Arredo Bagno Cucina Illuminazione Outdoor
Ufficio Shop

578 Wc

Il Wc, acronimo dell’inglese “Water Closet”, più comunemente chiamato “Water”, è un vaso, solitamente in ceramica, resina e a volte acciaio, dotato di sedile, collegato ad una tubatura di carico tramite un sifone riempito d’acqua, con la funzione di impedire che gli odori tornino in superficie. Oggi è il dispositivo igienico domestico più usato, indispensabile in qualsiasi abitazione, è presente in tantissime varianti, a partire da quelli con un design più classico ai modelli più innovativi e con un’impronta futuristica e moderna.

Wc sospeso o Wc a pavimento: una questione di stile e praticità

Tradizionalmente, il water veniva fissato al pavimento. Solido e robusto, il wc a pavimento, ora appartenente particolarmente alla categoria dei wc in stile classico, risulta ingombrante e poco pratico dal punto di vista della pulizia. Per questo, vista la trasformazione moderna dello spazio, la scelta ricade sempre più spesso su wc sospesi che creano nella sala da bagno un effetto ottico di leggerezza e rappresentano un vero e proprio tocco di contemporaneità. In particolare per i bagni di piccole dimensioni, la sospensione risulta un ottima scelta, in quanto lo spazio che rimane tra i sanitari e il pavimento crea una percezione di maggiore spazio e fruibilità. Con questa tipologia di wc è possibile dire addio ai tubi di scarico a vista, elemento di disturbo in un ambiente che è ormai parte integrante del vivere ed arredare con stile.

Lo stile del Wc: non solo funzionalità

I sanitari sono i protagonisti assoluti dell’ambiente bagno, che dona un ulteriore tocco di design alla nostra abitazione. Il wc, non solo funzionale, è stato oggetto di continue sperimentazioni stilistiche e rivisitazioni in chiave moderna che hanno portato a modelli di wc dal design moderno, che giocano con abbinamenti formali, cromatici e materici. Dai modelli sospesi alle più classiche tipologie da installare a terra, il water ha abbandonato l’aspetto tradizionale per proporre nuove forme e prodotti in materiali innovativi, che si inseriscono nel contesto contribuendo alla buona riuscita dello stile d’arredo. Anzi: il più delle volte, è proprio il wc il vero protagonista del bagno, decorandolo con colori insoliti e finiture cromate.

L’alternativa dei wc filo parete

Di recente, trova diffusione anche un nuovo tipo di sanitario che rappresenta una variante intermedia tra i wc a pavimento e quelli sospesi: i wc filo parete/muro. I sanitari raso muro conferiscono un tocco di eleganza all’ambiente bagno: non più sgradevoli tubi a vista, ma corpi compatti e sinuosi a celare il tutto, oltretutto ergonomici e comodi da utilizzare. Eleganti e omogenei i sanitari filo muro, infatti, consentono di avere i sistemi di scarico sia montati a parete che a pavimento, restando in ogni caso nascosti dal corpo del wc stesso il quale aderisce completamente alla parete, evitando così spazi aperti e difficili da raggiungere dove polvere e batteri tendono a depositarsi. Una componente essenziale per il wc è la cassetta di risciacquo, che può essere esterna o ad incasso. La cassetta può essere esterna o collocata “a zaino” dietro allo schienale, nel caso dei vasi monoblocco, oppure più in alto. L’incasso è sicuramente la soluzione ormai più diffusa, nell’ottica di una maggiore praticità e pulizia visiva.

L’innovazione dei wc senza brida o a brida aperta

Elemento d’innovazione per i sanitari da bagno, è l’eliminazione della brida. I wc a brida aperta sono prodotti di design moderni, innovativi, che sempre più spesso vengono inseriti in progetti di arredo bagno contemporanei. La brida è il bordo del wc, ossia l’incavo da cui defluisce l’acqua di risciacquo e per la sua conformazione è un punto molto difficile da pulire ed igienizzare. La brida rappresenta, di fatto l'elemento più fastidioso quando si ha a che fare con la pulizia del wc. I wc senza brida (o a brida aperta) assicurano facilità di pulizia e manutenzione grazie al risciacquo integrale dell'interno del vaso: l’acqua si sparge nel vaso in maniera simmetrica, pulendone ogni sua parte; I getti, dosati e potenti, uniti all’originale forma del vaso, consentono così una pulizia totale ed uniforme, eliminando la possibilità che il vaso sia rifugio di germi. Inoltre, la struttura caratteristica di questi prodotti consente di ottimizzare i consumi di acqua, permettendo il risciacquo completo del vaso con soli 3 o 4,5 litri di acqua.

I sanitari e la tecnologia del Wc

Il campo tecnologico penetra anche nell’ambiente del bagno. La ricerca di una maggiore praticità, insieme al comfort e al benessere hanno portato e portano continuamente all’integrazione della tecnologia anche in un ambiente più essenziale, funzionale ed intimo quale il bagno. I Wc con trituratore integrato ad esempio, consentono di trasformare qualsiasi luogo in un secondo bagno, riducendo al massimo la necessità di opere murarie con un notevole risparmio idrico. Oltre ai wc con doccetta intima, che unisce la funzionalità del bidet al wc, o ai coperchi con chiusura slowmotion, esistono vari modelli di sanitari con optional molto innovativi. Tra le attuali caratteristiche più rivoluzionarie possiamo trovare funzioni di asciugatura regolabile nella temperatura, sistemi di eliminazione dei cattivi odori, telecomandi per l’impostazione di diversi sistemi di risciacquo, possibilità di regolare la temperatura dell’acqua erogata, getti massaggianti o oscillanti. O ancora, elementi di illuminazione personalizzabile, meccanismi di apertura automatica tramite sensori che riconoscono l’avvicinamento di un a persona ecc. Insomma sono tantissimi ormai gli optional e gli accessori più o meno tecnologici che ad oggi vengono integrati in un elemento così storico e tradizionale come il wc.

La scelta del wc

Come abbiamo visto, esistono tantissimi tipi di sanitari, ma come scegliere quello giusto per il nostro bagno? La scelta va valutata con attenzione e vanno presi in considerazione alcuni paletti di partenza: la posizione della colonna di scarico, come prima cosa, è basilare per capire fin dove è possibile spostare o posizionare gli elementi: consultare un idraulico di fiducia risulterà fondamentale; considerare il giusto spazio tra wc e pareti laterali, tra wc e bidet (circa 20 cm) e lo spazio antistante per il giusto comfort di movimento (circa 60 cm); scegliere l’estetica in armonia con la scelta dei rivestimenti e dell’impronta stilistica che vorremmo per il nostro bagno. La scelta tra il montaggio sospeso, filo muro o a pavimento abbiamo visto che dipende dalla conformità e sempre dallo stile della sala da bagno, ma anche dal tipo di modifiche idrauliche e murarie a cui si vuole andare in contro: nel caso di ristrutturazioni, passare dal montaggio a pavimento a quello sospeso richiederà degli interventi massivi sulla posizione dello scarico, mentre il filo muro consentirebbe entrambi i tipi di istallazione mantenendo la stessa estetica pulita e compatta. Esistono inoltre i modelli salvaspazio che con la loro ridotta profondità consentono la creazione di un bagno anche in spazi più angusti. Effettuate queste scelte è poi possibile occuparsi della pura parte tecnologica ed estetica: gli optional, la forma, il materiale e il colore. Sempre più diffusi sono infatti i sanitari caratterizzati da particolari colorazioni. ... Altro ... meno
Salva in:
Salva in: