1.077 Soffioni doccia

Il soffione doccia è tecnicamente la parte terminale di una colonna doccia, cioè l’elemento da cui fuoriesce l’acqua. Nel caso di colonne doccia tradizionali con asta saliscendi, il soffione è generalmente di dimensioni contenute, mentre nei casi di colonne doccia incassate nel muro o anche nei modelli a pannello, il soffione può avere dimensioni maggiori.
I soffioni doccia sono complementi che combinano la funzionalità alla componente estetica. Per scegliere il soffione per doccia più adatto al proprio modello di box e cabina, si deve iniziare con un’attenta valutazione del modello, dello spazio e dello stile d’arredo bagno. A seconda della tipologia d’installazione abbiamo soffioni a parete o a soffitto, montati e collegati tramite un braccio oppure incassati, soluzione questa decisamente più elegante e minimale.

Il design dei soffioni doccia: tipologie, forme e materiali

Rispetto ad un normale rubinetto, il soffione doccia ha come funzione principale quella di distribuire maggiormente e uniformemente il getto dell’acqua sul corpo della persona. Per un’esperienza doccia più rilassante e personalizzabile, è possibile variare il tipo di getto a seconda dei propri gusti o di esigenze momentanee: il getto può per esempio essere a pioggia, quindi delicato e distribuito, oppure a cascata, più energico e puntuale, o ancora ammorbidito con l’aggiunta di particelle d’aria, per un getto nebulizzato.
I modelli migliori sono dotati di sistemi anticalcare, con ugelli terminali in silicone, che facilitano la rimozione di eventuali residui di calcare, alcuni anche del tutto estraibili, per facilitarne la pulizia. Molti modelli inoltre sono dotati di riduttori di portata per evitare sprechi ed eccessivi consumi d’acqua.
Diverse sono anche le forme dei soffioni doccia: troviamo soffioni rotondi, rettangolari o quadrati, per meglio integrarsi nello stile del bagno e adattarsi alle dimensioni del box doccia. Per quanto riguarda i materiali, il più utilizzato è sicuramente l’acciaio inox, materiale che rimane inalterato a contatto con l’acqua, ma anche il PVC, molto resistente alle variazioni di temperatura e praticamente inattaccabile dall’umidità. Disponibili anche soffioni in ottone o in alluminio, con diverse finiture, dal lucido al satinato, ma anche alcuni modelli in vetro, molto raffinati ed eleganti, ideali nel caso di cromoterapia in quanto la variazione dei colori viene maggiormente diffusa grazie alla trasparenza del vetro.

Installazione dei soffioni doccia: meglio a parete o a soffitto?

Il soffione doccia a parete con braccio è probabilmente il modello più diffuso di soffione doccia: l’installazione non è particolarmente problematica, anche se ci sono comunque alcuni accorgimenti da considerare. Il braccio deve avere una lunghezza tale da posizionare il soffione al centro del box doccia, e deve quindi essere scelto a seconda delle dimensioni dello spazio disponibile; per un maggiore comfort, è bene preferire i modelli in cui la parte terminale di attacco del braccio al soffione vero e proprio è dotata di una cerniera, che ne consente una leggera rotazione, per direzionare il getto d’acqua dove si preferisce.
In alcuni modelli il braccio e il soffione sono un unico pezzo, quasi una piastra, con getto quindi non direzionabile ma fisso. Questi modelli non sono adatti nel caso di box doccia di grandi dimensioni, mentre invece in docce con dimensioni più contenute possono essere una valida alternativa, esteticamente molto gradevole. Evoluzione di questi modelli sono poi i soffioni incassati nel muro, anche questi poco adatti a docce di grandi dimensioni: non molto diffusi, perché effettivamente lasciano poca flessibilità essendo fissati alla parete, sono caratterizzati da un getto a cascata comunque molto piacevole.
Anche nel caso di soffioni a soffitto, sempre installati con braccio, vale la stessa regola per cui è preferibile scegliere modelli con angolo regolabile, che sono effettivamente quelli più diffusi, per poter direzionare il flusso d’acqua a piacimento. Importante in questo caso è la lunghezza del braccio che deve essere scelta a seconda dell’altezza del box doccia in maniera tale da permettere anche al più alto in famiglia di fare la doccia comodamente (sono consigliati almeno 20 cm al di sopra della testa, e un’altezza media di 210 cm dal piatto doccia).
La soluzione esteticamente più gradevole è invece il soffione doccia incassato nel soffitto: pulito e minimale, perfetto per un bagno dal design contemporaneo, è da preferire anche da un punto di vista funzionale, perché garantisce maggiore libertà di movimento, oltre che ridurre le superfici da pulire.

I soffioni ad incasso con accessori e funzioni extra

I soffioni incassati nel soffitto sono quelli più diffusi e probabilmente sono i primi che ci vengono in mente quando pensiamo ad un soffione. Sono esteticamente molto eleganti e raffinati, donano ai box doccia un aspetto molto lineare e pulito, in linea con le tendenze contemporanee per l’arredo bagno.
Sono i preferiti nelle spa e nei centri per il wellness, e sono spesso accompagnati di accessori che completano l’esperienza di benessere. È il caso del soffione doccia con cromoterapia, dotato di luci integrate, o con aromaterapia, in cui un piccolo aeratore diffonde l'olio essenziale secondo cicli temporizzati, per evitare l’effetto di assuefazione. Per l’idromassaggio basta completare il set con dei soffioni laterali, azionabili separatamente a seconda dell’effetto desiderato.
Disponibili in varie dimensioni e forme (rettangolare, quadrata, rotonda), spesso per una corretta l’installazione a soffitto necessitano di un controsoffitto, non solo per regolarne l’altezza, ma anche con funzione di vano tecnico, in cui alloggiare i componenti impiantistici necessari. ... Altro ... meno

Filtra/Ordina

Filtra per

Prezzo

$
$
Salva in:
Seguici sui social
Salva in: