Mensole

In un ambiente da arredare, a casa così come in un ufficio o un negozio, se vi è l’esigenza di organizzare, esporre o riporre degli oggetti o dei libri e si ha a disposizione una parete completamente vuota, possiamo pensare di inserirvi uno scaffale o una libreria. Ma se non abbiamo altre pareti libere da sfruttare o, al contrario, abbiamo una parete arredata solo in parte e vogliamo approfittare per completarla con altri elementi, sicuramente una mensola o una composizione di più mensole e ripiani è ciò che fa al caso nostro!
La mensola in arredamento trae origine dall’omonimo elemento architettonico, che può essere schematizzato in un ripiano orizzontale che sporge da una parete verticale in modo da sorreggere dei carichi anch’essi sporgenti, con una funzione, proprio come in architettura, sia di trasmissione dei carichi sia decorativa. Nell’arredo, risultando i carichi più limitati, anche il sistema si semplifica e snellisce, e i pesi sono direttamente sorretti da un ripiano e poi trasferiti alla parete grazie a degli elementi di raccordo detti reggimensola.
E come in architettura, dove la mensola è conosciuta fin dal Neolitico quale elemento fondamentale per la costruzione ad esempio di archi, balconi o merlature, l’attuale mensola di arredo può raccordare stabilmente il ripiano e il suo contenuto a una parete piena, sia utilizzando i reggimensole a vista sia sfruttando dei raccordi invisibili, quali viti e tasselli, per essere fissata discretamente al muro.

La mensola: una linea creativa che supporta, organizza e arreda

Grazie alla libertà compositiva che le contraddistingue, le mensole sfruttano alla perfezione le pareti, aggiungendo preziosa superficie in più per l’organizzazione dello spazio e aggiungendo creatività alle superfici stesse che, in presenza di mensole e scaffali a muro, risultano al pari di veri e propri fogli bianchi su cui disegnare arredi nuovi e creativi.
Inseguendo nei secoli l’esigenza fondamentale di reggere dei carichi, la mensola ha assunto le più svariate forme e dimensioni e ha indagato la resistenza di molteplici materiali, caratterizzando vari stili o adattandosi in modo discreto e versatile ad essi. Anzi, per la semplicità del concetto alla base del suo funzionamento, la mensola è uno degli elementi di arredo più sfruttato in ogni ambiente, da quello domestico a quelli di lavoro, dagli spazi commerciali agli archivi, magazzini fino agli ambienti più tecnici, divenendo tra gli oggetti più amati anche del fai-da-te, ove sia le mensole su misura da bricolage così come anche le più definite mensole di design proposte dai diversi brand di arredo possono essere materia fondamentale per aggiungere un tocco personale e creativo al lavoro finito.

Forme e materiali delle mensole per tutte le funzionalità e combinazioni di arredo

Attraverso l’affiancamento, la sovrapposizione e la combinazione dei vari elementi, la funzione portante di mensole e scaffali trova anche la sua forma finale rispondendo al contempo ad un’esigenza strutturale, organizzativa ed estetica come pochi altri elementi dell’arredo moderno. Per questo le mensole sono soluzioni d'arredo imprescindibili in ogni ambiente: permettono infatti di riporre ed esporre stabilmente vari oggetti, di organizzarli facilmente in ottica modulare, ottimizzando gli spazi a disposizione, sia strizzando l’occhio al design più spinto sia muovendosi indisturbate e adattandosi con equilibrio, a volte anche in modo mimetico, a situazioni stilisticamente già definite.
Mensole rettilinee, curve o flessibili, mensole a cubo, cilindriche o rettangoli, mensole lunghe o corte, mensole leggere o massicce, mensole rigide o resistenti per forma, le mensole sono l’elemento d’arredo forse più semplice e al contempo più versatile a disposizione di aziende, architetti e consumatori finali per arredare, in cui forme semplici o l’abbinamento delle stesse sanno declinarsi in ogni possibile stile fino a creare il design desiderato.
Il materiale infatti, insieme a forma, stile e colore, è fondamentale ingrediente creativo nella ricetta di una mensola di arredo. Così come nei secoli ha conosciuto le più svariate forme e dimensioni, la mensola ha altresì indagato la resistenza di molteplici materiali.
E quindi dalle più tradizionali mensole in legno, pietra e metallo si è oggi arrivati al design sempre più fantasioso e raffinato della leggerezza, incarnata dalle mensole in metallo, ottenute anche per piegatura della lamiera e quindi con un processo produttivo ottimizzato. Si va ancora dal design semplice e modulare dei ripiani semplici o dei cubi da parete e delle mensole in compensato, MDF e truciolare, al calore e all’impatto rassicurante e massivo delle mensole in legno naturale, multistrato e massello, fino a conservare solo l’estetica lignea nelle mensole in legno impiallacciato o in laminato.
Figlie della trasparenza e ancora una volta della leggerezza sono le mensole in vetro e cristallo, che ovunque permettono di non far perdere continuità alle pareti e alle superfici, così che lo sguardo le attraversi verticalmente e orizzontalmente per andare oltre, negli ambienti vicini o più lontano, fino a sospendere idealmente oggetti e libri verso l’esterno.
Fantasia e nuova creatività affiorano poi nelle nuove mensole in ceramica, nei piani in Solid Surface e in pietra naturale, e soprattutto nelle contemporanee e minimali mensole in marmo di design, spesso in continuità con altri arredi e complementi, o nelle infinite forme delle mensole in plastica, comprese quelle in plastica riciclata o nei molteplici resistentissimi e leggeri materiali compositi, o delle mensole in materiali cementizi, in gesso e cartongesso, fino alla sinuosità delle mensole sospese al tessuto e e delle mensole in pelle.
Il materiale e la robustezza della mensola assecondano infatti il carico che il ripiano sostiene. La tipologia di posa dei ripiani si adatta invece alla specifica parete a disposizione: le mensole a incasso sfruttano ad esempio perfettamente le nicchie presenti nelle pareti, mentre le mensole sporgenti vanno praticamente ovunque, o, infine, in muri portanti o comunque sufficientemente resistenti, si può optare per mensole con fissaggio a scomparsa, in cui le staffe dei ripiani non sono visibili e il disegno finale dell’arredo è più pulito e minimale. Un esempio estremo di ciò lo si ha in quei casi in cui si sfrutta una scala a sbalzo dalla parete per utilizzarne una porzione come mensola o libreria. Infine, accanto alle semplici mensole a giorno, sempre più spesso troviamo abbinati anche dei cassetti, che trasformano la mensola in un oggetto completo di arredo.

Stili e icone: il design nascosto tra mensole, librerie e scaffali

Tra gli stili che più hanno creato dei veri e propri standard nel design della mensola moderna troviamo senz’altro lo stile scandinavo, con le classiche librerie svedesi a montanti-reggimensola multipli da fissare a muro o a terra e su cui poggiare o incastrare più mensole, distanziandole come si desidera. Le librerie modulari a mensola di tipo svedesi hanno creato un sistema-icona praticamente elaborato da quasi tutti i produttori di arredi living e sistemi attrezzati per parete grazie alla loro leggerezza, essenzialità, modularità e facilità di montaggio.
Una variante semplificata e di ancor più facile realizzazione è la mensola in stile marinaro, in cui i reggimensole sono realizzati con corde o nastri di tessuto resistenti appesi alla parete o al soffitto, e in cui le mensole, appoggiandosi tra un nodo o un distanziatore e l’altro, mettono in tensione la struttura grazie al peso proprio e ai carichi appoggiati.
Icona più contemporanea, che incarna l’essenza stessa di ‘flessibilità’ della mensola di design, è la Bookworm di Kartell, ove la creatività del famoso designer e artista israeliano Ron Arad, unita alla tecnologia dell’estrusione industriale della plastica, dà vita ad un progetto di mensola molto rivoluzionario in quanto si tratta di una vera e propria libreria fatta di un’unica lunga mensola flessibile e adattabile a diverse forme così da ottenere moltissime figure dettate esclusivamente dalla creatività personale. Bookworm è infatti una libreria sinuosa, che, disegnata tra i suoi punti di fissaggio, assume la forma desiderata, assicurandone al contempo resistenza e funzionalità.

Mensola e ufficio: coppia perfetta!

La mensola, unità semplice di infiniti sistemi più complessi, è capace di adattarsi a spazi indoor e outdoor, ma è a proprio agio a casa come in ufficio, così come nei nuovi ambienti ibridi che in casa vengono dedicati all’homeworking e che sperimentano un aspetto sempre più accogliente dell’ambiente lavoro, anche nelle sue declinazioni più tecniche e funzionali.
E in ufficio le mensole sono le principali estensioni di scaffali e sistemi portadocumenti così come di tavoli operativi e isole di lavoro, spesso quindi già integrate nei sistemi di arredo, anche nei più tecnici, integrando così, in modo più discreto, dai sistemi di illuminazione al passaggio dei cavi, fino alle superfici di ricarica wireless, per sfruttare le linee disegnate sulle pareti per nascondere vani tecnici, in un risultato di perfetta armonia e ordine. Le staffe, i supporti per mensole e i reggimensola, che nella forma più essenziale sono triangolari o ‘a L’, insieme anche a viti e tasselli necessari al montaggio, sono indispensabili complementi e accessori di questo elemento di arredo. Essi si abbinano o integrano alle mensole per fissarle al muro e renderle capaci di reggere e trasferire alla parete anche grossi carichi di libri e oggetti vari.

Dove installare una mensola? Un oggetto basic per tutti gli ambienti

Le mensole classiche così come i ripiani e le mensole moderne e di design sono oggi disponibili in una varietà di forme, materiali, stili e colori pressoché infinita, perfette per ogni zona della casa, dal living allo studio, dalla camera da letto alla cameretta dei bimbi, dalla cucina alla stanza da bagno, fino alle aree di servizio e agli spazi outdoor. La stessa versatilità, poi, moltiplica le infinite possibilità in termini di ambiente in ognuna delle destinazioni d’uso dell’ambiente stesso, dallo spazio privato a quello pubblico, dall’ambito lavorativo a quello commerciale. Infatti, se in un living o in uno studio le mensole a muro o gli scaffali interparete diventano molto spesso sede di libri, collezioni e soprammobili, a supporto dunque del relax o per l’homeworking, in uno spazio più specifico e attrezzato come un home theater o un angolo per l’ascolto della musica, le mensole porta CD possono facilmente dare collocazione e organizzare le varie funzioni di proiezione, di diffusione acustica e di supporto di vari dispositivi, in modo semplice e discreto, esattamente dove servono.
In una camera da letto le mensole offrono ricovero a libri e lampade da lettura puntuali, diventando a volte tutt’uno con la luce grazie all’integrazione dell’illuminazione al suo interno, in continuità con il letto, a costituire sempre più spesso una valida alternativa ai classici comodini, di cui possono anche diventare una soluzione complementare. La mensola inoltre diviene elemento fondamentale, in una camera da letto ma anche in un ingresso, per realizzare un essenziale angolo guardaroba così come una cabina armadio completa. In una cameretta per bimbi le mensole ospiteranno soprattutto giocattoli e scatole di ogni dimensione per introdurre fin da piccoli il senso dell’ordine attraverso mensole esse stesse parte del ‘gioco’. Gli scaffali delle camerette per i ragazzi asseconderanno poi via via le esigenze della scuola, dello studio così come degli hobby e di tutte le passioni che cresceranno con loro. Su ripiani e mensole da cucina trovano invece spazio innanzitutto gli ‘extra’, come i piccoli elettrodomestici, che in una cucina, col tempo, inevitabilmente si aggiungono a supporto della quotidiana attività di preparazione dei cibi, ma sulle mensole potranno essere sistemate anche stoviglie, contenitori per cibi secchi, cesti per ortaggi e frutta, contenitori per spezie, condimenti, libri di cucina o, per i cuochi più ‘digitali’, una mensola sarà la sede perfetta per l’appoggio di uno smartphone o di un tablet su cui seguire passo passo una ricetta o su cui distrarsi con una compilation musicale o un film durante una preparazione e un’attesa tra forno e fornelli. Molto frequenti, anche in cucina, le mensole con illuminazione integrata ma troviamo anche mensole ribaltabili, che vengono in soccorso di chi ha necessità di un piano di lavoro in più, estraibile o ribaltabile all’occorrenza.
Se pensiamo invece a mensole cucina più tradizionali, soprattutto per case in stile classico, rustico o con presenza di antiquariato, non possiamo dimenticare le mensole tradizionalmente fatte per riporre e mostrare i piatti: le piattaie.
Le mensole da bagno, in un ambiente in genere avaro di spazio libero a terra, vista la presenza dei sanitari e dei necessari spazi di movimento, diventano a volte, insieme ai ganci, ai pensili a giorno e agli armadietti sospesi, essenziali per dotare una stanza da bagno delle indispensabili superfici per riporre i tanti contenitori e flaconi necessari a pulizia personale, cura del corpo e make-up.
Si possono differenziale quindi mensole per i piccoli elettrodomestici da bagno, quali asciugacapelli e spazzolini elettrici, meglio se con vicino una presa elettrica o integrata al suo interno; mensole per riporre le spazzole; mensole per il trucco, quasi a reinterpretare il classico mobile-toeletta; ripiani per i profumi personali e i deodoranti per l’ambiente; mensole impermeabili per doccia o a supporto di vasca, lavabo e bidet, fino alle indispensabili mensole portasciugamani, mensole portasapone e portaspazzolini, senza farsi mancare nemmeno qui i mensole per libri, per quando in bagno si desidera trascorrere qualche minuto di relax.
Così come in bagno, anche in una lavanderia o in una stanza di servizio, la mensola è fondamentale per aggiungere funzioni e conseguente funzionalità all’essenza degli spazi. Sulla lavatrice o sul lavatoio, ad esempio, una mensola permette l’appoggio di detersivi e additivi per il lavaggio senza inutili spostamenti di flaconi a mani umide lungo l’ambiente.
In un corridoio o in un ingresso le mensole a ponte tra pareti opposte oppure le mensole angolari tra pareti contigue possono risultare utili alleate di controsoffitti e collegamenti di scaffali in quota, costruendo interessanti soluzioni estetiche, anche a scomparsa. La mensola guardaroba, con i suoi ganci sotto il ripiano e nelle sue infinite declinazioni, è tra gli elementi di arredo più consueti da ritrovare in un ingresso o disimpegno in cui l’economia dello spazio non permetta facilmente di chiudere in un armadio giacche, borse e scarpe per il cambio, una volta rientrati a casa, o dove i guardaroba esistenti non siano sufficienti per accogliere nuovi ospiti.
Comporre mensole su un muro esterno o sulla parete di una veranda può essere poi una valida alternativa per creare una serra a parete o per supportare l’hobby del giardinaggio con un piano di appoggio dell’attrezzatura. Allo stesso modo, in un magazzino, un’officina o un garage, le mensole portautensili e portaoggetti sono l’unica possibilità a volte per sfruttare le pareti che a terra vedono la presenza di scatole, di tavoli da lavoro o degli stessi veicoli parcheggiati. Sulle mensole, ovunque, davvero tutto trova il proprio posto e soprattutto lo fa con stile! ... Altro ... meno

Filtra/Ordina

Filtra per

Prezzo

$
$
Salva in:
Salva in: