Porte scorrevoli

Le porte scorrevoli sono la soluzione ideale per rifinire un immobile di piccole dimensioni, perché necessitano di poco spazio e permettono di collocare mobili anche vicino al vano della porta. Dal legno al vetro, i pannelli per porte scorrevoli sono realizzati in materiali diversi per risultare sempre versatili e adatti ad ogni tipo di arredo. Una porta scorrevole per rendere dinamici gli spazi: ci sono moltissimi modelli sul mercato, ma fondamentalmente è possibile distinguere due grandi categorie di porte scorrevoli: porte scorrevoli a interno muro e porte scorrevoli a esterno muro. Le prime sono più comunemente note come porte scorrevoli a scomparsa e nell'installarle è necessario ricorrere ad un’opera muraria di non poco conto. Per questo è il caso di adottare quest’opzione al momento stesso della costruzione di un edificio, o al momento della sua ristrutturazione.

Porte scorrevoli con binario esterno, quando utilizzarle

Non sempre è possibile ricorrere a porte scorrevoli: infatti, nel caso di muri che contengono canne fumarie o tubazioni, o nel caso di muri portanti o in cemento armato, non si può installare una scorrevole a interno muro. In queste situazioni è possibile, però, optare per porte scorrevoli a esterno muro. La loro installazione è più semplice, sono sempre a vista e si muovono su un binario fissato al pavimento.

Legno e vetro: porte scorrevoli per valorizzare l’ambiente

La porta scorrevole incontra sempre più favori: è una soluzione che al tempo stesso divide e unisce due ambienti, senza risultare troppo ingombrante. E fondamentalmente sono due i materiali lavorati per sistemi scorrevoli: legno e vetro. Il legno (tra le essenze preferite ci sono rovere, noce e frassino) è un classico: adatto ad uno stile d’arredo tradizionale, diventa estremamente versatile nel caso di porte laccate scorrevoli. In questo caso è possibile creare contrasti con i colori o concordare perfettamente con lo stile d’arredo. E anche le scorrevoli in laminato riscuotono consensi.
Il vetro, invece, permette un elevato grado di personalizzazione: il materiale utilizzato per porte scorrevoli di questo tipo è il vetro temperato, 4-5 volte più resistente di un vetro normale e può essere decorato in tantissimi modi. Ad esempio, una porta a scomparsa in vetro a specchio svolge una duplice funzione: permette di usare la parete mobile per specchiarsi e per garantire ingresso e uscita dalla stanza. Se invece si vuole ottenere un effetto non riflettente, una porta scorrevole in vetro sabbiato e in vetro satinato permette di beneficiare di una porta a vetri senza che questa sia completamente trasparente.

Ottimizzare gli spazi e arredare l’ambiente: porte scorrevoli per uno stile unico

Scegliere una porta scorrevole comporta molti vantaggi. Se gli spazi all’interno di un immobile sono molto piccoli, anche la superficie occupata dall’apertura a battente di una normale porta interna diventa essenziale. Questo problema viene risolto con l’installazione di una porta a scomparsa, che permette di dividere due ambienti senza separarli completamente. Così lo spazio riservato all’apertura di una porta a battente potrebbe essere utilizzato per una migliore collocazione dei mobili. Ed essendo un elemento versatile, i modelli presenti sul mercato permettono di rispondere a qualsiasi esigenza di stile. Certo, porte scorrevoli in legno risultano ancora la soluzione migliore per uno stile d’arredo classico: una parete mobile in legno è sempre considerata la scelta ottimale per una pavimentazione in parquet. Porte scorrevoli in vetro, invece, risultano l’ideale sia per uno stile tradizionale che per un tipo d’arredo moderno: a questo proposito, porte scorrevoli in alluminio e vetro sono l’ultima tendenza. Una porta scorrevole in vetro e legno, poi, permette di unire due stili apparentemente diversi tra loro.

... Altro ... meno
?
230 Prodotti

Filtra/Ordina

Filtra per

Salva in:
Risultati della ricerca visiva