125 Sistemi modulari per pavimenti sopraelevati

Un pavimento galleggiante (o pavimento sopraelevato) permette interventi di manutenzione senza necessariamente apportare modifiche murarie. In ambienti ad alta concentrazione impiantistica, un sistema sopraelevato può essere utile per nascondere cavi elettrici e connessioni varie e per questo è una soluzione molto utilizzata in strutture pubbliche e uffici. Non va, però, trascurata la funzione protettiva di un pavimento sopraelevato che lo rende adatto - se in vetro - a proteggere superfici molto antiche, permettendo di camminarci sopra, senza usurarle. Un pavimento sopraelevato è una soluzione adatta sia all’interno che all’esterno, rispondendo alle esigenze di adattabilità ma assicurando anche caratteristiche tecniche ed estetiche di alto livello.

Pavimenti galleggianti: cosa sono e quali vantaggi hanno

I pavimenti galleggianti, chiamati anche pavimenti sopraelevati, sono sistemi di pavimentazione sopraelevata particolarmente adatti ad ambienti di lavoro caratterizzati da un elevato numero di impianti. Sono particolarmente funzionali, poiché un pavimento galleggiante velocizza gli interventi di manutenzione e la modifica di cablaggi e connessioni nel tempo senza necessariamente apportare modifiche alle opere murarie. Il vantaggio è tutto nel tempo e nel costo: un risparmio non indifferente. Nella costruzione di nuovi edifici, soprattutto se con destinazione ad uffici, è sempre più necessaria la presenza di nuovi cablaggi, la cui installazione viene semplificata notevolmente dalla flessibilità tipica dei pavimenti sopraelevati.

Pavimenti galleggianti e tradizionali: quali sono le differenze?

C’è una differenza sostanziale tra pavimenti galleggianti e pavimenti tradizionali: i pavimenti sopraelevati permettono di reimpostare nel tempo gli ambienti in base alle nuove esigenze di organizzazione dello spazio. Possiamo quindi dire che il confronto viene giocato tutto sulla flessibilità della soluzione. Inoltre un pavimento galleggiante dà la possibilità - per operazioni di manutenzione e modifica degli impianti - di intervenire su un singolo pannello, senza intaccare i pannelli adiacenti. Il montaggio e lo smontaggio dei vari componenti è reso semplice dalla posa a secco e questo contribuisce a rendere un pavimento sopraelevato più versatile rispetto al pavimento tradizionale. Inoltre da non trascurare i vantaggi termici: la separazione termica tra massetto e piano di calpestio porta ad un miglioramento del benessere abitativo. In ultimo, ma non per importanza, c’è la massima libertà creativa che viene lasciata al progettista, che in fase di progettazione non è più vincolato al posizionamento dei vari impianti.

Sistemi modulari per pavimenti sopraelevati: tra gres e legno

Di sistemi modulari per pavimenti sopraelevati ce ne sono tantissimi. Il più comune è il pavimento sopraelevato in gres, indicato per uffici, centri direzionali, banche e centri delle dotazioni tecnologiche ed impiantistiche in evoluzioni. I pavimenti sopraelevati possono avere anche funzioni particolari, soprattutto nel caso di salvaguardare pavimenti storico artistici di un certo pregio: in questo caso si può ricorrere ad un sistema modulare con pannelli in vetro, che permette di mantenere intatto il pavimento sottostante. Un pavimento galleggiante in legno è la scelta giusta per chi non vuole rinunciare all’eleganza di un parquet, così come un sistema modulare antiscivolo è ideale per chi ha necessità di ricoprire una superficie esterna, magari nei pressi una piscina. ... Altro ... meno
Salva in:
Seguici sui social