2.434 Rubinetti per doccia

Acquistare rubinetti doccia per il bagno è un compito che genera molti dubbi. Tuttavia, una grande percentuale di questi dubbi riguarda il comfort, la durata e la tecnologia che i rubinetti doccia possono offrire. Questi indispensabili accessori, come tutta la rubinetteria, sono un importante elemento di design ma, soprattutto, rappresentano il cuore della funzionalità di una doccia. Estetica, comfort e qualità sono tre fattori fondamentali nello scegliere la rubinetteria della doccia più adatta. Il design innanzitutto, deve sposarsi con le linee della cabina o vano doccia e, più in generale, dell’arredo. I moderni soffioni, per esempio, vestono di modernità l’ambiente e creano uno spazio che richiama inconsapevolmente il concetto di bagno come zona dedita al benessere. Scegliere un miscelatore esterno o da incasso rende invece la rubinetteria funzionale, consentendo una rapida regolazione della temperatura e riducendo lo spreco d’acqua. Prima di decidere però modello e materiale del rubinetto, è indispensabile fare attenzione alla conformazione della doccia stessa e ai materiali che la compongono, per non rischiare di sbagliare con ingombri incompatibili e stili troppo diversi. Il rubinetto va poi abbinato al giusto soffione doccia, che completerà la doccia con forme e modalità di erogazione dell'acqua innovative e capaci di offrire vere e proprie esperienze di relax.

Rubinetti per doccia: come scegliere il modello giusto anche in base alle caratteristiche del bagno

Il primo fattore da considerare nella scelta del rubinetto per doccia è il tipo di comando. In questo senso, si dovrà valutare se scegliere un rubinetto o un miscelatore per doccia. Se si preferisce miscelare personalmente il flusso di acqua calda e fredda si potrà scegliere un rubinetto bicomando con almeno 2 fori per le due manopole, ed una doccetta. Per consentire un uso più comodo della doccia, è consigliabile installare anche un soffione, a muro o con braccio a soffitto. In questo caso si potrà scegliere un rubinetto con deviatore a due vie, per poter deviare il flusso dalla doccetta al soffione. Si tratta di una soluzione bella esteticamente e poco invasiva. Gestire la direzione del flusso dell'acqua, grazie ad un erogatore non fisso come la doccetta, che possiede un tubo flessibile, agevola la possibilità di controllare meglio il getto d’acqua. In base al modello, il doccino può essere a risparmio idrico oppure anticalcare. In alternativa al rubinetto si potrà optare per un miscelatore, particolarmente comodo perché la miscelazione dell’acqua avviene all’interno del corpo del rubinetto. Ne esistono di due tipi: il miscelatore doccia esterno, generalmente formato, oltre che dalla manopola, da due uscite di acqua calda e fredda. Questo elemento da doccia consente un montaggio più semplice poiché non è necessario effettuare importanti lavori in muratura; altrettanto semplificata sarà la manutenzione in caso di rottura. Il miscelatore doccia ad incasso è ottimo invece per box doccia dagli spazi esigui e limitati, poiché l’intero corpo è nascosto all’interno del muro e ad essere esposta è solamente la manopola. Sicuramente una soluzione più elegante e meno ingombrante che, d’altro canto, presenta una fase di montaggio più elaborata ed una manutenzione più costosa, poiché prevede la rimozione e la posa delle mattonelle del bagno. Una possibilità da prendere sicuramente in considerazione è la scelta del miscelatore termostatico. Questo oggetto consente di regolare la temperatura dell’acqua come si desidera e per tutta la durata della doccia. Grazie a due manopole è possibile regolare sia il flusso del getto d’acqua che la sua temperatura. Il termostatico offre inoltre vantaggi notevoli: maggiore comfort sotto la doccia, maggiore sicurezza, grazie alla protezione da scottature accidentali, e minore consumo idrico, in quanto l'acqua è a temperatura desiderata dal primo istante. Nei termostatici meccanici, i comandi e la valvola termostatica sono collegati tra loro, mentre nei termostati di nuova generazione, digitali, questi dispositivi sono azionati attraverso un comando remoto con tecnologia wireless, installabili in qualsiasi posizione. I tasti consentono di impostare sia la temperatura che il flusso d’acqua desiderati.

Rubinetteria per doccia: stile e materiali

I rubinetti per doccia sono realizzati in diversi materiali, anche se i più utilizzati sono due: la plastica ed il metallo. La plastica è rappresentata in prevalenza dall'ABS cromato non necessita di eccessiva manutenzione ed è abbastanza economica. Il metallo invece è il materiale principale dei rubinetti per doccia: ritroviamo la più classica rubinetteria in ottone o i più moderni rubinetti per doccia in inox spazzolato o in acciaio inossidabile con cromatura. In base ad ogni necessità è possibile scegliere tra diversi set doccia che si presentano come soluzioni molto funzionali. Anche il design della rubinetteria per doccia è importante e generalmente dipende dallo stile d'arredo bagno che si è scelto di declinare all'interno della stanza. Un rubinetto per doccia classico è particolarmente indicato per contesti tradizionali, da abbinare a docce decorate con finiture oro o bronzo, linee curve, cromature, manopole a stella e soffioni con bracci ad arco. All'interno di ambienti dal design moderno in stile minimal si potrà scegliere invece un rubinetto doccia moderno: un soffione per cromoterapia o idromassaggio, una doccetta multijet e un set doccia con deviatore e piastra cromata completeranno la cabina doccia per godere di piacevoli momenti di relax. Una cosa di fondamentale importanza per quanto riguarda la cromoterapia e l’idromassaggio è conoscere il tipo di pressione dell’acqua che si ha in casa per valutare quale rubinetteria acquistare. Se, infatti, la pressione dell’acqua non è compresa tra i 3 e i 5 bar, non sarà facile usare più uscite dell’acqua. ... Altro ... meno

Filtra/Ordina

Filtra per

Prezzo

$
$
Salva in:
Seguici sui social
Salva in: