più semplice raggiungere questo particolare scopo. Tra le azioni rivolte ad una migliore vivibilità degli spazi, c’è sicuramente quella di rendere l’ambiente acusticamente efficiente e questo diventa realizzabile riducendo al massimo l’intensità del suono ed evitando il propagarsi del suo riverbero all’interno dell’ambiente. Per fare questo, una soluzione molto semplice è quella di installare delle lampade acustiche a sospensione, che consentono di ottenere un migliore impatto acustico, una migliore vivibilità dello spazio senza dover intervenire con interventi particolarmente invasivi.

Le lampade acustiche a sospensione: un elemento di design per l'ufficio

Le lampade acustiche a sospensione sono elementi di design in grado di colpire l’osservatore per il loro forte impatto estetico dato solitamente dalla forma e dal colore; ma questo particolare tipo di illuminazione nasconde una funzione ben più importante poiché riesce a coniugare ad un aspetto puramente estetico anche una funzione di assorbimento sonoro in grado di garantire il benessere dello spazio in cui sono installate. Questa importante doppia funzione, diventa un plus non indifferente in ambienti lavorativi specifici come per esempio le zone di coworking.
Le lampade fonoassorbenti riescono quindi ad ottenere il duplice scopo di illuminare con stile e attutire il brusio dato dai rumori di uno specifico spazio. Quest’ultimo aspetto è reso possibile grazie ai materiali con cui sono realizzate queste lampade, che riescono ad assorbire i rumori e ridurne il riverbero in un ambiente.

L’utilità delle lampade acustiche a sospensione

Le lampade acustiche a sospensione, dette anche fonoassorbenti, hanno una funzione molto importante già ben descritta all’interno del loro nome: assorbono il rumore. È utile sapere, infatti, che il rumore di qualsiasi tipo che noi percepiamo in uno spazio ben definito è solitamente più elevato rispetto a quello effettivamente prodotto. Questo particolare fenomeno si manifesta perché le oscillazioni di rumore rimbalzano sulle superfici e si propagano amplificate all’interno della stanza.
Le lampade acustiche a sospensione, grazie al materiale di cui sono realizzate, riescono ad attutire il rumore e a garantire in questo modo la giusta privacy e un minor impatto acustico negli ambienti. Ma quali materiali garantiscono questo effetto? Sono tanti i modi e i materiali in cui può avvenire l’assorbimento del suono: questo può avvenire grazie alla porosità di un materiale, oppure per l’effetto risonanza di una membrana, o in ultimo per risonanza di una cavità, effetto che avviene quando il suono viene assorbito da fori o fessure create sul materiale fonoassorbente. I materiali che garantiscono il manifestarsi di questi fenomeni sono il tessuto, come il feltro e la fibra sintetica, il metallo, i materiali plastici quali il poliestere o il polietilene.

Lampade fonoassorbenti: la soluzione ideale per l’ufficio

Nella progettazione dei proprio ambienti di lavoro, le aziende tendono sempre più a coniugare soluzioni di design con soluzioni dall’elevato impatto tecnologico che riescono a permettere nello stesso tempo una migliore vivibilità dello spazio e una migliore qualità del lavoro dei propri collaboratori. Le lampade fonoassorbenti riescono a soddisfare tutte e tre le esigenze, infatti: riescono ad essere un elegante complemento di interior design in grado di adattarsi ad ogni spazio di lavoro come per esempio un open space o una sala conferenze e ad ogni stile di arredamento grazie alla vasta disponibilità di materiali e colori; riescono inoltre a garantire elevati prestazioni anche in termini di risparmio energetico grazie ai corpi illuminati con tecnologia a led e infine attutiscono l’impatto acustico e migliorano l’impatto sonoro grazie all’assorbimento che riescono a garantire i pannelli fonoassorbenti.
Come per un normale impianto di illuminazione, le lampade a sospensione fonoassorbenti possono essere a luce diretta o a luce indiretta, o ancora assolvere entrambe queste funzioni e possono anche essere provviste di un dimmer per regolare l'intensità del fascio luminoso. Per potersi adattare in maniera ottimale all'ambiente circostante, è possibile anche optare per delle lampade acustiche a sospensione orientabili.

La giusta tipologia di lampade fonoassorbenti per ogni ambiente

Risulta utile precisare come non tutte le lampade abbiano la caratteristica di essere fonoassorbenti. Questo dipende soprattutto dalla forma e, come detto, dal materiale. La forma sicuramente più indicata è quella lineare, con una superficie ampia in grado di permettere di massimizzare la ricezione di onde sonore e quindi favorirne l’assorbimento. La scelta del pannello fonoassorbente giusto per la lampada a sospensione prescelta per l’acquisto diventa perciò fondamentale: occorre quindi prestare molta attenzione alla scelta tra baffle acustici, isole acustiche o altre tipologie di pannelli.
Un altro aspetto molto importa da considerare è quello di considerare l’ambiente lavorativo in cui decidiamo di installare la lampada acustica a sospensione. Occorre infatti tenere bene a mente elementi come: la tipologia di soffitto, l’altezza dello stesso, i colori delle pareti o la grandezza dello spazio. ... Altro ... meno
Salva in:
Seguici sui social
Salva in: