Tavolini

Piccoli e discreti, grandi ed imponenti, i tavolini sono complementi d’arredo indispensabili per ogni stanza della casa, dell’ufficio o per il giardino. Oltre ad assolvere varie funzioni, sono degli elementi d'arredo che contribuiscono a dare un tocco finale che contraddistingue l’ambiente. Possono essere scelti in coordinato con sedute e complementi d’arredo per riempire lo spazio o possono andare a contrasto con essi per distinguersi ed attirare l’attenzione. Per questo vi sono tantissimi tavolini diversi per materiali, formi, dimensioni e colori.

Il tavolino, arredo irrinunciabile di ogni salotto

Qualunque sia la stanza in cui si sceglie di collocare il tavolino, esso diventa un articolo indispensabile che permette di creare soluzioni d’arredo pratiche e belle. Certamente il luogo principe dove inevitabilmente è portato a ricoprire un ruolo importante è il salotto. Chi potrebbe rinunciare al tavolino da salotto da posizionare tra i divani e su cui agevolmente ospitare vasi, lampade, soprammobili?
In base allo spazio a disposizione al posto di inerire un unico tavolino, si può dare libero sfogo alla propria creatività e stile, inserendo più tavolini, magari di altezze e forme differenti, e combinandoli tra loro.
Spesso questi sono arricchiti con accessori che li rendono ancor più versatili e indispensabili. Per chi ama ospitare parenti ed amici, allora può risultare molto agevole scegliere i tavolini con vassoio su cui posizionare o trasportare piatti, bicchieri o coppe per gustare, mentre si è comodamente seduti sulle poltrone, snack e aperitivi.
Per chi, invece, non vuole rinunciare ad avere ulteriori piani di appoggio accanto ai divani, non può non optare per i tavolini di servizio. Questi aiutano a rendere sempre più piacevole e rilassante l'uso del divano, permettendo di avere a portata di mano tutto ciò che occorre o per poggiare momentaneamente il telecomando della tv, un bicchiere o gli occhiali mentre ci si accinge a fare altro.

Un tavolino di design perfetto per tutte le stanze

La versatilità dei tavolini fa sì che siano perfetti anche in altre stanze della casa o in altri ambienti. Ad esempio nella zona d’ingresso dove i tavolini con vano contenitore possono essere usati per riporre chiavi, occhiali e monete o su cui possono essere esibite le fotografie e i ricordi più belli.
Anche nel mondo del contract si fa largamente uso dei tavolini, dove completano l’arredamento diventando un ulteriore mobiletto di riserva o fungendo da secondo ripiano di appoggio senza ingombrare molto spazio. Inoltre, nelle sale d’attesa di uffici o studi, è consigliabile inserire dei tavolini con portariviste in cui collocare con ordine giornali o quotidiani che allieteranno l’attesa chi deve essere ricevuto. Ma sono anche perfetti per chi, a fine giornata, vuole rilassarsi leggendo stando sul divano.

Cosa c’è di meglio che rilassarsi all’esterno?

Per chi non vuole rinunciare a rendere più vivibili terrazze, balconi e giardini sfruttando in maniera ideale tutti gli spazi attigui alla propria abitazione, può allestire uno spazio con arredi per l’esterno. Mentre le poltrone fungono da zona relax, i tavolini da giardino divengono il vero punto di riferimento per godersi al meglio gli spazi esterni, per un happy hour pomeridiano o per trascorrere una serata all’aperto. L’esterno diventa quindi un'estensione del soggiorno o del salotto e per questo, a volte, si sceglie di mantenere il medesimo stile per evitare contrasti. In realtà, spesso si preferisce ricreare ambienti accoglienti perfetti per la convivialità. In ogni caso, l'importante è sceglierli con accuratezza prestando attenzione alle dimensioni, alle forme e al materiale con il quale vengono realizzati. Infatti, i tavolini devono resistere ai raggi solari, alle intemperie, all'umidità e alla ruggine. Per questo motivo spesso si predilige l’uso di tavolini in materiali plastici che grazie alla loro leggerezza, sono perfetti anche per chi predilige uno stile easy o ama trasformare la configurazione delle stanze. Ma spesso vengono anche utilizzati altri materiali trattati con speciali vernici impermeabili, che rendono il prodotto resistente anche all’azione dal vento e dagli agenti atmosferici.

