Pouf

Piccolo, grande, quadrato, circolare: il pouf arricchisce lo stile d'arredo della zona living con giochi di forme, colori e materiali. Il pouf può essere abbinato agli altri complementi della vostra casa creando continuità nello stile d'arredo, oppure può essere contestualizzato in maniera tale da comporre contrasti cromatici e materici con il design di divani e poltrone. I pouf moderni sono spot cromatici che catturano l'attenzione e sostituiscono sempre più spesso sedute troppo ingombranti. Dai modelli rivestiti in tessuto con pattern e texture dai toni decisi, a prodotti a tinta unita, i pouf sono una soluzione salva spazio che permette di arredare una zona living dalle dimensioni contenute senza rinunciare alla comodità.

Il pouf dalle origini a giorni nostri

Il pouf è un elemento d’arredo che nasce in oriente, dove inizialmente veniva utilizzato come lussuoso accessorio all’interno delle abitazioni delle famiglie più ricche e facoltose. Era generalmente realizzato con un rivestimento in cuoio o in pelle ed imbottito con tessuti e stracci di vario genere. La prima comparsa di questo oggetto in Europa sembra invece risalire alle corti francesi del diciannovesimo secolo; pare infatti che la parola 'pouf' tragga le proprie origini proprio dalle particolari acconciature che la moda del tempo imponeva alle nobili signore.
Il termine può anche essere ricondotto al suono onomatopeico ‘puff’, che non sarebbe altro che il rumore di un oggetto che sgonfiandosi si adagia su se stesso. Nel corso del tempo il pouf di design si è trasformato da semplice accessorio ad elemento caratterizzante dell’arredamento sia classico che moderno, un vero e proprio must have che non può mancare all’interno delle vostre case, qualunque sia il vostro stile.

Pouf: combinazione vincente di colori, materiali e forme

Per poter acquistare un pouf, oltre a considerare il design del modello, è importante valutarne la forma, il materiale e la dimensione, per poter così scegliere quale sarà quello più adatto al vostro living.
I modelli più classici sono quelli dalle forme più regolari, potrete quindi scegliere un comodo pouf rotondo, perfetto da accostare ad un divano o ad una poltrona, per poter essere utilizzato come poggiapiedi, oppure optare per dei pouf quadrati da combinare tra loro in composizioni geometriche che arricchiranno gli spazi della vostra casa.
Tutti conosceranno i più informali pouf a sacco, essi sono infatti con il tempo diventati delle vere e proprie icone di stile; vengono realizzati nei materiali e nelle fantasie più disparate e per la loro imbottitura vengono generalmente utilizzate delle microsfere in polistirolo. Basterà scegliere il colore che preferite per avere un tocco di design nelle vostre stanze.

Bellezza salvaspazio e pouf dalle molteplici funzioni

Gli utilizzi di un pouf sono molteplici e possono essere gestiti in base alle proprie esigenze d'arredo. Un pouf contenitore può ad esempio essere utilizzato per recuperare spazio in un living dalle dimensioni ridotte.
Acquistare un prodotto d'arredo di questo tipo vuol dire ottenere con il minimo ingombro un oggetto poliedrico e versatile, che arreda senza occupare troppo spazio. Il pouf contenitore infatti, oltre ad avere le funzioni standard di seduta e superficie di appoggio per gambe e piedi, possiede un comodo vano contenitore per riporre riviste, oggetti e suppellettili che altrimenti non troverebbero il giusto spazio nella casa.
Se invece siete abituati ad avere ospiti in casa e avete bisogno di un posto letto che non ingombri costantemente i vostri spazi, e che possa invece comparire all’occorrenza, troverete la soluzione perfetta scegliendo tra le numerose configurazioni di pouf letto. Essi hanno infatti la particolare caratteristica di trasformarsi in pochi minuti da comodi poggiapiedi - o sedute - in letti occasionali da poter utilizzare in qualsiasi momento. Potranno quindi essere tranquillamente utilizzati sia nella zona giorno che nella zona notte della vostra casa.

Pulizia e manutenzione dei pouf

Oltre alle caratteristiche prettamente estetiche di un pouf, bisogna tener conto di altri importanti aspetti, uno fra tutti è sicuramente la manutenzione di questo comodo complemento d’arredo. Generalmente trovandoci di fronte a pouf in tessuto piuttosto che pouf in pelle, è quindi importante capire come poter tenere sempre pulite queste superfici.
La soluzione più pratica è sicuramente quella di optare per un pouf sfoderabile, in questo caso basterà appunto rimuovere il rivestimento e seguire le istruzioni di lavaggio del materiale, solitamente fornite all’acquisto dell’oggetto.
Se però il vostro pouf non possiede questa caratteristica non dovete preoccuparvi, esistono infatti diverse modalità di pulizia che potrete attuare a seconda del materiale che avrete scelto. Se per esempio avete acquistato un pouf rivestito in cotone, potrete spargere del bicarbonato di sodio sulla superficie macchiata e, dopo averlo lasciato agire per almeno 15 minuti, dovrete rimuovere la polvere in eccesso e spazzolare energicamente con una spazzola per tessuti. Un altro rimedio potrebbe essere quello di spruzzare acqua sulla macchia ed applicarvi poi del sapone di Marsiglia, lasciarlo agire per 15 minuti e, dopo aver rimosso il sapone in eccesso con una spugna, lasciare asciugare.
Se invece il pouf è rivestito in cuoio o in pelle, dovrebbe essere sufficiente agire subito con un panno umido direttamente sulla superficie macchiata. In caso di macchie più profonde e difficili da rimuovere, esistono in commercio diversi spray o prodotti a secco per la manutenzione di questo particolare tipo di materiale.
In generale è bene far comunque sempre riferimento alle etichette di solito poste assieme al rivestimento, qui sono indicate la composizione del materiale, consigli utili per la manutenzione e tutte le istruzioni per la pulizia della superficie. ... Altro ... meno

Filtra/Ordina

Filtra per

Brand

Prezzo

$
$
Salva in:
Salva in: