Piani cottura

Il piano cottura è sicuramente l’elettrodomestico più utilizzato in cucina e la sua scelta deve sempre tener conto di diversi fattori. Un piccolo nucleo familiare, ad esempio, potrà optare per un piano cottura a due fuochi piuttosto che a quattro, a cinque o a più postazioni. Inoltre, la tipologia e la quantità di prodotti cucinati possono influire sulla scelta di un particolare piano rispetto ad un altro. Anche le dimensioni, strettamente collegate allo spazio che si ha a disposizione in cucina, non devono essere sottovalutate: in genere si parla di una larghezza standard di 30-35 cm per un piano da uno o due fuochi, di 60 cm per un modello da tre o quattro zone cottura e una larghezza da 70-90 cm per cinque o sei fuochi.

Piano cottura a gas, semplice e tradizionale

Semplice da accendere e da utilizzare, il piano cottura a gas resta tra gli elettrodomestici più economici, con sistemi di sicurezza che ne rendono l'utilizzo affidabile e senza rischi. Questa tipologia di zona cottura può presentare più o meno bruciatori: nel classico modello da 60 cm, ad esempio, sono presenti 4 bruciatori di diametri differenti così da poter gestire al meglio la grandezza della fiamma e l’intensità di cottura. L’accensione della fiamma avviene mediante comando elettrico, ed è importante verificare che sia presente il sistema di sicurezza che blocchi, attraverso una termocoppia, la fuoriuscita del gas. Tra i vantaggi di questa tipologia vi è la comodità di poter utilizzare qualsiasi tipo di pentola.
I piani cottura a gas si distinguono non solo per il numero di bruciatori, ma anche per la loro tipologia: ausiliare, rapido, a tripla corona, wok; ciascuno pensato per essere impiegato con pentole e padelle di diversa dimensione e forma. Il pianale dove poggiano i bruciatori è spesso in acciaio inox, ma non mancano anche modelli con particolari finiture colorate come nero, grigio, avena o panna. Molto ricercati sono i piani cottura gas on glass, cioè dove i bruciatori sono posizionati su una superficie in cristallo temprato (nero o bianco) o in vetroceramica, materiale particolarmente resistente e antigraffio. L’insieme conferisce un tocco elegante, adatto alle cucine dal gusto semplice e tradizionale. Infine, dettaglio non da poco, questi piani sono anche molto facili da pulire.

Robusto e facile da usare: il piano cottura elettrico per una cucina moderna

Eleganti, affidabili e versatili, i piani cottura elettrici sono l’ideale per chi vuole sostituire la vecchia cucina a gas o non ha a disposizione gli allacci per allestirne una. Questi moderni piani cottura in vetroceramica, materiale molto resistente ed antigraffio, possono emettere calore tramite resistenze elettriche oppure, nel caso dei piani cottura a piastre alogene, accendendo potenti luci a infrarossi che scaldano tutto ciò che le assorbe. Il vantaggio di scegliere questi piani risiede nella possibilità di installarli ovunque in quanto non necessitano del collegamento all'impianto a gas, ma solo a quello alla rete elettrica; risultano quindi particolarmente indicati per le cucine ad isola o per gli ambienti esterni. Grazie al loro piano perfettamente livellato sono inoltre facili da pulire e vantano tempi di cottura molto brevi.

Efficienti e tecnologici: piani cottura a induzione

Molto utilizzati nell’arredo cucina moderno, i piani cottura a induzione offrono innegabili prestazioni e facilità d'utilizzo. Sono spesso inglobati nella cucina tramite installazione ad incasso e a filo top. Rispetto a quelli tradizionali, i modelli a induzione sono particolarmente efficienti dal punto di vista energetico. Particolari bobine, poste al di sotto della superficie del piano, quasi sempre in vetroceramica, generano un campo magnetico che si converte in calore. Questo calore prodotto passa dalla pentola agli alimenti che possono così cuocersi. Il calore non passa dal piano cottura o nell'aria come avviene invece per le versioni a gas o elettriche, ma viene prodotto direttamente dalle pentole, quindi non vi sono dispersioni. Tutti i piani cottura a induzione sono inoltre dotati di sensore di presenza di pentola: la zona cottura si accende solo se è posta al di sopra una pentola, si evitano così accensioni accidentali. Altro dispositivo di sicurezza è il blocco dei tasti: premendo un apposito tasto, il pannello comandi viene bloccato così da prevenire accensioni accidentali. Spesso i piani a induzione includono anche la funzione booster, che fa aumentare il livello di potenza di una specifica zona cottura, riducendone i tempi di riscaldamento. La temperatura richiesta viene in questo modo raggiunta in tempi molto brevi. Ma una cosa che colpisce particolarmente di questo prodotto è il design: la superficie lucida e liscia, l’assenza della fiamma libera, rappresentano delle caratteristiche che si inseriscono con efficacia all’interno di un arredo cucina moderno. Le moderne cucine a induzione sono spesso dotate di piani cottura con cappa integrata, un’altra caratteristica che rende l’ambiente ancora più minimal e sofisticato. ... Altro ... meno
?
431 Prodotti

Ordina

Salva in:
Seguici sui social