I materiali dei tavolini per tutte le combinazioni di arredo

Nella scelta del tavolino di design, un ruolo importante lo gioca il materiale. Il legno è certamente il materiale più diffuso e utilizzato per i tavolini, grazie alla sua forza e resistenza intrinseca. Che abbia una finitura naturale o laccata, o una tinta scura o chiara, il tavolino in legno ben si abbina a qualsiasi tipo di arredamento, sia classico che moderno.
L’altro materiale prediletto per la realizzazione dei tavolini è il metallo che dona lucentezza e grinta agli ambienti. La lavorabilità di questo materiale fa si che si possano creare forme particolari e ricche di dettagli. Inoltre per chi ama dare un tocco di colore alla stanza senza però esagerare, non potrà che rimanere incantato dall’ampia palette cromatica che questo materiale assicura: dai colori candidi e madreperlati, alle nuance naturali del beige che sfumano fino al tortora, dai colori opachi e cupi, alle colorazioni accese e vivaci.
Un tavolino in vetro è l’ideale per un arredo moderno: trasparente e leggero nelle forme, ha il pregio di non ingombrare lo sguardo. È caratterizzato da una superficie che attira lo sguardo e riflette il mondo circostante senza deformarlo e conferendogli una atmosfera misteriosa.
Infine i designer hanno creato una vasta gamma di tavolini che giocano su una combinazione di molteplici materiali, ottenendo un risultato finale raffinato e chic.

La proporzione di un tavolino come sinonimo di perfezione

Il design del tavolino deve essere scelto in funzione della sua posizione rispetto al resto dell’arredo. Quindi nella scelta del tavolino perfetto, la proporzione e la forma sono fondamentali per capire quali sono le dimensioni che deve avere il tavolino per integrarsi con il resto dei complementi d'arredo: un tavolino troppo grande rischia di risultare troppo ingombrante mentre un tavolino troppo piccolo potrebbe non offrire la superficie di appoggio necessaria.
La forma dei tavolini incide notevolmente sulla funzionalità della stanza. Il tavolino rotondo, con le sue forme compatte, risulta una soluzione salvaspazio in grado di armonizzare al meglio l’ambiente. La totale assenza di spigoli, lo rende molto adatto anche a luoghi dove si trovano bambini che lo trasformeranno nel protagonista dei giochi più belli e divertenti. I tavoli rettangolari sono perfetti per essere sistemati a ridosso di una parete fungendo da ulteriore piano d’appoggio. E insieme a quelli quadrati sono perfetti per essere disposti al centro del salotto dove le loro linee squadrate ed essenziali si fondono con la morbidezza dei divani, creando un design suggestivo e di grande impatto visivo.

Altezze diverse del tavolino per funzioni diverse

Un altro aspetto da considerare quando si sceglie il tavolino è la sua altezza. Il tavolino basso è un perfetto oggetto di design che si inserisce armoniosamente in qualsiasi stanza senza prevaricare con la sua presenza quella degli altri arredi. Dona quel tocco di classe in più agli ambienti abitativi creando un'oasi di relax e benessere. Al contrario la forma slanciata del tavolino alto lo fa svettare rispetto al resto dell'arredo e allo stesso tempo gli dona un'aria neutra, capace di essere utile senza distrarre. È perfetto anche per arredare con stile gli angoli delle stanze spesso lasciati vuoti e in-serviti. Spesso tavolini di altezza diverse vengono posizionati insieme creando delle configurazioni funzionali, ma la tempo stesso ricche di stile e fascino. In ogni modo, ad ogni forma e altezza, corrisponde una precisa scelta stilistica adattabile a diversi contesti abitativi.

Lo stile del tavolino, un equilibro tra bellezza e funzionalità

Nell’equilibrio tra bellezza e funzionalità, bisogna prestare attenzione anche allo stile del tavolino scelto capace di donare personalità alla tua casa e che diventa il segno distintivo del gusto personale.
Linee essenziali e pulite che creano un ambiente raffinato ma allo stesso tempo versatile e pratico sono quelle che caratterizzano i tavolini dallo stile moderno. Questi sono perfetti per quegli ambienti dove predominano linee definite e squadrate, colori contrastanti o vivaci.
Invece i tavolini in stile classico sono la scelta ideale per chi ama le linee curve e bombate o quell'allure inimitabile ed intramontabile tipica degli arredi provenienti da epoche passate. Ma che si scelgano tavolini essenziali o con ricche decorazioni, futuristici o nostalgici di epoche passate, ci si deve sempre ricordare di cercare un’armonia tra i vari complemento d’arredo per ricreare un ambiente che emana sensazioni positive e in cui si amerà trascorrere il tempo.

I tavolini: punto di unione tra civiltà

Già nel passato il tavolino assumeva una rilevanza fondamentale nella vita quotidiana. Gli antichi romani infatti lo utilizzavano per la consumazione dei pasti adagiando su di esso le vivande e disponendogli intorno i triclini. Anche nella civiltà giapponese il tavolino era un elemento fondamentale della casa, infatti intorno ai tavolini si disponevano dei cuscini su cui sedersi per preparare, mangiare i cibi tradizionali o partecipare alla cerimonia del tè. Il tavolino diventa quindi un complemento d’arredo democratico che accomuna due civiltà distanti e diverse: quella occidentale e quella orientale. ... Altro ... meno

Filtra/Ordina

Filtra per

Brand

Materiali

Prezzo

$
$
Salva in:
Salva in: